Scene di panico al Pronto Soccorso di Ravenna: lite furiosa davanti ai pazienti impauriti

Scene di panico al Pronto Soccorso di Ravenna: lite furiosa davanti ai pazienti impauriti

La notizia appare sulla pagina Facebook di "Sei di Ravenna se 2.0" ieri 10 gennaio dopo le 22.00. Si legge: "Pronto Soccorso di Ravenna. Pieno come al solito, porto un panino a mia mamma. Il tempo di sedermi e salutarla, 22.09 e scoppia il caos. Una quindicina di rom, armati di coltelli, iniziano a urlare nella sala di aspetto, scatenando il panico in un solo istante. Arrivano tempestivamente volanti e carabinieri e alle 22.15 ci fanno correre negli ambulatori e ci chiudono a chiave. Sembra un film." 

"Siamo ancora chiusi ma dalle urla pare che non sia ancora finita. Incredibile." Fin qui il post su Facebook. I carabinieri da noi interpellati confermano che qualcosa è accaduto ieri sera al Pronto soccorso di Ravenna, qualcosa di grave evidentemente visto che è stata chiamata in causa la Magistratura, anche se dal Comando provinciale non precisano nulla di più e annunciano aggiornamenti solo per la giornata di domani.

Anche dall'interno dell'Ospedale arrivano conferme di un episodio del tutto anomalo al Pronto Soccorso ma nulla viene confermato.

Secondo una testimonianza di seconda mano di una operatrice del Pronto Soccorso - che riferisce voci dei colleghi che hanno assistito alla scena - si sarebbe trattato di un regolamento di conti fra famiglie rom rivali che hanno scambiato il Pronto Soccorso per un terreno di scontro. Panico fra il personale e i pazienti in attesa. Per fortuna, però, riporta la testimoninanza indiretta, tutto si sarebbe risolto senza conseguenze per le persone.

Comunque, sull'episodio sta indagando la Magistratura e si attendono sviluppi.

 

