In spiaggia con il cane: si può a Casalborsetti, Lido di Classe e in tredici stabilimenti balneari

In spiaggia con il cane: si può a Casalborsetti, Lido di Classe e in tredici stabilimenti balneari
Foto di repertorio

Anche quest’anno i cani potranno accompagnare in spiaggia gli amici umani. È entrata infatti in vigore l’ordinanza comunale che, intendendo promuovere il benessere, la cura e la presenza degli animali, favorendo una corretta convivenza con l’uomo e tutelando salute pubblica e ambiente, consente l’accesso dei cani in alcuni tratti di spiaggia del litorale ravennate durante la prossima stagione balneare.


Sono due le spiagge interessate: a Casalborsetti nel tratto di spiaggia libera della lunghezza di circa 70 metri a sud dello stabilimento balneare "Overbeach" e a Lido di Classe nel tratto di spiaggia libera della lunghezza di circa 30 metri a nord della scogliera, trasversale alla foce del fiume Savio. Qui l’accesso ai cani è consentito dall’alba al tramonto dal 13 maggio al 30 settembre.

Hera provvede ad effettuare periodici interventi di pulizia e di risanamento dell'arenile.

L'accesso alle aree di spiaggia è subordinato al rispetto di alcune prescrizioni: possono accedere alla spiaggia esclusivamente i cani regolarmente iscritti all'anagrafe canina; i proprietari/detentori dei cani sono responsabili del benessere, del controllo e della conduzione degli animali e rispondono, sia civilmente che penalmente, di eventuali danni o lesioni a persone, animali e cose provocate dall'animale stesso; i proprietari/detentori dei cani hanno l'obbligo di provvedere autonomamente all'ombreggiatura dei propri animali con idonei dispositivi, alla fornitura di acqua pulita per l'abbeverata e per eventuali docciature.

I proprietari/detentori dei cani devono assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato alle esigenze di convivenza con le persone e gli animali che usufruiscono della spiaggia libera; i cani devono essere mantenuti al guinzaglio di lunghezza non superiore a metri 1,50; i proprietari/detentori hanno l'obbligo di portare con sé una museruola rigida o morbida da applicare ai cani in caso di rischio per l'incolumità di persone o animali, o su richiesta delle Autorità competenti; i cani possono fare il bagno in mare nello specchio acqueo antistante la zona indicata; è interdetto l'accesso all'area dei cani di sesso femminile in periodo estrale "calore"; i cani devono essere esenti da infestazioni di pulci, zecche o altri parassiti; i proprietari/detentori dei cani devono rimuovere immediatamente qualunque deiezione prodotta dagli animali, e, a tal fine, devono essere muniti di palette/raccoglitori idonei, da riporre negli appositi contenitori installati nell'area.

Le infrazioni saranno punite, se il fatto non costituisce reato, con sanzioni pecuniarie.

Inoltre il Comune, come previsto dall’ordinanza balneare della Regione, autorizza i concessionari degli stabilimenti balneari che ne fanno richiesta, all'accesso degli animali nelle proprie strutture, previa verifica della predisposizione di aree adeguatamente attrezzate, delimitate e riservate e di specifici requisiti igienico-sanitari.

Gli stabilimenti balneari che hanno fatto richiesta per l'accesso dei cani nei propri impianti sono: a Casalborsetti: Romeo; a Marina Romea: Aloha beach, Azzurro; a Marina di Ravenna: La duna degli orsi, White beach; a Punta Marina Terme: Profumo di mare, Dolce vita beach club;  a Lido di Dante: Classe; a Lido di Classe: Gustofino by Bagno Vanni, Jamaika beach, Cayo loco, 2000; a Lido Adriano: l’Arcobaleno.

19/05/2017
 7

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Di fatto i cani sono ovunque. La spiaggia tra porto corsini e marina romea un'unica sfilata di cani di tutte le razze e misure. I cartelli del comune non se li fila nessuno e i padroni accampano ogni scusa o ti insultano se dici qualcosa. Risultato si puo immaginare con mer..qua e la e cani che marcano il territorio ogni paletta, castello di sabbia o lettino che incontrano. Padroni beatamente felici come orgogliosi dei figli e nipotini. Una vegogna che diversi gestori di bagno assecondano e che il Comune tollera nonostante le ripetute e documentate segnalazioni.
19/05/2017 - gianni
Molto meglio i cani in spiaggia,se ben educati, che certi esseri umani incivili e maleducati.
19/05/2017 - flit
Eviterò con cura i bagni che lasciano entrare i cani.
20/05/2017 - Giovanni lo scettico
Grazie per aver scritto i nomi dei bagni che accettano cani.- qualcuno li frequentavo, saltuariamente.- da ora in poi li eviteremo.-concordo pienamente con commento di gianni.....è quasi una vergogna, cani ovunque!!!!
20/05/2017 - bilancia
Il problema non sono i cani ma i padroni maleducati. E comunque non pensate che un cane goda a stare in spiaggia con 40 gradi all'ombra....io vado ove mi è consentito andare ad un orario consono e premurandomi di raccogliere coi sacchetti eventuali fuoriuscite...anche in acqua. E comunque proporrei obbligo di raccolta anche a tutti quei genitori che lasciano i figli liberi di utilizzare la spiaggia come una latrina a cielo aperto solo perché è più veloce che recarsi alla toilette .
20/05/2017 - Ilaria
Anche in spiaggia, adesso? Già in alcuni supermercati è presente il carrello spesa con apposito porta-cani, e già mi sembrava una porcheria: adesso pare che anche gli stessi gestori degli stabilimenti balneari addirittura RICHIEDANO di garantire l'accesso ai cani alle loro attività...Il prossimo passo quale sarà? Un recinto dedicato all'ingresso delle chiese?
21/05/2017 - Maurizio Ricci
Per far fare il bagno al cane, segnalo il laghetto che si trova nel nuovo parco vicino alla Comet. L'acqua è pulita e sorge da sotto e serve per gli orti che il Comune ha creato nel parco stesso. Poi i cani corrono nell parco ed in 10 minuti si asciugano. Essendo l'acqua dolce non serve poi nessuna doccia dopo.
21/05/2017 - Bici
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.