LA POSTA DEI LETTORI / E poi dicono che il potere d’acquisto e dei salari è aumentato

Non sono un economista o un illustre governante, ma credo che il senso di realtà e anche di buon senso debbano in qualche modo prevalere. Raffiche di aumenti sui beni primari e sui bisogni reali delle persone in carne ed ossa, una sanità pubblica sempre più discriminante e non uguale per tutti e l’impoverimento sono drammatici dati di realtà. Sono un working poor (un lavoratore povero) che prende come salario poco più di mille euro. Vivo dentro la soglia di povertà e quando andrò in pensione sarò un pensionato povero ma loro si permettono di promuovere un indebitamento ulteriore per chi vuole andare in pensione qualche anno prima. 

 

Ci sono tanti disoccupati e molti anche nel nostro territorio. Ad aziende tipo Almaviva si permette il ricatto e magari si detassano e poi queste vanno in Albania o da altre parti e si apre una classica guerra tra poveri ovunque essi siano. La precarietà di giovani ed anziani è sempre più piena e produce sempre dolore, più ingiustizie e miseria e si innestano disuguaglianze e paure del vivere. Si incentivano guerre tra poveri e lavori in nero e sfruttamenti sempre più forti. Se dopo Renzi è arrivato Gentiloni - nel suo continuismo - io cittadino ed elettore di sinistra vedo in questo passaggio un nuovo-vecchio modo di far soffrire il popolo nella sua interezza e non solo quello di sinistra o centro sinistra. Grazie Istat e governanti, ma sapete voi cosa è la vita reale delle persone? Un saluto da un cittadino comune

 

