A Marina di Ravenna ieri il confronto sul turismo: Michele de Pascale sotto attacco degli avversari

A Marina di Ravenna ieri il confronto sul turismo: Michele de Pascale sotto attacco degli avversari

Il candidato del PD e del centrosinistra è stato attaccato soprattutto sulla vicenda di Marinara

E alla fine, a Marina di Ravenna, ieri sera è successo l'imprevisto. Il candidato del PD e del centrosinistra, il favorito Michele de Pascale, è uscito battuto dal confronto all'americana con i suoi oppositori sui temi del turismo. D'accordo, non è stato travolto. Ma messo in difficoltà, attaccato e colpito più volte, questo sì. E alla fine ha perso chiaramente ai punti. Ed è stata una sconfitta bruciante per de Pascale che sul turismo giocava in casa e si sentiva forte per via della sua esperienza come assessore a Cervia. Ma l'esperienza non gli ha giovato in questo caso, perchè sulle sue spalle pesava il fardello di tante scelte poco felici delle amministrazioni passate e solo lui, non altri, ieri sera le aveva sul groppone. 

 

Il round di Marina se l'è quindi aggiudicato l'opposizione e, in particolare, su tutti ha brillato la verve polemica e il piglio combattivo di Maurizio Bucci (La Pigna) che ha ricevuto più di un applauso scrosciante. L'applausometro poi parla di un secondo posto per Massimiliano Alberghini (LpRa, Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia) e subito dopo di un terzo posto a pari merito per le due signore, Michela Guerra (CambierRà) e Raffaella Sutter (Ravenna in Comune), più sicure di sé e più spigliate di altre volte. Ultimo, appunto, Michele de Pascale, che è apparso a tratti stanco o meno in forma del solito ed è stato più volte in difficoltà, non avendo la possibilità di replicare efficacemente ai numerosi attacchi che gli sono piovuti addosso da tutte le parti.

 

La serata nell'Auditorium di Marina di Ravenna verteva su questo tema: Turismo a Ravenna. Quale futuro per il turismo balneare. Moderatore Andrea Degidi caporedattore de Il Resto del Carlino Ravenna. Otto le domande per i candidati, non a conoscenza del contenuto. Due minuti a testa per rispondere su ogni domanda. Noi come al solito non riportiamo tutto il dibattito, ma solo le cose a nostro giudizio più interessanti.

 

DOMANDA 1 - Quale equilibrio fra spiaggia di Marina sempre più ricca di offerte e paese di Marina sempre più in sofferenza?

I candidati su questa domanda si scaldano e dicono più o meno le stesse cose: la spiaggia e il paese devono essere in equilibrio, senza penalizzare l'una o l'altro, facendo convivere voglia di divertirsi e voglia di vivere in pace. Come farlo? Resta da capire alla prossima puntata. L'unico che dice qualcosa di diverso è Bucci che parte da lontano, dal 1989, anno della grande mucillagine, che mette in crisi una prima volta Marina. Poi tornano dei ragazzi dall'estero - racconta - e mettono in piedi il modello della spiaggia di Marina che ha funzionato negli anni di Mercatali, modello incoraggiato dalla stessa amministrazione comunale. Quindi arriva la doccia fredda con Matteucci. Per Bucci l'errore è stato cominciare a vietare, mentre invece occorreva cambiare approccio puntando sulla qualità.

 

DOMANDA 2 - Che fare con gli stradelli? Chiuderli alle auto oppure no? Che fare in alternativa?

Bucci, Alberghini e Sutter sono decisamente per chiuderli, facendo una politica diversa su mobilità, parcheggi, manutenzione e sicurezza in tutta l'area retrostante i bagni. De Pascale è per chiuderli ma a patto che contestualmente si faccia una politica di potenziamento di parcheggi e di mobilità alternativa. L'unica che vuole mantenere aperti gli stradelli è Michela Guerra, la quale come gli altri insiste però per tenerli puliti, sicuri e fruibili in modo più funzionale rispetto all'oggi. Sutter è l'unica poi che lancia l'idea di un collegamento via mare dalla città a Marina sfruttando il canale Candiano.

