Rassegna d'arte “Selvatico tre, una testa che guarda”: due mostre a Massa Lombarda

Rassegna d'arte “Selvatico tre, una testa che guarda”: due mostre a Massa Lombarda

Inaugurazione il 23 gennaio per "Lo scudo di Perseo" e "Un volto in forma di rosa" dedicato a Pier Paolo Pasolini

Mentre prosegue la mostra Il buco dentro agli occhi o il punto dietro la testa in contemporanea al Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo, al Museo Civico San Rocco di Fusignano e al Museo Civico L. Varoli di Cotignola, la rassegna Selvatico 3. Una testa che guarda si prepara alla battute finali con due appuntamenti a Massa Lombarda.


Dal 23 gennaio al 15 febbraio
la Sala del Carmine ospita LO SCUDO DI PERSEO, fotografia contemporanea a cura di Michele Buda, Daniele Casadio e Massimiliano Fabbri.

Se questo Selvatico rappresenta una ricognizione sul volto come ferita, ossessione, bellezza, un progetto che si volge al ritratto come pratica ancora potente per un discorso ininterrotto sulla condizione umana, non poteva non confrontarsi con quello che avviene nella ricerca fotografica contemporanea.
Come Perseo per poter guardare Medusa senza essere pietrificato dal suo sguardo, ha bisogno di uno stratagemma, di uno strumento che gli permette di vedere - e lo trova nello scudo di Atena, specchio levigato e lucente - così quest'immagine metaforica si estende all'atto di fotografare e, in particolare, a quello di fotografare un volto.

Inaugurazione: 23 gennaio ore 18.30. Aperture e orari: venerdì, ore 16.00 - 19.00; sabato e domenica, ore 10.00 - 12.00 | 16.00 - 19.00.
Info: tel: 0545 985890 | comunicazioneascolto@comune.massalombarda.ra.it

Sempre dal 23 gennaio al 15 febbraio ma al Museo Civico Carlo Venturini sarà allestita una mostra sul volto di Pasolini dal titolo UN VOLTO IN FORMA DI ROSA. Un ritratto del celebre scrittore fatto attraverso il suo stesso volto a cura di Andrea Bruni in collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna - Archivio Pier Paolo Pasolini, collezione Maurizio Baroni e il fotografo Elio Ciol.

Pasolini viene visto attraverso alcuni scatti realizzati sia sui set cinematografici che in momenti di vita privata, e poi locandine di film, scritti, articoli e altri materiali d'archivio a comporre questo volto in forma di rosa; volto che Pasolini ha spesso messo in scena, anche narcisisticamente, talvolta a farne maschera, ora campo di battaglia, ora, anche ironicamente nella sua ripetizione o presenza, ad assurgere a icona quasi pop, presenza resistente e non allineata. La mostra, ripartendo dalla grande empatia e amore di Pasolini nei confronti dei volti non ancora omologati e portatori di bellezza violenta, rovescia questo sguardo per concentrarsi, in un cortocircuito e intimo capogiro, sulla faccia stessa del grande regista, scrittore e poeta.

Inaugurazione: 23 gennaio ore 16.30. Orari: dal lunedì al venerdì, ore 9.30 - 12.30  | 15.00 - 18.30; sabato: ore 9.30 - 12.30; 25 gennaio: ore 9.30 - 12.30 | 14.30 - 18.30).
Info: tel: 0545 985890 | comunicazioneascolto@comune.massalombarda.ra.it

Selvatico è organizzato dal Museo Civico Luigi Varoli di Cotignola insieme ai Comuni e musei dell'Unione della Bassa Romagna, in collaborazione con l'associazione cotignolese Primola. Hanno sostenuto il progetto: Hera, Coop Adriatica, Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, La Cassa di Risparmio Di Ravenna, Coerbus, Trattoria Mirola di Lugo, Nerio Colori di Lugo, Grafiche Morandi di Fusignano.

20/01/2015


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.