Decalogo del diportista, i consigli della guardia costiera per vivere al meglio spiaggia e mare

Decalogo del diportista, i consigli della guardia costiera per vivere al meglio spiaggia e mare
Giuseppe Meli

È un lungo ed intenso ponte di ferragosto quello che si prospetta per i turisti, i bagnanti ed i diportisti della Romagna, che si riversano sulle coste dalla Riviera per assaporare il gusto anche fugace di un'estate che non ha mancato di farsi aspettare e desiderare. Alla stessa maniera, si preparano a 4 giorni di lavoro incessante gli uomini ed i mezzi della guardia costiera, che similmente vivono ed operano nel quotidiano lungo le stesse coste, per tutelare la sicurezza dei bagnanti in mare e lungo le spiagge, nonché garantire il rispetto di tutti i comportamenti e le accortezze necessarie per vivere al meglio il mare, in sicurezza, tutelandone risorse e spazi comuni.

Così, in previsione dell'esponenziale incremento di persone e diportisti che proprio in questi giorni animeranno la Riviera, la Capitaneria di porto intende richiamare la comune attenzione sull'importanza di alcune semplici regole, per poter godere a pieno ed in completa sicurezza la tanto sospirata "parentesi di mezza estate".

Prudenza, precauzione, e soprattutto rispetto del mare e della libertà e spazi altrui nell'utilizzazione delle aree costiere”. È questa la prima raccomandazione che il Capitano di Vascello (Cp) Giuseppe Meli, Comandante del porto di Ravenna e Direttore Marittimo dell'Emilia Romagna fa ai bagnanti e diportisti romagnoli. Lo stesso continua: “purtroppo, l'imprudenza e la scarsa attenzione dei divieti e dei consigli, anche apparentemente scontati, sono sovente alla base dei casi di annegamento che ci troviamo  a soccorrere. Ed è altrettanto fondamentale comprendere che comportamenti incuranti delle norme di sicurezza in mare, possano soprattutto mettere a repentaglio la vita di quanti, per generosità, altruismo, servizio prestano soccorso a chi è in difficoltà. Tali tragedia non possono essere concepite in un Paese come il nostro che vive di mare”.

La Capitaneria di porto ritiene utile, pertanto, indicare alcune raccomandazioni, che compongono il decalogo del diportista (allegato pdf in calce), ovvero alcune semplici accortezze che il bagnante dovrebbe seguire per la propria sicurezza e quella altrui. Si va dai consigli per i bagnanti e per chi pratica l'apnea, a quelli per i proprietari di imbarcazioni, per chi fa windsurf e kitesurf e per chi utlizza la moto d'acqua.

Ricordiamo che la Sala Operativa della Capitaneria di porto di Ravenna opera 24 ore al giorno e può essere contattata:

  • attraverso il “Numero Blu” telefonico 1530;
  • per telefono al numeri 0544.443011 – (fax 0544.447498);
  • Via VHF sul canale 16;
  • per e-mail all’indirizzo cpravenna@mit.gov.it

Il decalogo del diportista

14/08/2014


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.