Segui gli aggiornamenti

11/01/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Basta solo una parola RUSPA
11/01/2018 - Gianluca
Sig sindaco ,assieme la sua "bella "squadra.....cosa ne pensa ??? non è un problema ?? assieme a furti spaccate ecc....ecc... La sicurezza a Ravenna è peggiorata , i problemi per voi sono altri !!!! Non elenchiamoli ,ridicoli...... Vi barricate dietro alla sinistra che di sinistra ha ben poco .........
11/01/2018 - Giulio 1
Ormai non ci sono più parole da sprecare.......povera Italia!! s.m
11/01/2018 - s.m
Ricordarlo per il 4 marzo
11/01/2018 - Gianni
Fortunatamente sembra non si sia fatto male nessuno tra gli spettatori di questo "evento" che non mi sembra sia piu' un caso raro... ognuno di noi ha la sua opinione e avrebbe un rimedio piu' o meno valido che sia e io non mi metto di certo a fare quello che rincara la dose o il buonista moralista perche di questi ce ne sono gia tanti ma purtroppo rifletto (a volte succede anche a me) su come sarà il futuro se gia ora siamo a questo livello,su come diventeremo se nemmeno riusciamo a essere uniti sul modo di affrontare i problemi e a cosa succederà se non verrà fermata questa caduta di regole,questa perdita di senso civico e di rispetto...ma forse è meglio non pensarci...
11/01/2018 - andrea
prima il deposito GNL, poi la sicurezza dei cittadini! queste sono le priorità di questo sindaco! ma quanto manca alle prossime elezioni???
11/01/2018 - Daniele
Geniali: si picchiano e si accoltellano direttamente in PS in modo da poter poi essere subito curati !
11/01/2018 - Col.Kurtz
Si vergognino quelli che li proteggono e li giustificano sempre.
11/01/2018 - ALDO
Normale amministrazione, quando si parla di rom.
11/01/2018 - Desto
Risorse...
11/01/2018 - Andrea
Sindaco ti devi dimettere per manifesta incapacità ! non una sola parola, non una presa di posizione. il tuo compito è quello di "difendere" e rappresentare i cittadini onesti. Ravenna è diventata terra di conquista dove i disonesti la fanno da padrona. .
11/01/2018 - Vale
Pensare che queste persone vengono protetti....vi rendete conto di come siamo messi? Ricordatevelo alle prossime elezioni...BISOGNA CAMBIARE !!!
11/01/2018 - Daniele
Una vergogna e ora di darci un taglio, non si puo vivere cosi, e ora di rimandarli a casa o con le buone o con le cattive
11/01/2018 - Bmw77
li dobbiamo prendere tutti io sono convinto che basterebbero i nostri va bene cosi .
11/01/2018 - romagnolo doc
il 4 marzo..come sempre perseverate!!!
11/01/2018 - igor
Bella gente che ci siamo messi in casa!!! io gli ho pure pure come vicini di casa.Diamoli pure diaria e case poi a noi aumentano le tasse.Ora una bella tirata d'orecchi e tutto torna come prima.Che schifo
11/01/2018 - grazia
Il 4 marzo si vota. Mandiamo a casa sto governo e tutti gli amici di sta gente.
11/01/2018 - Castruccio
Che Ravenna è una città allo sbando l'ho già scritto vero? Chiamate l'Esercito.
11/01/2018 - Francesco Forte
Che schifo!!!!
11/01/2018 - Bc
Inviterei la giunta a giuda PD a DARE LE DIMISSIONI AL PIÙ PRESTO! È evidente a tutti che in fatto di sicurezza siamo alla canna del Gas!
11/01/2018 - Massimiliano
4 MARZO 2018
11/01/2018 - alf
No ma va bene così...chi paga? E questi fenomeni oggi saranno nuovamente liberi e felici. Che schifo. Bisogna cambiare le leggi e fare pagare queste persone per i danni causati visto che i soldi li hanno. Mi raccomando il 4 marzo. E' ora di fare pulizia e provare a cambiare. L Italia è nostra, e chi ci governa e' stipendiato da noi.
11/01/2018 - bubi
Tanto mica pagano il ticket loro...
11/01/2018 - Artemio
Una sola richiesta a sindaco ed assessori. In tema di sicurezza SI TACCIANO e non ci rompano più le devozioni con demagogie e roboanti intenti mai seguiti dai fatti. E mandate i facchini del porto a pattugliare le strade. Come nel1976.
11/01/2018 - porter
Sindaco ? Perché ? Abbiamo un sindaco ? A mio parere abbiamo una persona che dice quello che gli viene detto
11/01/2018 - Stefania
Ahahaha rido perché proprio sotto questa notizia ve ne è un’altra di una furiosa lite (finita con un ACCOLTELLATO vero) a Lido di Classe ....tra cittani autoctoni (significa italiani e romagnoli) e non leggo neanche UN commento... Questa è la prova provata che i commenti qui sopra sono tutti strumentali e politici ....almeno avessero il bersaglio giusto (che è a Roma) e non in Piazza del Popolo a Ravenna. Mi dispiace per voi ma temo che questa (buona) amministrazione locale ve la dovrete tenere anche al prossimo giro....così come penso sia la stessa opinione dei vari candidati a Sindaco alternativi all’attuale che si sono tutti dimessi dal consoglio comunale nel giro di neanche due anni. Saluti