 

DOMANDA 3 - I lidi sud (Lido di Dante, Lido di Classe e Lido di Savio) malgrado i tanti problemi sono anche quelli con un segno più nelle presenze nel 2015. Come mai? E che fare della tassa di soggiorno?

Su questa domanda gli animi cominciano un po' a scaldarsi e siccome si parla della tassa di soggiorno che a Ravenna c'è e a Cervia non c'è, si finisce con qualche schermaglia fra i ravennati Bucci e Alberghini e il cervese de Pascale. Alberghini e Bucci si prendono l'applauso quando dicono che era meglio se il segretario PD cervese se ne restava a Cervia. De Pascale sostiene che è assurdo avere situazioni diverse fra i 2 comuni e bisogna uniformare la tassazione per poi investire tutti i proventi nel turismo. Bucci si dice contrario alla tassa di soggiorno e provocatoriamente aggiunge che se diventerà Sindaco darà un Euro a ogni turista che verrà in vacanza ai lidi sud come forma di risarcimento. Alberghini parla di una tassa senza senso e dice che i lidi sud malgrado l'abbandono del Comune hanno enormi potenzialità. Sutter sostiene che a Lido di Dante bisogna finalmente sciogliere il nodo di far convivere naturismo e naturalismo mentre negli altri due lidi bisogna investire e creare più qualità. Michela Guerra afferma che se i risultati sono buoni malgrado il Comune è perchè gli operatori si danno da fare e bisogna fidarsi maggiormente di loro. Sulla tassa sostiene che in bassa stagione la si può diminuire oppure eliminare del tutto.

 

DOMANDA 4 - Che fare sulle feste in spiaggia e sul modello sballo?

Nessuno vuole lo sballo. Su questo sono tutti d'accordo. Ma sulle feste e sull'assecondare la voglia di divertimento c'è chi spinge di più come Sutter, c'è chi dice sì ma aggiungendo che bisogna puntare sulla qualità come Bucci e Alberghini, c'è chi insiste sulla necessità di far convivere il divertimento della spiaggia con la serenità degli abitanti di Marina come Guerra e c'è infine chi - come de Pascale - critica l'amministrazione Matteucci che ha detto no al modello delle feste e dello sballo ma non ha costruito un modello alternativo. Sotto traccia la critica al Matteucci-pensiero c'è in tutti. Perchè tutti, chi più chi meno, attaccano la politica dei divieti e delle ordinanze. Alberghini e Bucci in particolare insistono sul fare regolamenti più chiari e più certi nel tempo e meno ordinanze spot che durano una stagione e creano confusione. La Guerra ha definito ridicola l'ordinanza sui fonometri.

 

DOMANDA 5 - Ai candidati viene chiesto se sono d'accordo o meno sulle casse di colmata a mare per smaltire i sedimenti dell'escavo del canale portuale.

Tutti concordi su questo punto: no alle casse di colmata a mare. Sul come e dove smaltire i sedimenti le idee naturalmente divergono, ma se ne è già parlato in altre occasioni e qui saltiamo a piè pari la questione. Ma c'è un passaggio polemico notevole, un durissimo attacco di Bucci al Sindaco Matteucci, su questo punto, che va riportato. L'uomo della Pigna - che su questa vicenda ha anche fatto un esposto in Procura - dice che Matteucci doveva far svuotare le casse di colmata esistenti, eliminare i tre milioni di sedimenti depositati e mai smaltiti e sostiene con veemenza che per via di questa mancata scelta del Comune Galliano Di Marco - non sapendo più dove mettere i fanghi previsti dal suo progetto di escavo - è stato costretto a proporre anche le casse di colmata a mare. Per Bucci il problema è Matteucci, la colpa ricade tutta sulle sue spalle e lo dice a muso duro a de Pascale, il quale incassa senza poter ribattere, mentre le parole del suo oppositore ricevono un forte applauso.

 

DOMANDA 6 - Marinara è ancora un progetto vincente per Marina di Ravenna?

