Venerdì 24 Febbraio 2017

Gardin e Liverani (LN): "La SS16 come la Salerno-Reggio Calabria, non finirà nemmeno per il 2025"

Mercoledì 11 Gennaio 2017 - Ravenna
Samantha Gardin e Andrea Liverani

Restano critici su come si sta portando avanti il progetto, il capogruppo in consiglio comunale della Lega ravennate, Samantha Gardin, ed il consigliere regionale Ln, Andrea Liverani, all’indomani della riunione tenutasi in merito all’estensione della variante alla SS16: "Si potrebbe tranquillamente definire come la “Salerno-Reggio Calabria del Nord” - dicono dalla Lega -, con la differenza che la SS16 avrebbe soltanto il più modesto obiettivo di portare il traffico pesante fuori da Argenta e Ponte Bastia. Il condizionale, però, è d’obbligo, visto che di questo fantomatico raccordo se ne parla ormai da 40 anni".


«L’obiettivo di tagliare fuori i centri abitati è più che giusto – sottolineano Gardin e Liverani – peccato però che le amministrazioni  promettano di costruire solo un pezzo di strada con soldi che, a detta del consigliere regionale Pd, Bagnari, l’Emilia Romagna dovrebbe metterci e non è peraltro sicura di avere.» Un bel rebus, insomma, che alla Lega Nord sembra soltanto «l’ennesimo contentino dato alla popolazione che da anni sommerge i vari Comuni di petizioni».

La "telenovela" iniziò negli anni Settanta, con un progetto che prometteva di unire direttamente Ferrara a Ravenna. Tuttavia, visti anche gli ultimi accadimenti, «non lo vedremo concluso neanche nel 2025 – dicono Gardin e Liverani – al termine del PRIT (il programma delle infrastrutture dell’Emilia-Romagna; ndr). Causa anche della lentezza esasperante (circa un km all’anno) con cui procede il tracciato, per una strada tagliata ormai fuori dai corridoi viari della Ue, ma che subisce da troppo tempo il traffico pesante». 

Altro discorso spetta per la Statale Romea: parte integrante, quest’ultima, del corridoio E55 che collega Mestre a Cesena e, infine, a Roma, che ha visto negli anni subire sostanziali cambiamenti. «Nel programma con scadenza 2020 – tengono a precisare Gardin e Liverani – la Regione si era prefissata lo scopo di elevare ad autostrada il tratto Ravenna-Porto Garibaldi, ma nella pianificazione per il 2025 sentiamo solo parlare di rotonde, aree di servizio e altri interventi minori. La Regione ha come al solito poca lungimiranza: sono tutti interventi palliativi, in grado solo di procrastinare la necessità di una strada di vero scorrimento veloce. Quelli proposti  sono tutti interventi di piccola entità, che si possono appaltare ai soliti noti. La Regione ha chiamato,con poca fantasia, il nuovo piano “Buona Mobilità”».

8Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • Ha ha ha Gardin! pur di non parlare della zona residenziale nel porto e dell'Asp!? vi tengono sotto controllo eh! Abbiamo scommesso che avreste trovato una altra Ca..ta sugli immigrati! Va beh! Viva Ravenna!

    11/01/2017 - santerna

  • Mi chiedo di cosa stia "santerna" parlando e quale controllo?!?! non sarebbe male evitare di nascondersi dietro pseudonimi solo per fare accuse....Poi Immigrati dove? Legga meglio qui si parla di altro.

    11/01/2017 - Samantha Gardin

  • Servirebbe anche il collegamento Ravenna Venezia (autostrada)ma è pura fantascienza perche c'è gia',la cosi detta Romea che per fare 150 -170 KM cioe la distanza RA _ VE ci vuole mezza giornata.Evviva.

    11/01/2017 - Felice

  • Ottimo santerna! che cosa ci entra la SS16 in questo momento! Gardin! Mi auguro che il governo faccia cadere la giunta De Pascale per mancanza di democrazia e specialmente per mancanza di opposizione vera a chi governa e nomina un commissario per gestire la situazione fino alle prossime elezioni! Siamo stanchi di essere presi in giro!

    11/01/2017 - romano

  • 1 km all'anno... In Cina costruiscono 20 km in una settimana... Però poi rimangono! Alluvioni permettendo...

    12/01/2017 - Mah

  • Santerna Santerna... Dovevano chiamarla Lanterna!

    12/01/2017 - Roberto

  • no mio caro Felice, serve finire la SS16 in variante e poi raccordarla (la Regione ha già dato l'assenso su questo "pezzetto") con la A13dir: certo questo non basterebbe, infatti poi occorre collegare il raccordino SS16-A13dir ad Adria o altra località dove sia presente strada a gran scorrimento. [quest'ultima parte alla fin fine non sarebbe 'diversa' da un piccolo stralcio di E55 ;) ]

    12/01/2017 - D.M.

  • commento a parte sul "pezzetto" citato prima: la soluzione più logica senza strappare altro terreno alla cantieristica dei compagni di merende, sarebbe quello di interfacciare la SS16 (variante) con la A13dir (Ferrara mare) verso Portomaggiore, per brevità della distanza e maggior utilità per il collegamento pseudo-E55 verso il Veneto. Invece la Regione ha dato ok per fattibilità sul collegare la variante di Alfonsine con la Ferrara Mare quindi presumo passando da Anita o giù di lì: ciao ecosistema.

    12/01/2017 - D.M.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it