11/01/2018 - Pablo
Allora: ricordatevelo il 4 marzo l'ha già scritto qualcuno? Dimissioni del sindaco? rispediteli a casa loro? I buonisti se li portino a casa loro, è già stato scritto? Allora cosa posso scrivere io? Buongiornissimo!!!11!! Kaffèèèèè!!11!!!
11/01/2018 - Lorenza
Il 4 marzo arriverà prima o poi !!!!e’ ora di mandare via questi parassiti che non pagano niente e vengono in Italia solo per rubare . A CASA E SE NON CE L’HANNO FUORI DAI CONFINI E SE QUALCUNO NON E’ D’ ACOORDO SE LI PRENDA A CASA SUA E SUE SPESE.
11/01/2018 - Maurizio
Poveri nipoti, se andiamo avanti così,cosa dovranno aspettarsi; che vergogna, siamo in fondo ormai alla botte.
11/01/2018 - Lz.
E' normale tutto cio? Ci dobbiamo abituare ad essere la discarica dell'Europa ?
11/01/2018 - susy
Ho letto anche l'articolo sulla lite con accoltellamento ma non ho trovato scritto da nessuna parte che si trattasse di cittadini autoctoni quindi ritengo che quella del Sig. Pablo sia una supposizione pretenzioso quanto affermare che questa amministrazione e le precedenti sono buone.sono certo che sarà disponibile ad ospitare a casa sua le due famiglie rom per aiutarle a dirimere la questione in modo pacifico.
11/01/2018 - Ade
alf 4 marzo...cambiamo il Papa..e rom tutti a casa!!!
11/01/2018 - mauro
Che amministrazione incapace quella ravennate, non riesce neanche a mettere un muro che circonda la Romania per evitare che i rom possano arrivare in italia, ridicoli dimettetevi, lo hanno messo attorno alla Cina centinaia di anni fa e la nostra amministrazione nel 2017 non fa nulla..... Ale
11/01/2018 - Ale
Ridi ridi...beato te...che non capisci un...
11/01/2018 - Escobar
X Pablo: nell'articolo accanto da dove l'hai dedotto che si tratta di cittadini autoctoni. Se cosi' fosse, ai nostri, abbiamo il dovere di pensarci noi, quelli degli altri ci devono pensare gli altri. A casaaa!!
11/01/2018 - angelo con nostalgia
Pablo...se sono italiani e giusto che vadano in galera e che loro concittadini paghino...ma se nn è roba nostra devono tornarsene al loro paese...e se a qualcuno nn va bene che li accompagnino e rimangano con loro
11/01/2018 - Eddy
Pablo, intendi quella dell'accoltellamento compiuto da un 70enne con probabilmente instabile? Oh certo, dovremmo proprio accanirci su quella notizia. Ma come ragioni? Il tuo commento è un'occasione persa per stare zitto. Ho già da che pulpito.
11/01/2018 - Max
Sono contento che mi avete censurato!!!
11/01/2018 - Accio
Tranquilli cittadini con Grillo o Berlusconi queste cose non succederanno piu'.......poveri ravennati!!!!!!!!
11/01/2018 - romeo
Vi ricordate un certo RE che per alzare la statura dei futuri eredi sposo' una regina alta (di statura) che proveniva dal montenegro ,dopo sono entrati anche i suoi conterranei.Costui e' rientrato in Italia poco tempo fa e nessuno si è lamentato tranne 4 voci.
11/01/2018 - Felice
Pur nonammirando questa amministrazione comunale, bisogna precisare che l'ordine pubblico é di competenza del Prefetto, che da le disposizioni, e del Questore che ne è l'esecutore. Direi che sarebbe ora che le FF.OO. venissero impiegate in attività meno 'di facciata' ma più efficaci in termini di sicurezza. Negli ospedali delle città più importanti, ad esempio, vi è un posto fisso di Polizia H24, mentre a Ravenna é presente una sola unità che svolge servizio solo al mattino. Un'ultima precisazione: gran parte delle persone di etnia Rom sono cittadini italiani, spesso anche da più generazioni.
11/01/2018 - Tony
Giunta PD .... dove siete..... !!!!!! Tutto bene !!!!!!! 04 MARZO .....sta arrivando....
11/01/2018 - Roby
Scommetto che non è possibile aprire un distaccamento di vigili all'ospedale attivo 24 ore al giorno in 4 turni di 6 ore, vero? Solo multe con l'autovelox?
11/01/2018 - Giovanni lo scettico
Ecco, Pablo, bravo, cantane quattro a questi criticoni da tastiera, persone che non sono in grado di vedere quanto Ravenna sia una città sicura, dove non succede mai nulla. Sugli occhi, sei solito mettere del Parma o del San Daniele??
12/01/2018 - Ravennate24ore
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.