La Street Art di via IV Novembre dell’Associazione Dis-ORDINE sul giornale La Stampa di Torino

La Street Art di via IV Novembre dell’Associazione Dis-ORDINE sul giornale La Stampa di Torino

Sembra un buon inizio d’anno quello che, dopo le attenzioni della rubrica FILE URBANI di Rai Radio 3 e gli articoli di Mariella Busi De Logu sul Wall Street International Magazine, scopre l’interesse della stampa nazionale su un lavoro dell’Associazione Dis-ORDINE a cura di Agnese Navoni: la street art che in via IV novembre a Ravenna continua a suscitare l’attenzione di turisti e passanti che non perdono l’occasione di fotografarsi a fianco delle figure dipinte in sella alla propria bicicletta.

 

La teoria di biciclette con i ventitré personaggi legati alla storia di Ravenna diretti verso il centro cittadino dipinti dai giovani artisti dell’Associazione Dis-ORDINE è stata citata martedì da Luca Morino nell’articolo su La Stampa Da Muti a Casadei.

 

Ravenna ha un cuore trasversale nel novero delle proposte culturali della città. Cogliendo l’idea di Marcello Landi, lo scorso giugno, gli artisti Agnese Navoni, Anna Agati, Alessandro Lonzi, Filippo Maestroni, Desirè Gentilesca, Federico Ferroni, Francesca Grohl, Chiara Amato, Giorgia Pettinari, Lorenzo Scarpellini, Marco Alpi, Matteo Biserna e Giovanni De Marchi, hanno lavorato instancabilmente sulle pareti del Mercato Coperto in ristrutturazione, in via IV Novembre, in sicurezza e legittimità grazie alla disponibilità dell’Assessore Valentina Morigi e del Vice Presidente di Coop Adriatica Elio Gasperoni. Una bella soddisfazione per i giovani ex-allievi delle Scuole d’Arte di Ravenna emozionati dall’idea che il loro lavoro, promemoria sulle potenzialità culturali della città di Ravenna, susciti più interesse di molte altre iniziative simili ormai presenti in tutte le periferie di molte città.

 

Un’iniziativa in pieno centro cittadino che a voce dei commercianti, promotori del progetto, si dice che abbia contribuito ad una nuova identità della strada e dei suoi esercizi commerciali rilanciandone l’appeal e la frequentazione.

 

Una viuzza stretta, la via IV Novembre a Ravenna, un po’ in Dis-ORDINE, come ci piace, in cui convivono pedoni, ciclisti, biciclette, furgoni e mezzi vari in continuo transito, a stretto contatto con gli habitué dei locali seduti ai tavolini, ora anche del nuovo FRESCO Cocktail Bar dove, fino al 17 febbraio prossimo, è in corso una mostra di dipinti, disegni, video, mosaici e sculture, sempre degli artisti del Dis-ORDINE: Paola Babini, Stefano Babini, Rossella Baccolini, Mauro Bartolotti, Marzia Bianchi, Mariella Busi De Logu, Stefano Cangini, Silvia Colizzi, Angela Corelli, Giovanni De Marchi, Valeria Ercolani, Camilla Fiorentini, Fulvio Fiorentini, Simonetta Foletti, Silvia Gamberini, Marla Ingafù, Marcello Landi, Antonio Lenzi, Martina Marendon, Agnese Navoni, Elena Pagani, Elisa Simoni, Daniele Strada, Simona Stranieri, Enzo Tinarelli, Fabio Tramonti, Sara Vasini, Stefania Vecchi, Andrea Zaffi, Paolo Zanzi. Belle esperienze da continuare.

06/01/2017

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Bellissima questa iniziativa di dipingere muri o altro nella nostra città. Perchè non dipingere la torre dell'acquedotto di Via Sant'Alberto?? Sarebbe bello, spero si possa fare
06/01/2017 - chiara
Avanti così! Disegnate tutta la città! E grazie mille
06/01/2017 - Emanuele
la bicicletta di Landi....inconfondibile :)
06/01/2017 - wolwerone
Perdonatemi ma il mio concetto di arte e' distante dalla "Street art". Non capisco ma mi adeguo.
06/01/2017 - balluc
proposta per la prossima iniziativa di street art : i famosi cessi pubblici con Dante e "non fate l'onda!"Jack
07/01/2017 - jack feste
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.