La storia infinita dei Tre Ponti, un'interrogazione di Ancisi al sindaco

La storia infinita dei Tre Ponti, un'interrogazione di Ancisi al sindaco
La foto fornita da Ancisi

Il capogruppo di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, interviene sulla questione dei lavori sui Tre Ponti, chiusi nell'ottobre 2014 e non ancora riaperti alla circolazione per una serie di manutenzioni e lavori di sicurezza. E lo fa con un'interrogazione a risposta scritta rivolta al sindaco di Ravenna de Pascale, in cui chiede se l'amministrazione abbia concesso alla ditta appaltatrice un prolungamento dei lavori (la cui chiusura era prevista per Pasqua) e quali siano i tempi previsti attualmente per la fine dei lavori.


Tracciando la "storia" dei lavori sui Tre Ponti, Ancisi ricorda che inizialmente la previsione di fine lavori riguardava l'agosto del 2016, come assicurato dall'allora assessore ai lavori pubblici Enrico Liverani. Ma il "12 gennaio 2016 - precisa Ancisi -, il suo successore Fagnani si assestò - in parallelo col futuro vice-sindaco Fusignani - su un inizio dei lavori a giugno, in coincidenza con le elezioni comunali".

"Siccome a giugno non erano neppure iniziati i lavori - aggiunge Ancisi -, in una mia nota del 12 luglio 2016 inserii tale mancato avvio nei numerosi “entro giugno” promessi dalla squadra elettorale di De Pascale. Fagnani mi rispose immediatamente che il cantiere sarebbe stato aperto ad agosto, aggiungendo le ultime parole famose: “Come amministrazione comunale abbiamo rispettato i tempi che ci eravamo dati”.

"È stato necessario aspettare il 15 novembre perché l’Ufficio Stampa del Comune informasse la cittadinanza che sarebbero partiti mercoledì 16 novembre", continua Ancisi, con la demolizione e rifacimento dei ponti sugli scoli consorziali Canala e Cupa, in via Sant’Alberto, all’incrocio dei Tre ponti. I lavori prevedevano la demolizione dei ponti e la realizzazione di una nuova pavimentazione in conglomerato bituminoso su tutto il tratto. "I lavori sarebbero dovuti finire il 16 aprile, vigilia di Pasqua - nota Ancisi -. Il giorno dopo, Enzo Dalmonte, santalbertese molto interessato alla riapertura dei Tre Ponti, li ha visualizzati dall’alto, essendone  ancora sbarrato l’accesso. Dal video prodotto, ho estratto la fotografia allegata".

"Osservando le file delle barriere mobili che delimitano tuttora la carreggiata - conclude -, finalmente dotata della nuova pavimentazione in conglomerato bituminoso, si deduce che le banchine, i cordoli e i parapetti sono tuttora da realizzare, così pure tutta la segnaletica. Si sperava che i Tre Ponti fossero riaperti in tempo per l’avvio della stagione turistica".

21/04/2017

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Questi i soliti risultati targati PD locale a "trazione sant'albertese"(vedi segreterie, direttivi, consigli territoriali etc.etc.vari)...insieme a ponti vari poco sicuri, canali poco puliti per scarichi poco controllati, mezzi di trasporto pubblico poco presenti, sistemi di trattamento rifiuti obsoleti etc.etc.!? In piu' una miriade di finte promesse propagandistiche come caserme, case della salute, compensazioni da reinvistire nel territorio e sicurezze varie mai realmente mantenute!? Ma contenti loro...contenti tutti...ad ognuno il suo...piu' Democratico di cosi;-)
21/04/2017 - Mauro Prioretti
premesso che potrei sembrare fuori tema, ma qualcuno si degna di dare una tempistica seria nonchè attendibile relativamente al ponte dell'Albergone, senza rimpalli tra Comuni/Provincia/Enti vari? Mi sembra sia qualcosa di estremamente scandaloso ed inaccettabile la situazione attuale
23/04/2017 - confagricolo
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.