È ergastolo per Secondo Merendi, accusato dell'omicidio della madre Pia Rossini

È ergastolo per Secondo Merendi, accusato dell'omicidio della madre Pia Rossini
Nella foto un momento del processo a Merendi

Lo ha deciso la Corte d'Assise di Ravenna, che non ha concesso all'uomo nessuna attenuante, a causa del suo comportamento processuale. La donna è stata strangolata nell'appartamento che condivideva con il figlio il 14 aprile del 2015 a Barbiano di Cotignola

È stato condannato all'ergastolo Secondo Merendi, il 58enne accusato di aver ucciso la madre 81enne, Pia Rossini, il 14 aprile del 2015, strozzandola nel loro appartamento di Barbiano di Cotignola e simulando poi lo strangolamento con la cintura di un accappatoio per fingere l'opera di un malintenzionato, entrato per una rapina, come riporta un articolo de Il Resto del Carlino di oggi.


La Corte d'Assise di Ravenna ha così accolto la richiesta del pm titolare, Stefano Stargiotti che, aveva contestato all’imputato quattro aggravanti: premeditazione, ascendenza diretta, minorata difesa e coabitazione. In virtù della condotta processuale dell'imputato, non gli sono state riconosciute attenuanti. L'uomo avrebbe infatti "raccontato bugie sin dal primo istante", senza mostrar alcun segno di pentimento, arrivando poi a mentire anche alla Corte, "dicendo di avere saldato debiti con pagamenti inesistenti". Sempre secondo l’accusa, subito dopo il delitto, il 58enne aveva creato una messinscena, rovesciando la borsetta della vittima, aprendo gli armadi e sottraendo 200 euro.

Il presunto movente dell’omicidio è di natura economica: Merendi, affetto dal vizio del gioco, prelevava somme dal conto corrente della madre al punto che la donna non aveva più i soldi nemmeno per pagare le bollette delle utenze: dal 1° aprile 2015, madre e figlio, che condividevano l'appartamento, erano rimasti senza gas.

14/12/2016


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.