"Dis-ORDINE" porta il mosaico e la pittura nelle scuole materna e primarie di Ravenna

"Dis-ORDINE" porta il mosaico e la pittura nelle scuole materna e primarie di Ravenna
Gli alunni della scuola "Mordani" dell'ICS Guido Novello di Ravenna con l'associazione "Dis-ORDINE"

Martedì 21 e mercoledì 22 novembre sono stati realizzati 4 laboratori con gli alunni nell’ambito del progetto "Nessun parli….: musica e arte oltre la parola"

Martedi e mercoledì 21 e 22 novembre, nell’ambito del progetto "Nessun parli….: musica e arte oltre la parola", l’Associazione Dis-ORDINE ha proposto e realizzato quattro laboratori di mosaico e pittura nelle scuole materna e primarie di Ravenna, Landoni, Pascoli e Mordani dell'ICS Guido Novello.

L'iniziativa nazionale, alla quale hanno aderito 1350 scuole di tutta Italia, è promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti (Cnapm) presieduto dall’ex Ministro Luigi Berlinguer, per valorizzare la musica e le altre arti, anche nella loro declinazione digitale, come elementi centrali della pratica educativa nelle nostre scuole.

Ai laboratori, organizzati dalle ex allieve e dagli ex allievi del Liceo Artistico e Istituto d’Arte per il Mosaico Francesca Vitali, Sebastiano Bardella, Giorgia Baroncelli, Vittoria Gasponi, Clarissa Nuzzi, Gabriela Rigoni, Chiara Sansoni e Arianna Zama, hanno partecipato alternativamente piccoli gruppi di bambini che con grande entusiasmo hanno contribuito alla realizzazione di quattro moduli triangolari sui temi di acqua, aria, terra e fuoco per il labirinto pavimentale in mosaico che il Dis-ORDINE ha progettato per il giardino di fronte al carcere di Ravenna.

L’esperienza, coordinata dall’associazione Dis-ORDINE assieme alle insegnanti delle rispettive scuole, ha permesso ai giovani ex-allievi delle scuole d’arte di Ravenna, ora indirizzati su percorsi diversi che spaziano dall’Accademia di Belle Arti alla Facoltà di Conservazione di Ravenna a quella di Scienze dell’Educazione di Bologna, di mostrare le capacità organizzative e artistiche acquisite, nonché di prendere contatti per esperienze future.

Contemporaneamente, i piccoli allievi delle scuole coinvolte hanno potuto toccare con mano materiali e strumenti dell’antico linguaggio del mosaico, le tecniche originali tramandate nelle scuole d’arte della città dai maestri mosaicisti ravennati, oltre che ascoltare storie legate ai colori degli elementi della natura, al labirinto e alla sua origine dalla danza delle api in una dimensione guidata e consapevole.

Presenti nei vari spazi delle scuole dell’ICS Novello diverse aree laboratoriali che hanno coinvolto artisti e associazioni culturali del territorio, nonché le famiglie.

Hanno partecipato musicisti di area classica, di area jazz e dei linguaggi del nostro tempo, poeti, fumettisti, attori e soprattutto i ragazzi che attraverso i vari linguaggi hanno evidenziato ciò che richiama tutti alla consapevolezza che l’educazione musicale e artistica sia un diritto formativo ineludibile per i bambini e ragazzi, futuri uomini e donne di domani.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.