Lampeggiano per segnalare un posto di blocco, multati 10 automobilisti per uso improprio delle luci

Foto tratta da Flickr.com -http://www.flickr.com/photos/blackjennyread/3221090388/
Foto tratta da Flickr.com -http://www.flickr.com/photos/blackjennyread/3221090388/

Il cosiddetto "altruismo" tra automobilisti è costato caro: 40 euro e la decurtazione di un punto della patente

Sono circa una decina gli automobilisti multati, nei giorni scorsi, dalla Polizia Municipale di Ravenna, per utilizzo improprio dei dispositivi di illuminazione. La violazione, che comporta una sanzione pari a circa 40 euro con decurtazione di un punto dalla patente, è stata accertata nel corso di specifici servizi di rilevamento della velocità con strumentazione elettronica, attuati dalla Vigilanza di Quartiere, nel forese.
Le frazioni e vie interessate dalle verifiche sono Madonna dell'Albero (via Cella), Borgo Faina (via Dismano), Mezzano (via Reale), Borgo Masotti (via Zuccherificio), Piangipane (via Braccesca), Mensa Matellica (via Matellica) e Gambellara (via Gambellara).

In alcune occasioni, l'azione preventiva e repressiva degli agenti ha permesso di rilevare irregolarità nei confronti di alcuni conducenti che, ripetutamente, segnalavano la presenza della pattuglia alle auto che incrociavano.

"Lampeggiare per segnalare la presenza di una pattuglia di una qualsiasi forza di polizia o di un autovelox, sottolinea il Comandante Stefano Rossi, costituisce una forma di "solidarietà" controproducente e pericolosa.

Il fenomeno infatti non fa altro che agevolare condotte di guida potenzialmente rischiose, facendo forse risparmiare qualche decina di euro di sanzioni all'incosciente che corre, ma contribuendo così ad alimentare l'insicurezza stradale.

Si deve avere ben chiaro, prosegue il Dott. Rossi, che il "nemico" sulla strada non porta la divisa e i controlli non servono soltanto a reprimere comportamenti scorretti ma rappresentano anche un momento di verifica utile per ripassare le regole del vivere civile".

Dall'inizio dell'anno - fa sapere il Comando - sono oltre 300 le infrazioni relative al superamento dei limiti di velocità riscontrate dalla Polizia Municipale, sull'intero territorio comunale.

Un 75 per cento di queste rilevato con apparecchiatura autovelox, il restante 25 per cento con strumentazione telelaser, che consente l'immediata contestazione dell'illecito. In un due per cento dei casi la velocità registrata superava di oltre 40 Km il limite stabilito, per cui sono scattate a carico dei responsabili le relative sanzioni pari ad oltre 500 euro con relativa decurtazione di punti e contestuale ritiro della patente, ai fini della sospensione da uno a tre mesi.

L'intensificazione dei controlli, anche con utilizzo della seconda pattuglia, nasce da una continua "lettura" del territorio che la Polizia Municipale effettua anche tramite la preziosa collaborazione dei Consigli Territoriali e degli altri Organi Rappresentativi delle località i quali, più volte, hanno evidenziato tra le varie problematiche, quella, appunto, della velocità eccessiva nei centri abitati.
06/12/2013

