Nave intraversata nella darsena di città per il forte vento: è la Lady Aziza

Nave intraversata nella darsena di città per il forte vento: è la Lady Aziza
Lady Aziza transitata sul lato sud della darsena di Ravenna

L'imbarcazione è transitata sul lato sud della banchina: necessario l'intervento di un mezzo nautico che trasporti Lady Aziza presso la sua postazione dove verrà rimessa in sicurezza

Aggiornamenti ore 11:30

Le forti raffiche di vento di questa mattina, lunedì 13 novembre, hanno spezzato gli ormeggi a poppa dell'imbarcazione, che è così transitata sul lato sud della darsena.


Il gruppo "Ormeggiatori del Porto" ha messo in sicurezza la nave via terra e al momento aspetta direttive dall'Autorità portuale, perchè, a causa del forte vento, è necessario l'intervento di un mezzo nautico che, sollevato il ponte mobile, acceda in darsena per rimorchiare Lady Aziza e riportarla presso la sua postazione, dove verrà ormeggiata e così rimessa in sicurezza. 

Si tratta di condizioni meteo eccezionali: in darsena l'acqua è salita fino a 70 cm e un'ora e mezza fa a Marina di Ravenna si sono registrate forti raffiche di vento fino a 50 nodi.

13/11/2017

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
E adesso dite che anche questa è colpa del PD.... del Sindaco....
13/11/2017 - mi
..dove verrà RIMESSA in sicurezza, speriamo che questa volta gli riesca un po' meglio! L'augurio è che i danni eventuali alla banchina e alla nave li paghi chi l'aveva messa in sicurezza la prima volta!
13/11/2017 - Pilotina
@MI..sicuramente non e' colpa di colori a cui Voi "soliti noti" addebitate tutte le calamita'..locali o nazionali!!..c.d. pentastellati!
13/11/2017 - stalin
Pilotina, evinco dal suo lessico povero e sgrammaticato che lei , oltre a non aver frequentato scuole nautiche o di marineria, non ha nemmeno forse, avuto il diploma di quinta elementare....La messa in sicurezza della nave è stata eseguita a suo tempo in maniera conforme alle normative vigenti che regolano il servizio di ormeggio con cavi resistenti già presenti a suo tempo sulla nave stessa, nonchè con cavi di rinforzo aggiuntivi, ergo, danni a strutture non sono assolutamente imputabili (soprattutto poi da lei) al personale qualificato che ha svolto suddette operazioni di messa in sicurezza nel dicembre del 2014.
14/11/2017 - Ormeggino
Bene! Come mai si sono rotti gli ormeggi ? Forse i cavi erano in bando ? Adesso chi paga per la messa in sicurezza (ormeggiatori - rimorchiatori - etc.) La colpa è sicuramente di qualcuno ma come avviene solo in Italia il colpevole la fa franca!!
14/11/2017 - ROBERTO
@Ormeggino: le operazioni di messa in sicurezza saranno senz'altro state eseguite a regola d'arte, non lo metto in dubbio, anzi ne sono certo, ma 35 mesi fa! Quello che non è accettabile, per chi come me va per mare da oltre quarant'anni e verifica periodicamente i cavi d'ormeggio della propria imbarcazione e di quelle vicine, è che chi è responsabile della custodia della nave non abbia fatto altrettanto, negli ultimi tre anni... Da dicembre 2014, abbiamo assistito a ben più di un "evento eccezionale", che non ha provocato problemi evidenti a Lady Aziza, ma sicuramente ha logorato i suoi cavi d'ormeggio, fino a sfinirli.
14/11/2017 - Ravennate24ore
Concordo con Roberto e Ravennate24ore @Ormeggino. A volte si perdono ottime occasioni per tacere......!
14/11/2017 - Vale
Se non siete del mestiere, non vi dovete nemmeno permettere di pensarle certe cose, cari i miei tuttologi dei miei stivali, la nave è sempre stata sotto osservazione e i cavi, visto che sapete tutto, non erano né danneggiati, né in bando, né mal posizionati. Pensate al vostro lavoro e fate l'amore più spesso invece di voler insegnare il lavoro agli altri, capre!
15/11/2017 - Pauzuzu
@Pauzuzu. Nonostante la saccenza e l'arroganza di chi si spaccia del mestiere,nessuno di questi " fenomeni" è stato in grado di motivare le cause della ROTTURA DEI CAVI della nave
15/11/2017 - baio
La rottura dei cavi può avvenire nel caso in cui le forze esercitate sui cavi siano superiori al carico di rottura del cavo stesso, oppure nel caso in cui il cavo assuma posizioni che lo facciano lavorare su spigoli vivi della nave causandone abrasione e conseguente taglio....Ogni nave a prescindere dal porto in cui approdi, dispone di cavi propri e il numero dei cavi utilizzati per l'ormeggio vengono stabiliti in base alla banchina in cui la nave debba attraccare.......Si potrebbe andare avanti per ore a dare nozioni di Ormeggio ed arte marinaresca a persone ignoranti che non altro hanno da fare se non denigrare l'operato altrui , ignoranti per intenderci capaci di annegare nella vasca da bagno, anzi, nella doccia....o di farsi scappare addirittura una tartaruga.
16/11/2017 - Mr_mestiere
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.