Centenario della morte di Olindo Guerrini: decine le iniziative previste sul territorio

Centenario della morte di Olindo Guerrini: decine le iniziative previste sul territorio

L'Associazione Amici di Olindo Guerrini, nata per l’occasione, coordina un calendario di appuntamenti per onorare la memoria del poeta (ma non solo!) che elesse Sant'Alberto a sua terra

Ricorre il 21 ottobre 2016 il centenario della morte di Olindo Guerrini, il poliedrico intellettuale santalbertese a molti noto per le poesie dialettali scritte con lo pseudonimo di Lorenzo Stecchetti. In occasione della ricorrenza, nel corso dell’intero anno una quindicina di realtà culturali del territorio hanno previsto decine di iniziative dedicate a Guerrini, che iniziano sabato 26 aprile, proseguono per i mesi successivi e si intensificheranno ovviamente ad ottobre. 


Recital, gastronomia, musica, convegni, mostre, pubblicazioni, visite guidate: per ricordare un personaggio eclettico come Guerrini – alias Lorenzo Stecchetti, Argìa Sbolenfi, Marco Balossardi, Giovanni Dareni, Pulinera, Bepi e Mercutio – saranno organizzate iniziative che toccano temi diversi, eventi che rispecchiano la personalità e la creatività del poeta. 
Inoltre, da qualche mese si è costituita a Sant’Alberto l'Associazione Amici di Olindo Guerrini, che organizzerà alcune delle iniziative più importanti (fra cui ad ottobre una mostra, un convegno e un’edizione critica dei Sonetti romagnoli) e che coordinerà il calendario delle manifestazioni comuni.

L’associazione ha anche attivato un apposito sito internet, www.amicidiolindoguerrini.it, che conterrà tutte le informazioni legate a Guerrini e al centenario, e sarà aggiornato in tempo reale sugli eventi e le iniziative in programma. Si parte già sabato 26 marzo a Casa Guerrini a Sant'Alberto con “Cent’anni Suonati” - Viaggio tra le parole e la vita di Olindo Guerrini, spettacolo di e con Collettivo Pòrbia. Presenta Angelamaria GolfarelliL’iniziativa, a cura dell'Associazione Il Glicine, è compresa nel progetto “Gli aperitivi letterari a Casa Guerrini” – VIII ciclo “La trilogia dei poeti fingitori, il cui lirismo fervido nutre il libero pensare… e la nostalgia”. Ingresso libero.

Il programma delle iniziative è stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa: "Sarà un evento importante perchè vogliamo restituire a Ravenna questo personaggio" - ha dichiarato Paolo Belletti, presidente dell'Associazione Amici di Olindo Guerrini sottolineando come in città, a Ravenna, non vi sia nulla a ricordare il poeta.

Franco Gabici, del Comitato scientifico del Centenario, ha aggiunto: "Vogliamo ripulire l'immagine di Olindo Guerrini da quell'aura ridanciana che lo ha stretto in definizioni burlone a scapito della sua ricca personalità. Il Centenario è l'occasione per entrare nella grande 'galassia Guerrini': un uomo poliedrico che lascia stupefatti".

L'assessore Ouidad Bakkali, dopo avere ringraziato gli organizzatori del Centenario, ha spiegato che il Comune si è impegnato a realizzare a Sant'Alberto la Casa Museo di Olindo Guerrini da inserire nel Circuito de “Le Case Museo dei Poeti e Scrittori Romagnoli".

“Poeta italiano – si legge nella scheda biografica dedicata a Olindo Guerrini dell’enciclopedia Treccani - fu per molti anni direttore della Biblioteca universitaria di Bologna e compilò anche alcune opere erudite (La vita e le opere di G. C. Croce, 1908). Sotto lo pseudonimo di Lorenzo Stecchetti, che egli presentò come un giovane morto di tisi, pubblicò Postuma (1877), Polemica e Nova polemica (1878), versi che costituirono il manifesto del Verismo poetico italiano. Quella di Guerrini è una delle voci che si oppongono allo stanco sentimentaleggiare del tardo Romanticismo italiano. Abile polemista, dalle accese punte anticlericali, Guerrini battagliò a lungo contro di esso. Guerrini fu un fecondo verseggiatore dal gusto goliardicamente incline alla beffa e allo scandalo”.

 

 

21/03/2016


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.