Art. 1 MDP e Sinistra per Ravenna su Imu piattaforme: "Inaccettabile"

Secondo i due gruppi: "Una regalia per le compagnie petrolifere, un enorme danno per le comunità locali. I nostri parlamentari ne hanno già chiesto la cancellazione. Ci batteremo in tutte le sedi perché questa norma non diventi realtà, è in gioco il bene della nostra città"

"L'ipotesi di defiscalizzazione delle piattaforme di estrazione da Ici, Imu e Tasi è inaccettabile - dichiara Federica Degli Esposti, coordinatrice di Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista - I nostri parlamentari hanno già scritto una lettera al Presidente Gentiloni per chiedere la soppressione della disposizione che la prevede e se così non fosse presenteranno un emendamento per sopprimere la norma".

 

"É un atto che si configura come una vera e propria regalia alle compagnie petrolifere e che, soprattutto, arrecherebbe un danno enorme alle comunità locali, che per altro non sono neanche state consultate – sottolineano gli Assessori Baroncini e Morigi e i consiglieri comunali Mantovani e Rambelli - avendo effetto retroattivo la norma andrebbe a toccare risorse relative agli anni tra il 2011 e il 2016, mettendo a rischio decine di milioni di euro già previsti per la fornitura dei servizi o per investimenti".

 

"Con la sentenza 3618 del 24 febbraio 2016 della Corte di Cassazione che ha sancito che le piattaforme petrolifere siano soggette ad accatastamento e quindi assoggettabili all'Ici, e di conseguenza all'Imu e alla Tasi pensavamo che la questione fosse chiusa. Invece ci ritroviamo ancora una volta, con l'aggravante delle retroattività. Ci batteremo in tutte le sedi perché questa norma non diventi realtà, è in gioco il bene della nostra città.”

20/04/2017
 0

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.