Pazzi di jazz: presentata ieri la quarta edizione del progetto che coinvolge le scuole

Pazzi di jazz: presentata ieri la quarta edizione del progetto che coinvolge le scuole
Dizzy Gillespie

È stato presentata in Municipio a Ravenna alla presenza dell'assessore Ouidad Bakkali la IV edizione del Progetto didattico musicale Pazzi di jazz promosso da Ravenna jazz curato da Sandra Costantini, Catia Gori, Franco Emaldi e Marcello Landi. Sempre più folta la partecipazione al progetto di insegnanti di ogni ordine e grado delle scuole di Ravenna e forese. 

 

Importante il contributo del maestro Patrignani Direttore dell'Istituto musicale Verdi, che entra a far parte a pieno titolo di questa edizione del progetto, quale istituzione di alta formazione artistica della città. Il progetto è considerato esempio di realtà didattico educativa musicale virtuosa a livello nazionale e si è rivelato di interesse notevole anche agli occhi del Prof. Luigi Berlinguer, incontrato poco tempo fa dagli ideatori di Pazzi di jazz.

 

In questa edizione, nel centenario della nascita sarà reso omaggio alla figura di Dizzy Gillespie, in onore del quale saranno organizzate lezioni concerto e laboratori musicali con Paolo Fresu, Francesco Martinelli, Alien Dee e Ambrogio Sparagna. Stefano Babini, fumettista allievo di Hugo Pratt, improvviserà graficamente le interpretazioni musicali di Paolo Fresu. Ciò sarà occasione per tutti gli studenti che assisteranno a questo binomio artistico di poter a loro volta fissare, con immagini personali, le impressioni dello stile be bop proposto dagli artisti coinvolti. Gli elaborati degli studenti di Pazzi di jazz, saranno poi esposti sotto forma di un grande mosaico in una mostra nella Giornata del 30 aprile, data mondiale del jazz. La conclusione del Progetto sarà il concerto dell'8 maggio al Teatro Alighieri e l'evento è inserito nel Programma di Ravenna jazz. 


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.