Qui piove sul bagnato per Michele de Pascale, che viene attaccato da tutte le parti e colpito da una gragnuola di parole scandalizzate per come le passate amministrazioni guidate dal suo partito hanno gestito la vicenda. Comincia Sutter che parla di gestione folle, ma aggiunge subito che ora che c'è, Marinara va almeno riqualificata puntando alla variante e alla separazione della gestione immobiliare dalla gestione dell'attività diportistica. Guerra parla di scelta scellerata, un grande fallimento delle vecchie amministrazioni, non tanto per l'idea ma per la pessima gestione che ne è stata fatta. Michele de Pascale parla della necessità in ogni caso di riqualificare Marinara e di tutelare chi vi ha fatto degli investimenti e poi cerca di svicolare attaccando la mancanza di una politica nazionale per la nautica. Ma Bucci su Marinara lo attacca con una durezza senza precedenti chiamando in causa il PD, Fiammenghi e Mercatali, che hanno tagliato il nastro a Marinara, proprio come al Mattei. E ha aggiunto con sarcasmo che quando ci sono loro di mezzo si può star certi che arriva anche la sfiga. A proposito di interessi da tutelare, Bucci è stato caustico e ha rinfacciato a de Pascale di voler tutelare solo gli interessi di Mercatali. L'attacco del suo avversario è stato accompagnato da un grande applauso mentre lo stesso de Pascale è rimasto attonito, anche perchè impossibilitato a replicare. Infine anche Alberghini ha infierito dichiarando Marinara come il più grande fallimento del PD, per aggiungere che se il PD rimane al potere le cose potranno solo peggiorare. Qualcuno del pubblico ha avanzato l'ipotesi di abbattere Marinara con le ruspe, ma nessuno dei 5 candidati ha raccolto la provocazione e tutti hanno sostenuto che, in ogni caso, Marinara resta, va riqualificata e messa in valore.

 

DOMANDA 7 - Questa domanda verteva sull'erosione a Lido Adriano e Lido di Dante e sulla chiusura anticipata dell'attività della piattaforma Eni Angela Angelina.

Tutti hanno concordato sulla necessità di chiudere al più presto l'impianto estrattivo dell'Eni. Qualcuno ha polemizzato sul fatto che ciò non sia ancora stato fatto malgrado l'evidenza dei danni della subsidenza. La Sutter ha aggiunto che l'Eni deve anche essere costretta a investire nel territorio che ha subito danni per ripristinarlo e che ci sono gli strumenti di legge appropriati per obbligare Eni a farlo.

 

DOMANDA 8 - Ai candidati è stato chiesto di illustrare un progetto, uno solo, fra i tanti, per riqualificare e rilanciare i lidi.

Ha cominciato Michele de Pascale che ha lanciato l'idea forte di realizzare a Marina di Ravenna il più grande Beach Stadium d'Europa per rilanciare la nostra spiaggia sul terreno del binomio divertimento sano e sport. Ma la proposta, benchè suggestiva, è stata accolta con gelo dalla sala. Maurizio Bucci ha detto che lui non ha un'idea ma cento idee e che se si aprono le porte del Comune agli operatori economici di Ravenna e si dà loro fiducia di idee ne saltano fuori mille. Sul punto il più efficace è stato però Massimiliano Alberghini che ha replicato seccamente a de Pascale: ma quale Beach Stadium? Vuoi fare una Marinara 2? La battuta era nell'aria ed era facile da fare, in ogni caso è andata a segno e s'è presa un grande appluaso. Poi Alberghini ha affondato la lama del coltello e senza enunciare un suo progetto specifico ha detto: il mio vero progetto è mandare a casa il PD. Raffaella Sutter ha parlato delle aree di degrado di Lido Adriano e ha suggerito di puntare prima di tutto sul recupero di quella località, la più popolosa del mare. Infine Michela Guerra ha chiuso insistendo sui collegamenti fra i lidi e la città di Ravenna e fra Ravenna e il resto d'Italia e del mondo, attraverso un potenziamento delle infrastrutture e dei trasporti. Tutto questo per ritrovare un legame permanente fra Ravenna e il suo mare e per fare in modo che prima di tutto ai lidi ci si possa arrivare più facilmente.

