Gli alunni di Sant’Alberto incontrano Luigi Dal Cin noto autore di narrativa per ragazzi

Gli alunni di Sant’Alberto incontrano Luigi Dal Cin noto autore di narrativa per ragazzi
In foto da destra lo scrittore Luigi Dal Cin con il dirigente scolastico Giancarlo Frassineti

L'autore durante l'incontro ha rappresentato la lettura drammatizzata del proprio libro per ragazzi "Scrivila, la guerra", ovvero la guerra vista dal punto di vista dei bambini

Nella giornata di giovedì, 25 gennaio, a Sant’Alberto, hanno avuto luogo tre incontri-spettacolo per tutte le classi della scuola media e della scuola elementare di Sant’Alberto, facenti parte dell’Istituto Comprensivo di Mezzano, col noto scrittore per ragazzi Luigi Dal Cin.

L’autore, cinquantaduenne, ferrarese, è uno dei più noti autori di libri per ragazzi, con all’attivo la pubblicazione di oltre 100 testi di narrativa per ragazzi, tradotti in dieci lingue, vincitore, tra l’altro, del premio Andersen 2013 come autore del miglior libro 6/9 anni.

Nella locale Sala Agrisfera, messa a disposizione delle scolaresche, accolto dal dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Giancarlo Frassineti, alla presenza del presidente del Consiglio Territoriale di Sant’Alberto Massimiliano Venturi, del presidente della Casa di Riposo Zalambani di Sant’Alberto Serafino Ferrucci, del presidente della Pro Loco di Sant’Alberto Andrea Pansecchi, del presidente della sezione ANPI di Sant’Alberto Paolo FrattiLuigi Dal Cin, dopo aver descritto agli alunni la propria attività di scrittore, ha rappresentato la lettura drammatizzata del proprio libro per ragazzi “Scrivila, la guerra”, ovvero la guerra vista dal punto di vista dei bambini, con le inevitabili quotidiane sofferenze che ogni guerra, e quindi ogni violenza, persecuzione, oppressione porta agli ultimi, tra cui i bambini.

Conoscere, quindi, e comprendere, attraverso un’attività, la lettura drammatizzata di Dal Cin, coinvolgente e stimolante, per educare al ripudio della guerra, al rifiuto cdi tutte le violenze.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.