Domenica 26 Marzo 2017

LA POSTA DEI LETTORI / Piazza Kennedy: la beffa continua?

Giovedì 22 Dicembre 2016 - Ravenna

Trascorso meno di un mese dalle di chiarazioni del Sindaco, che ha promesso la rimozione dei famigerati gabinetti di piazza Kennedy, è in arrivo per i cittadini ravennati una nuova beffa? Invece di predisporre la rimozione, il Comune che fa? Completa i gabinetti con tanto di serramenti, infissi vetrati, porte e rifiniture esterne del prezioso manufatto.


Mentre tanti artisti devono provare a rattoppare temporaneamente la piazza disgraziata prima ancora che sia terminata, il Comune porta a termine il capolavoro, la vera sintesi delle aspirazioni estetiche ravennati. Come mai ha autorizzato il completamento? Non sono già stati buttati incautamente abbastanza denari pubblici? Se i “pissoirs” saranno eliminati da piazza Kennedy, non sarà necessario rimuovere, trasportare e poi rimontare in altra sede anche tutti i serramenti appena posti in opera? E chi pagherà? A questo punto, sorge più di un dubbio: o credono davvero che i cittadini si divertano ad assistere e a finanziare questi allegri balletti, oppure i gabinetti resteranno nella piazza, con buona pace di tutti.

MeetUp “A riveder le stelle”

19Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • mi sembra che nessuno tenga conto di ciò che pensano i cittadini.... poi se vogliamo è propio un'indecenza,quel manufatto nasconde tutta la piazza anche il bel palazzo restaurato da poco è UNO SCEMPIO....... E CHI PAGA????

    22/12/2016 - Gabriele

  • INCREDIBILE

    22/12/2016 - roberto vitali

  • Stanno aspettando che ci abituiamo all'idea. Tanto se non li rimuovono cosa possiamo fare? Tenerceli e brontolare...

    22/12/2016 - giovanna

  • purtroppo è evidente che siamo amministrati da totali incompetenti

    22/12/2016 - storie tese

  • Ma...

    22/12/2016 - Ginko

  • Ripropongo la mia idea: lasciarli dove sono ma aggiungendo un cartellolo con nome - cognome - qualifica dei progettisti / amministratori responsabili dell' esecuzione. Memoria praeteritorum malorum semper viget

    22/12/2016 - andrea

  • ma poi questi bagni pubblici, erano proprio così necessari? in pieno centro, uno può anche infilarsi in un bar se proprio non riesce a tenerla, no? ...a parte il fatto che i bagni pubblici ci sono già, a 100 metri da lì, in via pasolini...saranno 20 anni che non ci entra nessuno...l'utilizzo costa € 0,50, e allora scusate, ma piuttosto vado in un bar, ordino un bicchier d'acqua o un caffè, e poi uso i loro servizi...io ho come l'impressione che l'utilità dei bagni qui non c'entri molto, più probabile che ci si fosse accordati per foraggiare qualche impresa locale di qualche amico del pertito...se provate a controllare le società che hanno venduto/costruito/montato quei servizi, sono certo che avreste delle belle soprese.........

    22/12/2016 - bubu

  • Ottima idea Andrea! fata ciustè!

    22/12/2016 - sm

  • Beh per lo meno sono stimolanti..

    22/12/2016 - Gian Luca v.

  • che scempio - speriamo che tutti quei pali della luce peraltro storti abbiano un senso bruttissimi pure quelli- la galleria sotto il mare a istambul è stata inaugurata con 6 mesi di anticipo - se si controlla e si vuole si può - altro mondo il nostro o il loro ?

    22/12/2016 - Leo

  • signori e signore che commentate, purtroppo questa gente che ci amministra cosi bene l'avete votata voi , oppure vostri parenti e amici, e voi probabilmente non vi siete impegnati abbastanza nel cercare di convincerli a non farlo, con la solita scusa che tanto non cambierà mai niente e che sono tutti uguali. A questo punto ve li tenete per altri 4 anni e mezzo e zitti senza lamentarvi, che tanto ricordate che questi non vedono l ora di essere eletti per poi voltarvi le spalle, tanto sanno che alle prossime elezioni in un modo o nell altro vinceranno ancora. mi dispiace ma questa è la triste realtà. Buon natale

    22/12/2016 - pm

  • Ma dai bubu, i bagni sono necessari. Soprattutto a Ravenna carente di servizi igienici. Sono lì vicino? Ma un forestiero che ne sa dove sono. Lì in centro, dove passano tutti sono visibili e vanno bene. Un inquinamento paesaggistico? Lo fu anche la Torre Eifell, mi pare......

    22/12/2016 - sipi

  • Egr. sig. bubu, i bagni pubblici, come in tutte le citta' turistiche, servono, eccome.- lei dice ordino un bicchier d'acqua e mi infilo in un bar e la faccio!!! Poi?? circa 2 mesi fa, sono a Bologna e faccio come ha detto lei.- risposta della barista: il bagno non funziona!!! assolutamente non vero, perche' ragazzi che stavano facendo l'aperitivo entravano e uscivano!!!Ecco, magari segnalare che in via Pasolini ci sono, non sarebbe male!!!

    22/12/2016 - armando

  • caro bubu dimentichi che i bagni dei bar al 90% non sono accessibili ai disabili, comunque in ogni città che si rispetti i bagni pubblici devono esistere. In giappone ne trovi ovunque, puliti e gratuti...forse un giorno ci evolveremo anche noi.

    22/12/2016 - biz

  • A me non dispiacciono...giusto contrasto fra l'antico di Palazzo Rasponi e il moderno dei pisciatoi. Avanti così

    22/12/2016 - osservatore

  • @sipi; quando metti qualcosa in una piazza, la piazza stessa diventa la cornice di quella cosa. Noi abbiamo una cornice fatta di bei palazzi, che esaltano un cesso a forma di container. La torre eiffel, a qualcuno sarà sembrata brutta all'inizio, ma si trattava oggettivamente di un'opera di arte moderna. Quei cessi non sono un'opera d'arte. Fossero stati di vetro e acciaio a forma di cilindro, di cubo o di semisfera lo sarebbero stati, ma oggi come tra 200 anni, resteranno dei ridicoli capannotti messi lì da chi ignora totalmente cos'è Ravenna.

    22/12/2016 - Alessandro

  • Caro sig.Sipi, con tutto il rispetto paragonare Place de la Toilette alla torre Eiffel .... non Le sembra un po' azzardato ?

    22/12/2016 - Ruvido

  • scusate, mi sembra che sfugga a tutti che poco tempo fa qualcuno aveva PROMESSO la rimozione di questo obrobrio. la struttura è brutta, il comportamento di chi promette e non mantiene come lo definiamo?

    23/12/2016 - roberto vitali

  • A quanto ho letto i cessi cominciano a piacere! Via Pasolini sono lì da una vita! Come è una vita che non parcheggio in P.zza Baracca ma ci sono ancora?Ruvido hai più che ragione! Esageratoooo!!!!!!

    23/12/2016 - Pippi



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it