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Semplicemente ridicolo! Prima il comandante parla di poche decine di euro risparmiati, ma si arriva facilmente a 500, soprattutto se i controlli vengono fatto in stradine del forese dove non gira nessuno... e intanto in via Molinetto vanno tutti agli 80 all'ora! La settimana dopo l'ultimo incidente nel Molinetto (altezza via Gulli), lo sapete dove si sono messi con i velox?!? Ve lo dico io: all'altezza della Villa Gardini/zona Pala de Andrè!
06/12/2013 - giovanni
è pura 'autodifesa economica! visti i soldi che si spendono - l'autovelox è solo un esclusivo metodo per fare cassa , andate a raccontarlo a chi non vi conosce che lo fate per prevenire..........
06/12/2013 - ce
Concordo pienamente con quanto detto dal comandante Rossi e aggiungo anche se segnalare la presenza delle forze dell'ordine non solo favorisce un reato ma impedisce anche controlli atti a verificare se il conducente fermato sia in regola con assicurazione o altri potenziali comportamenti scorretti anche di rilevanza penale (guida in stato di ebrezza o sotto effetti di sostanze stupefacenti ecc.). Non segnaliamo quindi posti di blocco o presenze di autovelox se sono presenti è per la nostra sicurezza. Dopo piangerci addosso non serve a niente
06/12/2013 - lauro guardigli
No, dr. Rossi, lei ha torto: lampeggiare per avvisare della vostra presenza è una forma di solidarietà controproducente solo per il bilancio del Comune. Le macchine, avvisate dal lampeggiamento, rallentano e lo scopo preventivo è raggiunto. Le somme che il vostro lavoro sottrae alle famiglie ravennati sono eccessive per le difficoltà che vivono molte famiglie in questo periodo di crisi. E' ora che la funzione educativa che vi vantate di svolgere sia perseguita in modalità meno primitive.
06/12/2013 - Paolo
io la contesterei questa multa, spiegami come tu puoi dimostrare caro Sig Rossi che io nn avessi visto un amico oppure un potenziale pericolo oppure un falso contatto alla macchina? e poi di giorno che uso improprio è quello dei fanali? è solo un ennesimo modo dei vigili urbani, opss, polizia municipale di ravenna per spillare soldi!
06/12/2013 - massimo
Concordo in parte con quanto detto da Rossi. Vorrei far notare: 1) intanto segnalando è vero che comunque colui che "corre" rallenta e magari evita di schiantarsi prima (tanto non smette di correre anche se prende un velox!!); 2) gli introiti derivanti dalle vs. multe, vengono usati per sistemare un po' le strade che sono sempre più devastate??? Del controllo delle strade e di opportune segnalazione al comune/provincia/stato... se è vero che fate PREVENZIONE... quante ne fate? E una volta fatta una segnalazione, verificate che tale segnalazione sia andata a buon fine?? Buon lavoro. Se è vero che fate prevenzione... continuate pure.
06/12/2013 - Matteo
Onore e merito alla Polizia!!! è ora di stangare, magari anche con multe piu' salate, questi imbecilli!!! e sopratutto a Madonna dell'Albero. dove via Cella è ormai un autodromo!!! GRAZIE!!!!
06/12/2013 - bilancia
Congratulazioni alle forze dell'ordine. Purtroppo le multe sono necessarie. Mi sorprende come mai cosi`tanti automobilisti preferiscono rischiare una multa piuttosto che rispettare le regole, nonostante la crisi economica.
06/12/2013 - Franco
Rossi potrebbe anche avere ragione, anzi ha ragione perchè il cds della strada punisce tale comportamento, ma anche loro sono COMPLETAMENTE nel torto quando, 99,9% dei casi, usano i velox ed i laser per fare cassa. Infatti si posizionano in punti ove il rispettare limiti di velocità assurdi farebbe sì che - se tutti gli automobilisti lo rispettassero - il traffico andrebbe in tilt. Ma i vigili, hanno mai fatto caso al fatto che NESSUNO rispetta i limiti di velocità? I casi sono due, o siamo tutti criminali o i limiti sono inadeguati, delle due l'una. Poi, altra considerazione, perchè se vogliono, pardon condizionale, volessero fare prevenzione, non si muovono sul territorio con il lampeggiante acceso? ... risposta? perchè costa e non fa fare cassa... Peccato però che i vigili dovrebbero essere un servizio alla cittadinanza...
06/12/2013 - marco
mah...mi pare uno zelo eccessivo....
06/12/2013 - maria teresa
Il Dott.Rossi avrà anche ragione, resta il fatto pero che sono regolarmente in commercio navigatori caricati con programmi di rilevamento degli autovelox che producono gli stessi comportamenti nei loro propietari alla guida, come frenate brusche ecc. Non ho l'abitudine di lampeggiare, ma con tutto ciò che si vede quando si viaggia, questo non mi sembra poi tanto grave!
06/12/2013 - Mario Venturi
