Dis-Ordine, progetto il Giardino del Labirinto: Open Lab all'ex convento dei Cappuccini di Ravenna

Dis-Ordine, progetto il Giardino del Labirinto: Open Lab all'ex convento dei Cappuccini di Ravenna
Nella foto il render dei triangoli davanti al carcere di Ravenna

Giovedì 19 ottobre alle 19.30 si potrà assistere e partecipare alla realizzazione di alcuni moduli in mosaico

Proseguono gli incontri del progetto per il Giardino di fronte al carcere di Ravenna, Il Filo e Le Ali – Il Giardino del Labirinto: un percorso di consapevolezza con un laboratorio di mosaico aperto al pubblico a cura dell’Associazione Dis-Ordine.

All’ex convento Cappuccini di via Oberdan dove, grazie all’ospitalità di Padre Claudio Ciccillo e dei suoi collaboratori, il Dis-Ordine ha trovato spazio per attività legate al progetto, giovedì 19 ottobre alle ore 19.30 si potrà assistere e partecipare con le ex allieve del Liceo Artistico di Ravenna Soraia D’Accico, Giorgia Miccoli e Laura Miccoli alla realizzazione di alcuni moduli in mosaico per il labirinto pavimentale in preparazione per maggio 2018. Nell’occasione sarà possibile, per quelli che vorranno partecipare individualmente al progetto, ritirare telaio e malta occorrente per la realizzazione della propria opera entro marzo 2018.

Il Giardino del Labirinto, appena presentato nell’ambito della V edizione della Rassegna Biennale di Mosaico Contemporaneo, sarà la prima opera stabile realizzata a Ravenna in modo corale da tutti gli ex-allievi delle Scuole d’Arte. Per informazioni: dis-ordine.it/dis-ordine-a-portaurea/

Il progetto, avviato grazie all’idea del fotoreporter Giampiero Corelli per approfondire il tema “Dante Eco Green” e sviluppato in collaborazione con LandShapes di Paolo Gueltrini, si riferisce agli elementi della natura presenti nell’opera di Dante. Il percorso sarà sviluppato attraverso 169 moduli triangolari in mosaico, sia in richiamo alla tarsia presente nel labirinto di San Vitale, sia come traccia verso la direzione concettuale “E quindi uscimmo a riveder le stelle.” (Inferno XXXIV, 139).

La serata si svolgerà all’aperto nel giardino dell’ex-convento, sarà documentata da foto e video riprese allietata dalle suggestioni sonore di Trijazz Mosaico Di Libertà a cura di Catia Gori con la partecipazione del giovanissimo crooner Giacomo Puglise. Alla chitarra Gigi Tartaull. Aperitivo a cura di Rosanna e Edoardo Missiroli. Il progetto generale si avvale della collaborazione e del sostegno di Siderurgica Ravennate, Cmc e Gama Castaelli.

18/10/2017


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.