L’associazione di volontariato Letizia racconta l'esperienza de "La Macina" a Roma

L’associazione di volontariato Letizia racconta l'esperienza de "La Macina" a Roma
Giovanni Santoro

"Disabili al lavoro e sport nuove prassi e nuove frontiere" il tema dell'incontro che si terrà martedì 19 gennaio dalle ore 10.00 alle 13.00, presso la Sala degli Atti Parlamentari del Senato.

All'iniziativa delle senatrici Josefa Idem, Elena Ferrara e Laura Bignami è stata invitata anche l'associazione Letizia, di Ravenna, che opera nell’ambito delle disabilità minorili e non. Delle diverse attività svolte in questi anni, sarà La Macina il progetto che il presidente Giovanni Santoro porterà come esperienza all’evento.


"Felice per i ragazzi/e, genitori, volontari e consulenti esterni che hanno investito e creduto nel progetto La Macina, contento perché significa che siamo nella direzione giusta" - le parole di Santoro.

La Macina nasce nel 2012 e grazie alle sue caratteristiche è lo strumento prediletto per l’applicazione dell'art 2 dello statuto dell’associazione che recita "opportunità per ragazzi/e disabili, famiglie e adolescenti“ con un’attenzione a strumenti, modalità, logiche e sistemi in linea con i grandi cambiamenti culturali, sociali ed economici.

La Macina è un casolare alle porte di Ravenna con un parco di 2500 mq animato nel periodo estivo, al piano terra due saloni di ampie dimensioni, una stalla e una cucina industriale attrezzata di 35 mq. Al piano superiore, tre stanze di diverse metrature, un salotto, due bagni e una segretaria.

La struttura è suddivisa in due macro aree.

Alcuni giorni della settimana sono dedicati alla “Quotidianità Individuale”, centro di aggregazione giovanile per coloro che necessitano di un luogo dove sperimentare nuove relazioni o per coloro che frequentano la scuola.
Il centro di aggregazione giovanile la Quotidianità Individuale gestito da volontari e tecnici esterni offre laboratori come gite, cinema, sport presso le strutture pubbliche e private, aiuto compiti, week end esperienziali dove si dorme assieme presso la struttura.

Altre giornate sono dedicate a “Incontriamoci a Tavola e Conosciamoci“, un progetto di impresa sociale. Giornate legate a formazione e lavoro per coloro che terminando l’iter scolastico si affacciano al mondo del lavoro. Grazie a questa area la Macina è in grado di offrire servizi quali compleanni, feste, spazi per presentazione di libri e dibattiti, pranzi e cene, comunioni, matrimoni, riunioni, coffe break, buffet.

Questi servizi possono essere offerti chiavi in mano o semplicemente si può mettere a disposizione un singolo spazio al casolare a chi ne fa richiesta. Ogni attore coinvolto ha specifiche mansioni e responsabilità. Chi deve aprire la casa, chi organizzare le pulizie, chi l’amministrativo, chi la cucina, chi ai tavoli chi le richieste pervenute, chi alle manutenzioni.
In relazione all’attività commissionata, essa sia una cena, un compleanno o evento, ad ogni ragazzo/a disabile che ha lavorato viene riconosciuta un’indennità economica per il lavoro svolto. A oggi sono 10 i ragazzi/e impegnati nel progetto di impresa sociale Incontriamoci a Tavola e Conosciamoci.

"La Macina è un osservatorio - conclude Giovanni Santoro. - Una piattaforma che ci permette di osservare le abilità all’interno della stessa disabilità. Capacità che vanno lette, stimolate e perfezionate. Non abbiamo la presunzione di sostituirci a chi deve occuparsi di temi come la scuola o il lavoro, ma bensì stimolare ipotesi e sistemi nuovi in grado di fortificare quanto già fatto in questi anni dagli enti preposti e incitare a nuove collaborazioni per restare in linea con i grandi cambiamenti che la disabilità sta chiedendo. Siamo una ONLUS, sorretta dal volontariato per la maggior parte delle attività, in quanto ONLUS auspichiamo una collaborazione con le cooperative sociali che hanno a cuore il tema della disabilità e con tutte le istituzioni coinvolte nel coordinamento della stessa".

13/01/2016

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Complimenti di cuore per quello che fate....un'oasi d'amore quelle mura.
13/01/2016 - stefano
Splendido! Che bello sapere che ci sono cose che funzionano! Siete un'eccellenza in questo ambito. Oltre ad essere un posto che fa stare bene tutti coloro che si trovano a passare da lì. I "macinini" poi sono meravigliosi! Grazie
13/01/2016 - Roberto
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.