Russi, arrestati due "insospettabili": beccati con un chilo di cocaina

Russi, arrestati due "insospettabili": beccati con un chilo di cocaina

La Polizia di Stato nell’ambito di una articolata indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Ravenna - P.M. dott.ssa Monica Gargiulo - ha arrestato in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, due persone, un 32enne e un 25enne, entrambi di origine albanese (non sono state fornite altre generalità, n.d.r.), entrambi residenti a Russi, assieme alle proprie famiglia, trovandoli in possesso di oltre un chilo di cocaina. 


Gli investigatori dell’Antidroga della Squadra Mobile da tempo osservavano i movimenti dei due, entrambi con una regolare attività lavorativa, privi di precedenti di polizia e quindi insospettabili, che parallelamente all’occupazione svolta, gestivano una consistente attività di traffico di cocaina.

Un primo riscontro all’ipotesi investigativa, era stato conseguito nel mese di marzo, quando gli investigatori erano riusciti ad individuare un consistente quantitativo di droga nascosto dai due, sulla massicciata della linea ferroviaria Ravenna-Russi, in aperta  campagna, dentro una bottiglia di plastica, nascosta tra gli arbusti e riempita di riso per preservare la droga dall’umidità. Lo stupefacente era stato sequestrato e grande era stato lo stupore dei due complici nel non ritrovare la droga, una volta pronti per immetterla sul mercato.

Martedì scorso, nella convinzione di intercettare una consistente partita di droga, dopo un pedinamento durato tutta la giornata, è scattato il blitz da parte degli agenti della Squadra Mobile. I due giovani sono stati fermati entrambi o bordo delle proprie autovetture al ritorno del lavoro a pochi metri da casa, dove sono state eseguite le perquisizioni che hanno consentito di sequestrare a casa di E.F. 25enne,  all’interno del garage, 11 involucri avvolti con nastro adesivo da pacchi di colore marrone, contenenti complessivamente oltre un chilogrammo di cocaina, celati all’interno di una pentola a pressione contenente riso mentre in una camera da letto erano custodite 15 dosi già confezionate, oltre a materiale per il confezionamento delle dosi, due bilance di precisione digitale.

F.E., 33enne, è stato fermato al rientro nella propria abitazione insieme alla moglie, deferita all’autorità giudiziaria in stato di libertà, e trovato in possesso di 7 dosi di cocaina, sottoposte a sequestro unitamente alla somma in contanti di €.2.230. Le operazioni sono poi proseguite su di un appezzamento adibito ad orto, in uso ai due coniugi, a poca distanza dall’abitazione, dove, grazie ad un accurato controllo, sono state rinvenute ulteriori 98 dosi sotterrate alla base di un albero, per circa 65 grammi di cocaina.

Al termine degli atti i due albanesi sono stati arrestati e, come disposto dal Pubblico Ministero, sono stati associati presso la casa circondariale “Port’Aurea” in attesa dell’udienza di convalida.

19/05/2017

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
"insospettabili"... ahahah!!!
19/05/2017 - Ravennate24ore
Si integrano e delinquono.
19/05/2017 - gianca
Fantastico.....bellissima gente le risorse del futuro ! s.m
19/05/2017 - silvy
a casa loro immediatamente !
19/05/2017 - maria
Speriamo che li tengano in galera ,altrimenti una volta fuori sarà sempre uguale(ma se li mandassimo a casa loro a scontare la pena espulsione immediata)
19/05/2017 - Zorro
se li mandiamo a casa loro.....dopo chi paga le vostre pensioni??:-)))):-))):-)))):-)))
19/05/2017 - stalin
hahahahaha insospettabili....certo, come no, siamo pieni di insospettabili tunisini, marocchini, albanesi, rumeni, bulgari....hahahahahaha tutti a passeggio dalla mattina alla sera eppure campano benissimo, chissà come mai....vuoi vedere che a pensar male qualche volta si indovina....
19/05/2017 - Hypersthene
Stalin, pensi che con lo spaccio di droga ci paghino le nostre pensioni o fanno morire i nostri figli e nipoti!!!!!!
19/05/2017 - Zorro
I miei complimenti ai ragazzi della s mobile!!STEFANO.
19/05/2017 - Stefano
Mandiamo a casa loro gli spacciatori e, già che ci siamo, mandiamo anche a cagare i consumatori (nostri simili, connazionali, conterranei, che parlano come noi e dicono uei ciò) che alimentano questo mercato di criminalità e veleno. Come mai non leggo mai una parola di biasimo nei loro confronti? Se non ci fossero i consumatori non ci sarebbero neanche gli spacciatori.
20/05/2017 - Marco O.
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.