 

L'assemblea si scioglie dopo circa 100 minuti. Confronto vivace e interessante. E con una sorpresa: il più esperto e il favorito - Michele de Pascale - stavolta ha molto faticato a tenere testa ai suoi avversari. Anzi, sul suo terreno, il turismo, gli altri lo hanno attaccato e hanno sostanzialmente vinto il confronto. Forse non cambia nulla rispetto al voto del 5 giugno. O forse, invece, è un segnale che non tutto è già scritto e che dalle urne fra 10 giorni possono ancora saltare fuori sorprese.

 

A cura di P. G. C. 

26/05/2016

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Forse De Pascale ha pagato dazio in stanchezza, a seguito dei numerosi tour de force in cui si e' prodigato per visitare e colloquiare in tutti i circoli e sedi Pd del forese; alla lunga deve risultare assai faticosa la cosa, anche perche' ogni localita' ha i suoi problemi e non puoi proporre ovunque il medesimo copione.I suoi competitor che meno hanno fatto tale tipo di propaganda politica, anzi alcuni proprio per niente, sicuramente sono saliti sul "ring" con piu' energia, e si sa che nei dibattiti politici e' quel "quid" che fa la differenza, molte volte piu' delle idee espresse, perche' il pubblico la percepisce, e ne rimane favorevolmente impressionato.Aggiungiamo poi che se qualcuno si porta da casa "la claque",il gioco e' fatto!!
26/05/2016 - neviobaldini
La speranza per Marina di Ravenna è che si vada al ballottaggio.
26/05/2016 - Veritas
Il PD ha tradito la mission e la base elettorale. C'è oggi l'arroganza al potere sempre disponibile a soccorrere banche, lobby
26/05/2016 - poco male
Davvero deludente. 80 percento dei presenti erano tifosi...risate e applausi solo per le battute, pochi contenuti troppi comici. Se questo è il livello meglio guardare Berlusconi a Porta a Porta.
26/05/2016 - Francesco
Questo report denota una specie di compiacimento nei confronti delle accuse contro de Pascale... Normalmente un testo giornalistico dovrebbe essere neutrale ... E riprendendo quello che dite poi alla fine nessuno di questi candidati ha formulato delle ipotesi di progetto per rilanciare Marina ma si è limitato a slogan populisti anti PD... E questo dovrebbe convincere il cittadino che si appresta a votare ??? Ci vogliono proposte concrete non urla e insulti poco intelligenti... E mi sembra che de Pascale sia l'unico ad avere delle idee vincenti !
26/05/2016 - Martina
E' una vita che Ravenna è governata dalla sinistra, coi tristi risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Se vogliamo cambiare, credo che dovremmo sperimentare qualcosa di nuovo...
26/05/2016 - Loris
De Passcale in difficoltà su tutto: si vede che non consoce la realtà Ravennate ed in questo caso dei lidi ravennati, non riesce ad essere cedibile perchè il partito che rappresenta ha fatto troppi disastri per ottenere nuovamente fiducia ... ballottaggio certo!
26/05/2016 - MAURO
Certo che se il successo si calcola con l'applausometro siamo messi male. Le sparute claque di fedelissimi e tifosi hanno fatto il loro dovere, entusiasmandosi spesso per battute scontate e francamente davvero poco comiche..... Per quanto riguarda le risposte, decisamente imbarazzanti, in particolare di Bucci che ha talmente tanti progetti in testa che non ne dice neanche uno e di Alberghini che proprio di progetti non ne ha! In ogni caso, per inciso, come mai ora tutti vogliono chiudere Angela Angelina quando invece i loro gruppi politici sia in consiglio comunale che provinciale hanno votato tutti contro l'ordine del giorno che ne chiedeva la chiusura anticipata rispetto alla scadenza della concessione?
26/05/2016 - Giuseppe