Segnalare la presenza delle forze dell'ordine è di per sè un comportamento negativo, specialmente se involontariamente venisse favorita la fuga di malviventi. Tuttavia è da comprendere il timore degli automobilisti di essere sanzionati anche pesantemente per le irregolarità più lievi. E' innegabile che sia stato fatto un uso eccessivo di mezzi di contravvenzione elettronici al solo scopo di fare cassa, dato che una multa consegnata fino a 5 mesi dopo la data di effrazione serve solo a rimpinguare le casse degli enti ed a sfiduciare il rapporto fra utenti della strada e forze dell'ordine, ed è un peccato.
06/12/2013 - vincenzo
il sig. ce probabilmente e' direttamente coinvolto per scrivere delle idiozie del genere, il problema e' il comportamento sulle strade che deve essere punito in qualche modo. Ricordo al signore ce ed a tutte le persone che la pensano come lui che se il comportanento è corretto sulle strade, nessuna multa verra' elevata a chichessia.
06/12/2013 - El Gato
Io invece se potessi segnalerei alle forze dell'ordine tutti gli automobilisti e autotrasportatori intenti a telefonare continuamente o a smanettare con gli smartphone omettendo quasi sempre di utilizzare gli indicatori di direzione (frecce... si, le frecce vanno usate!!)
06/12/2013 - Flavio
Altro lavoro per il giudice di pace di Ravenna...E poi, perché parlare di prevenzione? Quando si arriva alla multa e al decurtare punti non è prevenire ma punire. Scusate, la prevenzione è un'altra cosa.
06/12/2013 - Fabio
Mi piacerebbe leggere anche dell'intensificazione dei controlli serali e notturni sulla SS 16 Adriatica dove vi sono camionisti (non tutti) che spadroneggiano percorrendo questa strada a velocità ben superiori ai limiti consentiti, non rispettando le distanze di sicurezza, lampeggiandoti insistentemente se ti trovi davanti a loro e non procedi alla velocità a loro gradita.
06/12/2013 - F.
Solidarietà pericolosa... Risparmiare qualche decina di euro sanzioni fino 500 euro... Multe a chi aiuta il prossimo e fa prevenzione metri e metri prima di loro... Questo dott. Rossi deve proprio avercela con la municipale per metterli sotto questa cattiva luce... P.s. I delinquenti hanno altro a cui pensare che i velox della "polizia" municipale...
07/12/2013 - Daniele
Ma scusate, è possibile che tutte le volte si debba per forza criticare l'operato delle Forze di Polizia soltanto perchè fanno il loro dovere mentre per la strada ci sono dei conducenti che se ne fregano altamente del codice della strada. Poi leggendo il giornale il giorno dopo siamo a commentare incidenti gravi e non magari auspicando ritiri di patente, arresti ecc. ecc.. Ma facciamola finita e cerchiamo di essere seri. E per quanto riguarda un servizio di autovelox non c'è bisogno di dare l'abbagliante al veicolo che si incrocia, basta rispettare i limiti.
07/12/2013 - Giacomo
Invece di lampeggiare basta accendere e spegnere le luci di posizione! Così la multa non possono farla. Studiate il codice della strada la prossima volta
07/12/2013 - Giulio
Bravi bravi ma che cittadini onesti! Continuate pure a lampeggiare per segnalare i blocchi o a difendere chi lo fa. Sapete a chi fate il favore più grosso? A ladri, spacciatori, ubriachi, non assicurati... Tanti bei personaggini che grazie al vostro aiuto possono cambiare strada e farla franca. E piantiamola di frignare e nasconderci dietro il costo delle multe e il fare cassa. Se vi beccate una multa è perché avete violato il codice. Non dovete rispettare il limite "perché forse più avanti c'é un autovelox" lo dovete rispettare perché va rispettato sempre. Quando girate per strada invece di fumare, telefonare e spaccarvi i timpani con la radio a tutto volume, concentratevi sulla strada e leggete i cartelli stradali. Scusate lo sfogo ma girando parecchio per strada ne vedo di cotte e di crude. Saluti
07/12/2013 - Pincopalla
Lampeggiare incrociando un veicolo che viaggia a velocità "presunta" irregolare, rappresenta la miglior forma di prevenzione da contrapporre alla bieca repressione degli autovelox nascosti fra i cespugli. E per quanto mi riguarda, continuerò a lampeggiare sperando che tutti facciano altrettanto.
07/12/2013 - Oscar
Mah!! Allora i cartelli che avvisano l'uso dell'autovelox nelle strade??? Multiamo i Comuni??? Se capita a me dico che ho visto un riccio che stava per attraversare la strada...
07/12/2013 - Ko
Caro comandante, abito a Ponte Nuovo, ho segnalato più volte che all'incrocio per immettersi nel Dismano vicino alla fiorista "la Mimosa" la visibilità non c è... lo specchio è sempre appannato dall'umidità, a sinistra spesso ci sono camioncini che non ti danno visibilità etcc... un giorno mi sono perfino fermata a un posto di blocco della polizia per denunciare la situazione ma niente è stato fatto!!! Aspettate che ci scappi il morto?
07/12/2013 - Kelly
Chi rispetta le regole non teme la presenza delle pattuglie. Io non segnalo mai; anzi, vorrei che i trasgressori, che sono un pericolo per tutti, venissero pesantemente puniti come nei paesi scandinavi o in Svizzera.
07/12/2013 - Franco Morigi
