Mercoledì 29 Marzo 2017

Minacce su Facebook a Manuel Poletti, rintracciato il presunto autore

Mercoledì 11 Gennaio 2017 - Ravenna
Manuel Poletti

Si tratterebbe di un pensionato 65enne residente nel milanese

E' un pensionato 65enne, residente a Milano, il presunto autore delle minacce e delle frasi diffamatorie pubblicate su Facebook nei confronti di Manuel Poletti, il figlio del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. Ne da notizia l'agenzia di stampa Ansa in una nota di oggi.


Nell'ambito delle indagini coordinate dalla procura della repubblica di Forlì, affidate al sostituto procuratore Lucia Spirito, i carabinieri del nucleo investigativo di Ravenna, affiancati dai loro colleghi milanesi, hanno eseguito una perquisizione presso l'abitazione del 65enne, indagato per l'ipotesi di reato di minacce e diffamazione.
   
Dalla perquisizione è emerso che il profilo Facebook usato per pubblicare i post minatori e diffamatori è in uso all'uomo. Tutto il materiale informatico trovato è stato sequestrato e messo a disposizione della sezione informatica dei carabinieri di Milano per le necessarie analisi.

11Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • Hanno usato metà della Legione Carabienieri Emilia Romagna e metà della procura della Repubblica per rintracciare un pensionato che minaccia un raccomandato via FB? È la fine. Ravenna Notizie non puoi censurarmi questo. Fallo per la luce della democrazia.

    11/01/2017 - Cappuccetto Rosso

  • E no !! Io spero invece che venga condannato e gli tolgano tutta la pensione per rifondere i danni!! Troppo facile. Insultare, denigrare, minacciare via web è reato!! .... come lo sarebbe al bar.....vogliamo o no mettercelo in testa!!??

    11/01/2017 - Pablo

  • Sicuramente per la ragazza del napoletano che si è suicidata perché il filmino ard era finito in rete ancora oggi non c'è un colpevole. Votate gente votate.

    11/01/2017 - Dom

  • Gentile Cappuccetto Rosso, non si preoccupi. Se ne sono viste delle peggiori!

    11/01/2017 - Giovanni lo scettico

  • Cappuccetto Rotto, quella era bella ;')

    12/01/2017 - Roberto

  • FB non va certo preso con importanza e x i suoi contenuti, ma se tuo figlio avesse ricevuto una busta con dei proiettili e le forze dell'ordine non si fessero mosse, in nome della democrazia, cosa avresti detto Cappuccetto Rosso???

    12/01/2017 - elio62

  • Cappuccetto rosso,se da domani cominci a ricevere minacce,insulti,lettere contenenti bossoli e via discorrendo,poi me lo vieni a raccontare se non ti rivolgi ai Carabbinieri,e se rimani felice e sereno/a, anche se non trovano il colpevole.

    12/01/2017 - l'altro Eugenio

  • no aspetta un momento..Ok la democrazia e ok che chiunque possa scrivere, ma è chiedere troppo di poter leggere commenti che abbiano un minimo e vago nesso logico? Dom...echeciazzecca il suo commento? Lo sà che potrebbe essere pure colpa delle scie chimiche?... o dell'establishment, se preferisce...

    12/01/2017 - marco

  • bene. benissimo. se tutte le indagini portassero a risultati così brillanti in così breve tempo ...

    12/01/2017 - azteco

  • Quanto odio, quanto disagio. Non ho offeso nessuno ma vedo rancore nei miei confronti. Leggete bene il commento.

    12/01/2017 - Cappuccetto Rosso

  • Odio e disagio io non ne ho visti, abbiamo fatto solo delle riflessioni. Leggi bene i commenti.

    13/01/2017 - elio62



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it