Non saprei dire chi ha vinto e chi ha perso, ma usare gli applausi come metro di giudizio mi pare fuorviante dato che una discreta parte della sala era composta da persone vicinissime alla lega che applaudivano anche quando Alberghini diceva di non aver capito la domanda...
26/05/2016 - baudelaire
Concordo pienamente con Martina, Francesco, Giuseppe e Nevio che non conosco ma che hanno dato voce ai miei pensieri relativi all'incontro di ieri sera.Mi piace pensare che ci siano cittadini che sappiano discernere e scegliere conseguentemente.
26/05/2016 - Livia Santini
de pascale sembra di per sé un bravo ragazzo, ma essendo l'uomo del pd state pur certi che non invertirà la tendenza, perchè le direttive del partito non cambiano...certo, fare meglio di matteucci non sarà difficile, ma se si vuole cambiare davvero bisogna cambiare il partito al potere, cambiare la facciata non basterà!
26/05/2016 - bubu
Ma vi sembra il modo di riportare il dibattito di ieri sera ? Mentre leggevo, mi aspettavo di trovare scritto "e de pascale aveva la camicia sgualcita ". I lettori non sono tutti scemi. Proprio per niente.
26/05/2016 - Alice in wonderland
De Pascale è stato l'unico a presentare proposte concrete e interessanti e a rispondere nel merito alle domande. Gli altri candidati, aiutati da claque portate da casa, hanno solo lanciato slogan e attaccato De Pascale e il Pd. Non sarà che non hanno idee? Come pensano di governare i prossimi 5 anni? Serve molto di più che istrioniche performance come quelle di ieri sera per governare una città! Una nota sull'articolo: traspare chiaramente il compiacimento nel vedere attaccare il candidato sindaco del Pd...veramente poco professionale.
26/05/2016 - Mary
Povero De Pascale, paga i cocci rotti delle gestione Mercatali e Matteucci, Mi dispiace davvero per lui sono convinta che non è come questi due sindaci che hanno rovinato tutto!! Purtroppo Ravenna è in una situazione davvero disastrosa non ha nulla che a fare con la tranquilla e moderna Cervia! Mi permettete però di segnalare che peggio di De Pascale sono tutti gli altri partecipanti, nessun progetto valido per attirare i turisti e farli restare comodamente a Marina , il solito Bla bla bla ... ai pseudi-politici non manca mai!
26/05/2016 - Silvia
Il De Pescale pensava già agli aperitivi nei salotti della sinistra radical chic. È altamente improbabile che il PD possa presentare un progetto serio.
26/05/2016 - Neve
E figurati se la colpa non è di chi scrive! Penso che un giornalista possa e debba scrivere i suoi articoli come meglio crede, e i sostenitori di tutte le parti nessuna esclusa dovrebbero concentrarsi un pò di più sulle risposte dei loro candidati, sui contenuti. Invece sempre a puntare il dito su altro, a spostare il problema un pò più in la. Come dice Saviano "meglio dare la colpa a chi dice e non a chi fa"...meditate gente
26/05/2016 - Libero
Sarebbe ora di cambiare colore a Palazzo Merlato dopo 50 anni di potere assoluto. Marinara e' il piu' grande fallimento degli ultimi anni. Chi lo nega e' in malafede.
26/05/2016 - alberto
Succede questo quando i candidati vogliono prendere la poltrona senza presentare progetti risolutivi... i cittadini si ribellano! Tutti sotto Zero .... non siamo cosi stupidi e questa volta voteremo quello che presenterà nel foto finish dei progetti validi per farci uscire da questa melma .. e ci ne freghiamo dal quale partito è!
26/05/2016 - paolo pulp