Ivano Mazzani

06/01/2017

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Gentile amico Mazzani hai descritto la realtà nella quale viviamo.Sono pure io un povero lavoratore e guadagno 1150 euro ed e' durissima arrivare a fine mese.Siamo sfruttati,schiavi di questi politici, che sembra vivono sulla luna.Insensibili ai problemi dei cittadini.Ma e' l'egoismo,il male dei nostri tempi,la bramosia del dio denaro che ha contagiato tutti in primis i politici che l'esempio e il valore dell'onestà lo calpestano.Il sistema che vogliono lorsignori e' questo. Ci ribelleremo un giorno??
06/01/2017 - Giancarlo
Per me è ancora peggio. Sono senza lavoro ormai da 7 anni, vittima di un precariato che una volta passati i 40 anni di età ti consegna inesorabilmente alla disoccupazione senza ma e senza se. Puoi fare corsi su corsi ma quando ti trovi a competere con ragazzi che, grazie al progetto "garanzia giovani" alle aziende costano 150 euro al mese è dura. Vivo, o meglio sopravvivo, insieme ai miei 2 figli entrambi studenti, con poco pìù di 400 euro al mese, mantenimento imposto d un giudice che di certo non ha mai avuto di questi problemi e probabilmente mai ne avrà. La pensione non la vedrò mai, e mi fanno una gran rabbia i nostri politici che vivono come pascià alle spalle di chi si suda la pagnotta e non arriva a fine mese. Non voglio mica la luna se aspiro ad un lavoro che permetta alla mia famiglia di vivere dignitosamente.
06/01/2017 - disoccupata
...continuate a votare sinistra e a fare lucrare sulla vostra/nostra pelle banche, grandi società e poteri forti e poi vi lamentate??? Se fosse per i ravennati....(sto zitto che evito una querela)...Abbiate almeno il buon gusto di stare zitti!!!
06/01/2017 - Gpl
Caro Gpl, novello Napalm51, quale soluzione prospetti?
06/01/2017 - Paolo
Egr Gpl..d'accordo, cambiamo direzione, vogliamo votare M5S??? poi il capo che fa???? Prima cita Parise...elogiando il non superfluo!!! poi se va a Capo d'Anno a Malindi!!secondo Lei??? ci siamo????
06/01/2017 - armando
Gentile Paolo, sono in situazionesimile a quella del Sig Ivano e mi permetto di dirLe che bene ha fatto GPL a scriver quanto ha scritto nel suo post. Di fronte allo sfacio perpetrato da anni dal Partito dominante come mai ,in occasione dell 'elezione del sindaco di Ravenna ci siamo ritrovati la stessa gente al potere? Perche questi ce li siamo dovuti tenere?? Dare un segnale per dire che siamo stufi , no??' CambieRà o La Pigna o ALberghini vi sembravano un alterantiva così peggiore?? Almeno cambiavamo aria.!!!
06/01/2017 - ANNA M
Ohi...il "ventennio" berlusconiano non me lo sono sognato, c'è stato vero? e non era di sinistra... Ora ci sono le marionette del comico...ma credo che il livello del loro operato sia sotto gli occhi di tutti, o almeno di tutti coloro che hanno la capacità di capire le informazioni senza il bisogno di un ministro del "min.cul.pop" che gli filtri prima le notizie.. Che fare? anzitutto smettere di aspettare che siano gli altri che facciano qualcosa per te, e sarebbe già un buon inizio, oppure andare all'estero, dove legano i cani con la salsiccia...
06/01/2017 - marco
il comunismo da sempre ha oppresso i popoli impoverendoli...lo dice la storia lo dicono i fatti!.sempre con regimi dittatoriali/totalitari..ancora vi meravigliate?..
06/01/2017 - stalin
Gentile Mazzani, credo che lei abbia ragione da vendere. Fra l'altro il paniere di prodotti e servizi sul cui costo viene calcolata l'inflazione, secondo il mio modestissino parere è costruito ad arte per farla sembrare bassissima. Bisognerebbe organizzare un po' di ricerche su questo fatto, perchè credo ci sarebbero delle belle sorprese.
06/01/2017 - Giovanni lo scettico
Dovevano diminuire nel 2018 le tasse sul lavoro IRPEF ma sembra che non ci sono le coperture però 20 miliardi di euro per salvare banche fallite più volte( Monte dei Paschi e altre) li hanno trovati subito con la scusa di salvare posti di lavoro e sistema.20miliardi sono un sacco di soldi potevate abbassare le tasse sul lavoro non è giusto
06/01/2017 - Fabio
Credo che nessun politico abbia la volontà o capacità di governare nel rispetto dei cittadini!!!
06/01/2017 - maria
Secondo me non e' una questione di sinistra. La situazione sarebbe la medesima, perche' giu' a Roma non gliene frega niente di noi .
07/01/2017 - emma60
Se votando Renzi si crede di dare il voto alla "sinistra ", è necessario rifare il punto della situazione.
07/01/2017 - Franco Morigi
Destra?...Sinistra? ...A me sembra che l'unica differenza sia tra politici e popolo!
07/01/2017 - Andrea
Caro stalin,siamo ormai nel 2017,bisogna che cominci seriamente a pensare di farti curare.
07/01/2017 - l'altro Eugenio
sono solidale con Mazzanti ma non con quelli che scaricano tutta la colpa da una parte politica, forse si dimenticano che se è vero che il marcio è uscito adesso, tanti hanno lavorato per raggiungere questo risultato e non credo proprio che i 5 stelle siano migliori visto che il loro CAPO ha di nuovo raggiunto la popolarità da quando non fa più il comico (si fa per dire)
07/01/2017 - Gino
@l'altro eugenio..visto l'effetto che le cure hanno fatto su di te , io neppure inizio!!:-)))))
07/01/2017 - stalin
Gino...adesso da pure la colpa ai 5 Stelle e allora si capiscono molte cose, non è mai responsabilità di nessuno e se lo è allora è di quelli che non hanno mai governato.
07/01/2017 - ANNA M
Ha ragione la sig.a AnnaM. quando ci esorta compatti a votare per chi ancora non è stato al comando e vedere se, per una legislatura non finisce il mondo, possa cambiare qualcosina chissà...
08/01/2017 - Gio
Abbiamo provato FI, stiamo provando il PD, perchè non provare il M5S? Se i mass media lo dipingono come il male secondo me è un punto in più a suo favore.Ale.
09/01/2017 - Ale
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.