Edilizia scolastica: 16 cantieri aperti e quasi 5 mln di euro spesi per manutenzione e ampliamenti

Edilizia scolastica: 16 cantieri aperti e quasi 5 mln di euro spesi per manutenzione e ampliamenti

Ormai completato l’affidamento dei lavori per la costruzione del polo scolastico a Lido Adriano

Scuole chiuse per gli alunni, ma apertissime per gli operai e i tecnici edili durante i mesi estivi, periodo nel quale ogni anno il Comune interviene con lavori di ampliamento e manutenzione degli edifici scolastici: nell’estate 2017 sono stati spesi 4,8 milioni di euro per ampliamenti e interventi di manutenzione straordinaria che hanno registrato l’attività di 16 cantieri.

 

Sono compresi i lavori di ampliamento della scuola primaria e secondaria Ricci Muratori, che si sono conclusi in aprile; ora saranno attive le nuove 16 aule più quella destinata alle attività psicomotorie. L’intervento è costato 2 milioni e 500mila euro.

 

“Si è trattato di interventi – affermano l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Fagnani e l’assessora alla Pubblica istruzione e infanzia Ouidad Bakkali - in molti casi già programmati e in altri resisi necessari in seguito al fortunale del 28 giugno. Inoltre è stato quasi completato l’affidamento dei lavori per la costruzione del primo stralcio del polo scolastico a Lido Adriano, che prevedono la realizzazione di una palestra regolamentare per pallavolo e basket con una piccola tribuna, 10 aule per due corsi di scuola primaria e 2 per arte e musica, per un investimento di 3,5 milioni".

 

"Siamo molto soddisfatti di quanto si è riusciti a realizzare in vista dell’apertura del nuovo anno scolastico - aggiungono -, nella convinzione di avere ulteriormente migliorato i nostri edifici scolastici poiché il comfort e la sicurezza dei nostri ragazzi sono e sono sempre stati una priorità dell’amministrazione comunale”.

 

Numerosi sono stati gli interventi di manutenzione straordinaria, volti al mantenimento e al miglioramento degli edifici esistenti. La sostituzione degli infissi esterni per migliorare il comfort ambientale e al tempo stesso contenere i consumi ha riguardato l’asilo nido e la scuola d’infanzia Garibaldi in via Santi Baldini (333mila euro), le scuole primarie Pasini di via Caorle (480mila euro), Ceci di Ponte Nuovo (70mila euro), Garibaldi di via Rubicone (400mila euro).

 

Lavori di mantenimento degli edifici (coibentazioni, rifacimento di controsoffitti, di servizi igienici, di persiane esterne, di pavimenti, di riqualificazione dei locali eccetera) sono stati effettuati nella scuola dell’infanzia Imparo giocando a Lido Adriano (50mila euro), nelle scuole primarie Cavina a Porto Fuori (148mila euro) e Grand’Albero a Madonna dell’Albero (99mila euro), nelle scuole secondarie Ricci Muratori in piazza la Malfa (350mila euro), Montanari in via Aquileia (120mila euro) e nell’Istituto musicale di studi superiori Giuseppe Verdi in via di Roma (50mila euro).

 

Per quanto riguarda le aree esterne, in seguito al fortunale del 28 giugno è stato necessario intervenire con la rimozione di molti alberi caduti e l’avvio di un monitoraggio per il controllo di tutte le alberature presenti intorno e dentro alle scuole.

 

Oltre a questi interventi straordinari, nelle aree esterne ne sono stati eseguiti altri, programmati: nelle scuole dell’infanzia Fusconi a Borgo Montone (40mila euro) e Pasi in via Rasponi (10mila euro), nelle scuole primarie Camerani in via Batuzzi (170mila euro), Mameli a Marina di Ravenna (40mila euro), Rodari a Mezzano (19mila euro).

13/09/2017

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.