Vi meravigliate che il PD a Marina sia sottotiro? Allora ragazzi non capite proprio niente: AVETE ROVINATO UN'ECONOMIA PER NON SAPERE CONTROLLARE QUATTRO UBRIACHI, quindi perderete e ve lo meritate. Movimento 5 Stelle, o Michela Guerra vi portera' al ballottaggio, e proveremo a rifondare il turismo a Marina, con regole giuste. Per quanto riguarda la LEGA e ANCISI ci siamo stancati di leggere denuncie su ravennanotizie senza poi concludere nulla. Seite scappati dal C.T. del Mare per una Presidenza....a proposito non ho visto consiglieri territoriali della Lega nella legislatura passata, come mai? Vedo che vi interessa molto il forese. Auguri
26/05/2016 - Veritas
Io c'ero. A me è parso che l'unico che ha fatto proposte concrete sia stato proprio Michele De Pascale, mentre gli altri hanno fatto praticamente solo battute (anche felici si...ma pur sempre battute). E' successo semplicemente che De Pascale non aveva le truppe cammellate come avevano gli altri...ma mi sorprende che il giornalista non si sia accorto di questo semplice e chiaro fatto.....
26/05/2016 - Pablo
Mi pare di capire da alcuni commenti che qui il problema più importante sia il giornalista che ha scritto l'articolo e non Ravenna. Tra una decina di giorni si deciderà il futuro della nostra città. Chi vuole fare il sindaco sarà meglio che se la guadagni e bene!
26/05/2016 - Precisino
Come se la sono guadagnata fino ad oggi i Sindaci del PD vero Precisino?
26/05/2016 - Veritas
Infatti per essere precisini : ribadisco che se si legge l articolo le uniche proposte (buone o brutte) le ha fatte De Pascale....dagli altri solo battute e siccome, per riessere precisini, una città non si governa con le battute ....ritengo che come proposte presentate il candidato De Pascale sia uscito bene. (A me l 'idea di Marina capitale degli sport di spiaggia piace)....poi capisco che possa anche esserci chi non è d accordo....ma vorrei sentire proposte alternative e non battute....giusto per la precisione ...
26/05/2016 - Pablo
Se volevate vedere le truppe cammellate di DePascale bastava andare all'incontro di Ra e Dintorni ai Passatelli...100 partecipanti di cui il 95 % a libro paga PD. Tutti estasiati dal suo genio.
26/05/2016 - A.
Vincerà NETTAMENTE De Pascale, ha un C.V vincente!
26/05/2016 - Babbeo
NON C'ERO E QUINDI NON VOGLIO COMMENTARE LA SERATA MA SOLO I COMMENTI. SECONDO QUELLO CHE QUI E' RIPORTATO SE L' UNICA PROPOSTA DI DE PASCALE E COSTRUIRE UN BEACH STADIUM BHE SCUSATE MA POTEVA ANCHE EVITARE DI DIRLO SE PENSA DI RISOLVERE IL PROBLEMA MARINA COSTRUENDO UNO STADIO ..... POI CHI ORGANIZZA COSA CHE NON CI SONO ALBERGHI AA FORSE PENSA DI FARLI ALLOGGIARE A CERVIA .
26/05/2016 - CESARE
La tassa di soggiorno la paghiamo, e mi sta bene, ma i soldi vengono reinvestiti sul posto come suggeriremo noi operatori, SENZA NESSUNO CHE CI FACCIA LA CRESTA, come ha detto la Guerra. SIG.ra GUERRA, se vince deve pero' mantenere la parola, m'raccmnd!!!!
26/05/2016 - Gestore
Il PD ha tradito ormai tutta la sinistra:i sindacati ed i lavoratori con la riforma del lavoro,l'ampi con la riforma costituzionale,le forze dell'ordine con la riforma della giustizia e persino docenti ed insegnanti con la riforma della scuola,a parte loro medesimi che comandano,ma chi dovrebbe ancora votarli?! #ADDIOPD
26/05/2016 - mauro prioretti
Sbraitate tanto poi alla fine non cambiera' nulla darete il voto sempre alla stessa corrente.
26/05/2016 - fabio
Molte le persone "a corteo"del loro candidato con applausi ad ogni battuta.Poca politica e molto show.Pochissimi in platea residenti sui lidi.De Pascale non ha potuto difendere l'indifendibile ma non è responsabile degli errori altrui.Mi pare persona corretta e onesta e avrà sicuramente il mio voto.
26/05/2016 - Daniela