Vedere automobilisti che sfrecciano a velocità sotenuta, che sorpassano in modo selvaggio,poi, improvisamente per un diventano bravi e disciplinati. Poi dopo aver passato la pattuglia, tutto ritorna come prima. Se poi uno sorpassa andando oltre la mezzeria e si lampeggia, quello normalmente ti fa vedere il dito indice.
07/12/2013 - troglodita
Ecco dov'era la polizia mentre nel giro di un anno mi hanno rubato la bicicletta 2 volte..
07/12/2013 - Eli
Se succede un incidente grave, i commenti sono del tipo: dove sono le forze dell'ordine? Se le forze dell'ordine ci sono, avvisiamo gli altri automobilisti della loro presenza!! Certo che il velox non può essere cosiderato un dissuasore è certamente un sistema per fare cassa, sarebbe meglio ci fossero pattuglie che nel caso riscontrino un'infrazione grave (e sono molte), fermino il "delinquente" e magari gli ritirino la patente sul posto, allora si che possiamo essere certi della loro buona fede! @ Eli, ma lei aveva avvisato la polizia municipale che avrebbe parcheggiato la bici lì? Se dobbiamo avere un vigile piantonato davanti ad ogni bicicletta, sai quanti ce ne vorrebbero? Grazie.
07/12/2013 - Elio 62
Pincopalla probabilmente non ha mai notato che i vigili se ne stanno comodamente seduti in auto quando hanno l' autovelox non fermano proprio nessuno! Se fosse veramente prevenzione dovrebbe contestare l' infrazione al momento e non, appunto, dopo qualche mese.
07/12/2013 - cm
non capisco perché si debba dire che le multe servono a far cassa. le multe si fanno perché si infrange il codice. semmai bisognerebbe criticare il fatto che fino a ora hanno lasciato correre, ma se si infrange la legge, mi spiace, si paga
07/12/2013 - c.v.
Signor CM, rispetti i limiti di velocità e vedrà che l'autovelox non la terrà più sveglio alla notte. Comunque si parla di dispositivi elettronici; oltre all'autovelox esiste anche il tele-laser che comporta la misurazione della velocità a distanza e la contestazione immediata dell'infrazione e quindi la verifica dello stato psicofisico del conducente, lo stato della vettura (un sacco di gente gira nella nebbia con fari bruciati o sulle strade ghiacciate con le gomme arrivate alle tele), controllo della polizza assicurativa e, se il conducente crea sospetto, anche la perquisizione del mezzo. Quando ci capita di incrociare persone che non sono in regola, invochiamo la presenza delle forze dell'ordine e vogliamo che ci siano regole ben precise; l'importante però è che le facciano rispettare agli altri, perché per noi una bella serie di scusanti riusciamo sempre a trovarle... Cordialmente
08/12/2013 - Pincopalla
@c.v: il problema non è essere "beccati" in fallo, il problema è come i vigili usano il velox, cioè esattamente come ha indicato cm, restando al calduccio in macchina...quindi dov'è la prevenzione? Ps giulio, sarebbe meglio che il codice lo studi lei...sulle strade extraurbane è obbligatorio viaggiare anche in ore diurne con luci anabbaglianti, o day light, accese; in difetto di ciò sanzione e decurtazione di un punto....
09/12/2013 - marco
Pincopalla... ripeto, la maggior parte degli autovelox mobili sono con i vigili (sia comunali che provinciali) comodamente seduti all'interno dell'auto nascosta! non fermerebbe comunque nessuno, legga gli altri commenti e stia sereno, glielo dice uno che dorme tranquillo e l'unico autovelox lo ha preso nel '93 a 72 kmh limite 70
09/12/2013 - cm
Sig. Elio 62, il mio era sarcasmo.
12/12/2013 - Eli
E' grave che ci siano due pesi e due misure: è vero che la gente muore per l'eccesso di velocità e l'indisciplina, è vero che le multe sono legittime. Ciò che non è legittimo è che per quei due o tre che vengono "beccati" e pagano multe salatissime ce ne siano altri 1000 che superano anche di tanto i limiti più o meno dovunque. Una regola equa? Non certo multare chi lampeggia, la Polizia Municipale si merita questa critica! Mettiamo invece PRIMA dei limiti ragionevoli, 50 Kmh in una statale non è ragionevole, soprattutto se in mancanza del posto di blocco chiunque fa i 120 ... allora mettiamoci 70/80 anche se non ci sono le condizioni ideali, è comunque meglio di adesso, POI mettiamo dei velox fissi tarati leggerissimamente abbondanti (considerato che il tachimetro di un'auto ha una precisione di 10kmh circa). A quel punto la multa va a TUTTI quelli che violano il limite visto che è già abbondante e ragionevole. Sono ridicoli quei posti, come ad esempio sulla SS302 prima di Faenza, che ci sono 2 km con limite a 70 e guardacaso dove si mette la pattuglia col velox? Proprio li. Quelle sono segnaletiche pretestuose. Ok, c'è un incrocio poco visibile, ma tanto il cartello è completamente inutile, tanto vale pensare di adeguarlo con una corsia di immissione. E di esempi ne potete trovare decine dovunque. E finché vengono fatte multe pretestuose io rimango dell'avviso che sia SOLO ED ESCLUSIVAMENTE una questione di cassa.
12/12/2013 - Fabio Montini
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.