LA CITTÀ CHE NON CI PIACE / Perchè distruggere le cucce delle colonie feline?

LA CITTÀ CHE NON CI PIACE / Perchè distruggere le cucce delle colonie feline?
Le cucce distrutte

Buongiorno, faccio presente atti di vandalismo accaduti in una colonia felina che segue un'amica. Non è la prima volta che accadono, anche presso altre colonie, tutte regolarmente censite come previsto dalla legge. Mi chiedo cosa può esserci nella testa di persone che si divertono a distruggere casette che servono come riparo ai gatti randagi. Non chiedo che tutti amino gli animali, ma che rispettino il lavoro di chi spende il proprio tempo libero per prendersene cura.

Vorrei tanto che queste persone impiegassero il tempo in modo costruttivo. Non faccio il nome della colonia specifica per tutelare i gatti che vivono.

Ornella

09/02/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
@ornella, concordo su quanto hai scritto.Mi permetto di dire che ultimamente gli animali mi sembrano presi di mira in un modo o in un altro è evidente che chi fa questo non ama gli animali! ognuno è libero di amare chi vuole c'è chi si è innamorato di un maiale c'è chi ama l'essere umano che commette cose peggiori.Vivi e lascia vivere questo è quello che penso in ogni caso non esiste più il rispetto per nessuno.Molti si dimenticano che gli animali in ogni caso che ci piacciano o no sono tutelati dalla legge come l'essere umano dovrebbe essere tutelato.Ma che dire! basta leggere la cronaca per capire quanto la legge tuteli tutti.
09/02/2018 - Franco
Non ci sono parole.. ma mi chiedo se certe persone sono punibili nel caso vengano colte in flagrante.
09/02/2018 - Davide
Ogni giorno vediamo tanta maleducazione e vandalismo verso chi è più indifeso, purtroppo con una cattiveria che porta anche ad uccidere!
09/02/2018 - maria
Cosa dire di questi vigliacchi, gente povera di cervello e di senso civico, che impiega il suo tempo a distruggere quello che tanti volontari giorno dopo giorno ,. anno dopo anno , costruiscono per tutelare il benessere e la salute di animali indifesi, gatti, cani e altri animali che dipendono da noi, dal ns. buon cuore?purtroppo per tutti al mondo ci sono troppi di questi individui che se la prendono con i più deboli, magari di notte coperti dal buio, nascosti . forti con i deboli , begli esemplari siete!
09/02/2018 - paola
Io li metterei a fare le pulizie nella cuccia di una tigre...con ls tigre lì ovviamente. Ma si vergognino!!
09/02/2018 - Mirella mattioli
non ho più parole....solo insulti
09/02/2018 - simofranci
Gente ricordate la mamma degli imbecilli è sempre incinta.
09/02/2018 - Romeo
Questi esseri, non so come chiamarli, che si sentono forti e soddisfatti distruggendo dei ripari di animali sono invece frustrati e senza coraggio. È molto facile prendersela con chi non si può difendere. Se non sapete cosa fare provate a fare del bene verso chi volete, ci sono tantissime scelte che potete prendere, forse vi sentirete più soddisfatti.
09/02/2018 - Marilena
Purtroppo ci sono troppe "persone" frustrate e "annoiate" che trovano divertimento nel fare queste cose. Bisognerebbe provare a sfasciare la loro di casa per fargli capire cosa si prova.
09/02/2018 - Martina
Quanti idioti che ci sono in giro. Che cattiveria gratuita. Mah.
09/02/2018 - Betty
Che peccato. Chi sia stato, non ha un briciolo di cuore.
09/02/2018 - giulia
Per evitare il proliferare dei gatti domestici e randagi, bisogna provvedere alla loro sterilizzazione e collocarli in zone recintate. Collocare una colonia felina in un ambiente naturale come a volte accade, vuol dire alterare un delicato ecosistema. Non si puo' pensare solo ai propri mici senza capire quel che si sta facendo agli altri animali, alcuni dei quali ormai rari e in via d'estinzione. A parer mio e' un modo sprovveduto di gestire un problema
09/02/2018 - angelo
Conosco una "gattara" che segue parecchie colonie feline. gli dedica tantissimo tempo, direi tutto il suo temp libero dal lavoro. Ogni volta che riesce a conquistarsi la fiducia di un micio lo fa curare e sterilizzare e successivamente lo riporta dove l'ha trovato. Angelo ma quale ecosistema, questi animali randagi lo selezionano il luogo ove vivere. Perchè non cerchi di conoscere da vicino chi ci dedica tempo e magari aiutare al posto di dar fiato alla bocca? Un aiuto è dedicargli tempo, portare coperte, o magari comprare un po' di cibo secco