Senza offesa per de pascale ma rimane un candidato espressione del pd; lo stesso pd che dice che letta (del pd) è incapace, come pure lo sono bersani, cuperlo, e tutta quella parte di persone per bene che costituiscono oggi la minoranza ma che sono coerenti con i valori di sinistra, difendono innanzitutto le regole e il rispetto vs le persone. La politica divide, anche i partiti, quando si sono verificate le condizioni. ma le offese personali. Non è solo una caduta di stile, è molto di +
26/05/2016 - dai dai
@Martina Ma voi sinistri non sapete proprio capire quando è il momento di ammettere i disastri fatti dai vostri uomini? E De Pascale è un altro uomo della sinistra che ha portato Ravenna allo stato in cui si trova oltre tutto non ha esperienza ne particolari note nel suo cv.
26/05/2016 - Emigrato
Caro "Gestore", ma che discorsi.... Non so cosa vi ha promesso la Guerra a voi .. immagino dei lidi. Che vuoi dire? che per voi ci saranno investimenti perchè avete il turismo e in altre parti del suolo comunale no? Ma i soldi non sono di tutti?
26/05/2016 - Campagnola
Be' non ero presente a questo incontro, ma ho letto l'articolo e tutti i commenti. Permettetemi un appunto malizioso sul commento di Babbeo: forse era meglio se cambiava lo pseudonimo, potrebbe risultare esilarante abbinato al suo commento.
26/05/2016 - Maria21
Metteucci è succeduto a Mercatali nel 2006 riconfermato nel 2011. Ora mi sembra che abbiamo un pò la memoria corta! Se anche il Matteucci UNO, come anche Mercatali, non ha fatto granchè per Ravenna, come mai nel 2011 Matteucci è stato riconfermato? E poi signori aspiranti Sindaci: anche il lavoro manca a Ravenna. Sopratutto per i giovani. Quindi rimboccatevi le maniche e fate qualcosa di concreto, senza proclami e tutti uniti: solo così la citta si può riprendere!
26/05/2016 - susy
Se tutti scomodano la "claque portata da casa" per giustificare la magra figura di De Pascale, allora vuol dire che la paura incombe. Invito a fare attenzione perchè l'articolo parla di Bucci come miglior candidato nel confronto di Marina e un lettore ha detto che la sala era colma di leghisti. Cercate di fare critiche centrate altrimenti siete peggio del caro PD che continuerete a votare nonostante tutto!!!
26/05/2016 - Franca
Temo che a Marzo del 2017 torneremo a votare, fortunatamente la magistratura e tributaria a Ravenna è il fiore all' occhiello italiano
26/05/2016 - Remo
Buongiorno a tutti , ero presente al dibattito e non ho bisogno di falsi nomi o nickname per dire il mio pensiero.Vivo e lavoro a Marina,conosco di persona e per lavoro le realtà dei pescatori e degli stabilimenti balneari e quindi degli imprenditori che investono e lavorano a Marina.Confermo quanto scritto nell'articolo,non è di parte ma è la verità. Maurizio Bucci , miglior candidato , tante idee , tutte realizzabili.Idee che ridarebbero qualità alla città,all'occupazione,alle famiglie,ai giovani , insomma a tutte le persone che vorrebbero vivere meglio. De Pascale,ottima persona ma una persona non cambierà un partito che da oltre 40 anni ha creato questi disagi.
26/05/2016 - Angelina Lauria
Questi confronti non hanno il potere di orientare e spostare neanche un voto! Servono solo a far lavorare un po' la stampa locale e digitare i commentatori seriali....... sfido chiunque a dimostrare che si è fatto un'idea concreta di un programma di governo alternativo della città e del turismo a quello di de Pascale nella giornata di ieri. Perciò non prendiamoci in giro, chi ha idee è uno solo, gli altri fanno folclore e populismo.
26/05/2016 - Giuseppe
Non se ne può più della centralità di Marina di Ravenna. Gli altri lidi sono meglio ma il ravennate non ci arriva.
26/05/2016 - NC
L'ampi...........Caro signor prioretti, capisco che si tratti di associazioni ben lontane dalle sue "idee", ma se non sa neppure di cosa sta parlando, sarebbe più corretto tacere...tanto più che qui si parlava di turismo, non di Massimi Sistemi....
