Letizia D'Angelo ospite di Casa Melandri con il libro su Oriana Fallaci

Venerdì 11 gennaio 2013, alle ore 18, alla Sala D'Attorre di Casa Melandri, Letizia D'Angelo ricorderà Oriana Fallaci, la più celebre penna femminile del giornalismo italiano attraverso il libro "Oriana Fallaci. Scrittore" (ed. Rubettino 2011). Partecipa il prefatore Marino Biondi.

IL LIBRO
Oriana Fallaci, la più famosa penna femminile del giornalismo italiano, è qui riletta nella continuità di un'opera che attraversa, nelle sue luci e ombre, i drammi del Novecento fino all'apocalisse delle torri newyorkesi. Viene qui delineata la mappa di una rotta finora intentata, quella che vuole attraversare la vita e gli scritti della sulfurea autrice fiorentina nella loro completezza. Un'immersione nello sguardo vigile e pungente della giornalista che ha calcato le scene internazionali grazie alla sua qualità di pensar male, la cui Olivetti Lettera 32 ha fatto tremare i potenti, battendo il ritmo del cosiddetto secolo breve. Ne emerge una Fallaci liberata dalla zavorra delle polemiche e strumentalizzazioni politiche, rivestita dei panni a lei più consoni: quelli di "scrittore". La prefazione è di Marino Biondi, che sarà presente alla serata.

L'AUTORE
Letizia D'Angelo è nata nel 1984 e si è laureata con il massimo dei voti in Filologia Moderna nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Firenze. L'autrice è passata attraverso esperienze letterarie che l'hanno vista premiata in diverse occasioni, prima per liriche giovanili e poi per racconti brevi, con uno dei quali - dedicato all'influenza del web sulla società contemporanea - è stata nel 2008 tra i vincitori di uno dei premi "Grinzane Cavour". Per questa "opera prima" di notevole spessore e di estrema attualità, a Letizia D'Angelo è stato assegnato recentemente uno speciale riconoscimento nell'ambito della XX edizione del prestigioso "Premio Fiesole Narrativa Under 40". La giuria del Premio, ricordando il modo antico di Oriana Fallaci di fare giornalismo con coraggio e distacco, ha voluto sottolineare come lo stesso coraggio e distacco si estrapolino chiaramente dalla lettura di questo libro.

Ingresso libero
Centro Relazioni Culturali - Tel. e fax: 0544.39972  - www.centrorelazioniculturali.it crc@comune.ra.it

07/01/2013


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.