09/02/2018 - alex
@angelo la sterilizzazione delle colonie é già prevista e se c'è sita è obbligatoria. L'habitat invece non lo si può decidere é il territorio che i gatti frequentano abitualmente, urbano o meno che sia. Anzi, spostare una colonia è vietato dalla legge. Non è questione di rispettare i Mici (non propri ma patrimonio indisponibile del Comune, associazioni ecc, questo dice la legge) è questione di senso civico, di rispetto degli animali e della legge.
09/02/2018 - Federica
Che tristezza... il nostro mondo è pieno di gente senza cervello e senza pietà.... sono delle orribili persone... poveri gattini innocenti!!!
09/02/2018 - Elba Zulay Uribe Salas
Che tristezza leggere queste cose, poveri mici, ma che fastidio vi danno, non capisci proprio, questa è cattiveria gratuita fatta da citrulli senza cervello!!!
09/02/2018 - Angela
@angelo, le grandi cose si fanno dalle piccole cose se non porti rispetto a questo non è rispettoso al delicato ecosistema.Ps.informati dai veterinari quante gatte domestiche e non domestiche sterilizzano, sono molte di più di quanto tu possa immaginare.
09/02/2018 - Gio
@i colpevoli: e' mai venuto un gatto a distruggere casa vostra?? No? Peccato.....
09/02/2018 - elio62
Certe persone se avessero qualcosa da fare...non se ne andrebbero in giro a fare queste ignobili azioni!...il Signore purtroppo nn ha distribuito uniformemente la stessa dose di cervello a tutti!!!...dovreste sol che vergognarvi nei confronti di chi aiuta e si sacrifica in tempo e denaro x queste anime abbandonate!..a sem propri mes mel burdel......
09/02/2018 - Patrizia
CHE GLI CROLLI LA LORO CASA IN TESTA A QUEDTI VANDALI DA QUATTRO SOLDI!!! E POI METTETE LE TELECAMERE CHE NN COSTANO PIÚ NULLA!! ANCHE QUELLE PICCOLINE VE LE TIRANO DIETRO ORMAI!!
10/02/2018 - serena
@elio62: distruggere casa forse no ma tende e zanzariere si, per non parlare poi dell'abitudine di salire sulle auto graffiandone la vernice (il mio vicino, auto appena consegnata e... rovinata). E vogliamo parlare anche della poco simpatica abitudine di urinare e defecare nel cortile o sul balcone o peggio davanti all'uscio? Amo gli animali e li rispetto ma allo stesso modo voglo essere rispettata. Chi crea queste colonie, vicine alle case altrui (e spesso lontane dalla propria), deve anche assumersi la responsabilità degli eventuali danni provocati dalle bestiole che accudisce.
10/02/2018 - stufa
Ho grossi dubbi che "stufa" ami gli animali ..probabilmente manca di sensibilità sia verso il suo prossimo...che verso gli animali in genere.
10/02/2018 - maria teresa
Le colonie per legge sono dove vivono i gatti. Non sono le volontarie a decidere dove censirle. Sarebbero senz'altro più comode vicino a casa invece la maggior parte delle volte si fanno diversi km per custodire i mici . Gatti diventati randagi perché chi li aveva adottati non ha sterilizzato o se ne è liberato.
10/02/2018 - Ornella
La civiltà di un paese si giudica da come tratta gli animali. Ghandi
10/02/2018 - Maria
Che vigliacchi se la sanno prendere con delle povere creature indifese!!!! Non ho parole, spero capiti a loro lo stesso trattamento????????????
10/02/2018 - Paola
Paola: concordo con lei e aggiungo qualcosa: stesso trattamento ma con loro dentro casa.
11/02/2018 - zan
Da gattara accanita posso solo dire: Vergogna. Purtroppo sono tante le persone a cui non vanno a genio le colonie e di casi simili ne ho sentiti altri..non so dove si trovi questa colonia, se si trova in un quartiere abitato bisognerebbe cercare di sensibilizzare chi abita li vicino a buttarci un occhio di riguardo..magari invitando anche le ronde di quartiere che fanno parte dei gruppi whatsapp di controllo sempre più utili. Queste persone vanno prese e segnalate alla polizia! Poi oltre alle sanzioni a queste persone gli farei comprare montagne di pappe e cibo, oltre che casette nuove fatte da un falegname e tutto il necessario per i randagini! Spero di non leggere ancora cose simili. Tutta la solidarietà alla volontaria.
11/02/2018 - Chiara
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.