26/05/2016 - Maurizio Ricci
De Pascale e' bravo e paga colpe non sue,ma sempre del PD. Gestione del turismo disastrosa di Mercatali, Matteucci, Corsini e Cameliani, per non parlare della inadeguatezza di Grazia Marini.... Ma degli altri candidati non ho fiducia.Inesistenti sul turismo le due Signore...
27/05/2016 - ottilia
Il tema a Marina era sul Turismo. De Pascale vuole fare un Beach Stadium? poteva comprarlo l'Amministrazione quando hanno fatto lo stadio per i mondilai di beach soccer e non l'hanno fatto perchè costava troppo....se questo è la soluzione per rilanciare il turismo...fate voi....qua nn siamo mica a Cervia Michele....quanti alberghi vedi a Marina? 2 ce sono di cui uno è un gran hotel....senza parole....
27/05/2016 - ANDREA
Sì parla sempre solo di Marina ma esiste anche Lido Adriano abbandonato a se stesso come pulizia e arredo urbano e siamo maggiori contribuenti Bucci speravo in te
27/05/2016 - Rita giovanna
Marina è morta perché la sera dopo le undici, se passi in uno stradello per andare in un bagno, rischi di essere aggredito e scippato, marina è morta, perché il lunedì mattina se vai alla caserma dei carabinieri, devi prendere il numero come al supermercato per fare la millesima denuncia del furto che hai subito in spiaggia o sulla tua macchina parcheggiata,molti poi le denunce le vanno a fare dove risiedono, Bologna,Modena,etc...etc... Marina è morta, perché quando la si poteva salvare davvero dagli ubriachi fradici, dagli strafatti e quindi magari riportare il turismo delle famiglie, si è preferito la vendita delle birre o altri alcolici, al prendine tre e ne paghi una, Marina è morta con il fallimento totale del cemento a tonnellate di Marinara e della sua gestione scellerata. Marina risorgerà, ma ci vorrà tempo,soprattutto bisognerà resettare tutto, chiunque diventi sindaco, sappia che Marina è una questione seria e va affrontata con serietà, le battute rimangono battute.
27/05/2016 - BASTIANCONTRARIO
Si continua a parlare di Matteucci "sceriffo" capace solo di divieti, ma si dimentica che cosa era Marina di Ravenna 10 anni fa, con migliaia di auto buttate dappertutto e idioti ubriachi a pisciare in pineta, senza dire quello che succedeva in spiaggia. Chi se lo ricorda e poi ha vissuto questi ultimi anni ad accompagnare i figli nelle serate al mare non è sfuggita la massiccia presenza delle forze dell'ordine ed anche la presenza di Matteucci stesso con loro in molte di quelle serate. Io da genitore mi sono sentito un po' più tutelato, non so gli altri che hanno figlioli che frequentano la nostra spiaggia d'estate. Che poi ci siano altri problemi e che deve essere fatto (molto) di più nessun dubbio, ma esiste un momento della emergenza (quella lo era veramente) in cui ha fatto bene Matteucci ad essere rigoroso, ed un momento della costruzione di fronte alla quale vediamo cosa saranno capaci gli altri.
27/05/2016 - dedo58
Dopo la pessima figura, giro di telefonate per sostenere il cervese e fargli credere di essere bravo. Stesso dicasi per le truppe cammellate presenti allo chalet dei giardini il 26 maggio. Ma se è così bravo perchè non lo hanno tenuto a cervia a fare l'assessore?
27/05/2016 - MASSIMO FICO
Basta e'ora di cambiare e'ora di voltare pagina per Alberghini bisogna votare !!
27/05/2016 - Max
FINALMENTE SI CAMBIA.. BUCCI SINDACO !!
27/05/2016 - Gianpaolo
È ora di levarsi il paraocchi gente... Beach stadium, siamo ridotti così nel 2016 a ravenna.. MANDIAMOLI A CASA CHE È ORA!!!
29/05/2016 - Fabio
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.