ELEZIONI / Fratelli d'Italia in campo per dare la spallata al governo e al sistema di potere PD

ELEZIONI / Fratelli d'Italia in campo per dare la spallata al governo e al sistema di potere PD

Conferenza stampa questa mattina - martedì 13 febbraio - al Caffè degli Affari per Fratelli d'Italia il partito di Giorgia Meloni, alleato a livello nazionale con Forza Italia e Lega. A livello locale Fratelli d'Italia sostiene i due candidati di coalizione nell'uninominale: Samantha Gardin alla Camera e Massimiliano Alberghini al Senato. Con Alberto Ferrero, coordinatore provinciale del partito, c'erano oggi due candidate di Fratelli d'Italia nei listini: Marta Farolfi, candidata alla Camera nel collegio plurimonimale, e Ylenja Lucaselli, capolista al plurinominale per la Camera in tutti i collegi dell’Emilia-Romagna.

Alberto Ferrero presentando le candidate ha detto: "Cinque anni di malgoverno della sinistra hanno trasformato un'isola felice come Ravenna in una realtà preda di fenomeni di mirocriminalità che generano insicurezza", per questo occorre cambiare il governo nazionale e locale. 

Marta Farolfi consigliera comunale a Brisighella e candidata alla Camera ha attaccato le false promesse del PD. "La gente è esasperata e non vuole sentirsi fare promesse che non possono essere mantenute: è dal 2001 che a Ravenna sento promettere che verranno risolti i problemi dell'isolamento della città, del Porto, delle infrastrutture e della viabilità. Invece il PD non ha fatto nulla."

Sulle politiche economiche e sociali Farolfi ha parlato di Legge Fornero (da cambiare), di aiuti per le famiglie (per favorire la natalità), di lavoro per i giovani, di pensioni (aumento per le pensioni minime), di flat tax (con una no tax area fino a 12.000 eruo), di abolizione della norma sul tetto al contante oggi a 3.000 euro.

Farolfi si è soffermata in particolare su immigrazione e sicurezza cavalli di battaglia di Fratelli d'Italia: "Bisogna regolare i flussi migratori" perchè le cose non funzionano e "gli italiani sono esasperati e stanchi". Poi ha parlato dei fatti di Macerata: "è mai possibile che ciò che è successo a quella povera ragazza, Pamela, faccia meno scalpore del folle atto di quell'uomo?"

Sul fronte sicurezza Faroldi ha proposto di rafforzare in particolare gli organici delle Forze dell'Ordine e anche di impiegare l'esercito a supporto di Carabinieri e Polizia. Ha preso ad esempio la situazione di Ravenna dove "sentiamo parlare di continuo di episodi di microcriminalità, spaccio, rapine, furti: vogliamo più sicurezza, certezza della pena e fine del regime delle pene alternative".

"Vogliamo fare, come ha detto la mia collega, una politica dei piccoli passi attorno alle persone" ha concluso Ylenja Lucaselli, avvocato, tarantina, che si pone come priorità la tutela del made in Italy, dal Parmigiano al prosciutto di Parma per finire all'aceto balsamico di Modena.

13/02/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Quindi ricapitolando: FdI partito a forte vocazione romanocentrica ed identitaria si allea con la Lega, separatista ed autonomista; parla di legalità e si presenta con FI, fondata da Dell'Utri (7 anni per concorso esterno alla mafia) e Berlusconi (4 anni - di cui 3 indultati - per frode fiscale), nonché con la LN che per sfuggire al pignoramento di 40 mln. disposto dal Tribunale di Genova per lo scandalo dei rimborsi elettorali, ha cambiato nome; dice stop alle misure alternative, ma Berlusconi ha scontato la sua condanna in affidamento in prova; dice basta immigrazione ed i suoi alleati vararono la più grande sanatoria (600.000 persone) dopo l'approvazione della BossiFini. Una domanda: per coerenza, chi è il candidato premier della coalizione? (P.S. la sinistra non è antagonista, ma complementare). E questi vorrebbero il nostro voto per governare! Povera Italia...e poveri noi...
13/02/2018 - Tony
@Tony stia sereno, nell'articolo sono descritte alcune priorità del loro programma. Non è che si debba obbligatoriamente criticare a prescindere, a me sembrano proposte discretamente condivisibili. Le consiglio invece di criticare le gesta che tanti politici mettono in atto non sempre con senno.... così ad occhio, senza dilungarsi più di tanto, ci si potrebbe scrivere qualche libro.
13/02/2018 - E.T.
ve lo dico io come si smartella il sistema pd,,,dite al vostro alleato berlusconi,che non lo appoggi piu
13/02/2018 - batti
Cito l'introducente Ferrero: "Cinque anni di malgoverno della sinistra hanno trasformato un'isola felice come Ravenna (....)". Con le SUE parole, cinque anni fa, direi ad occhio nel 2012, Ravenna era una "ISOLA FELICE". Bene, mi dica: lo era perché comandava lui o i suoi sodali? Mah, a me non risulta che negli ultimi 70 anni questo soggetto (ad una con la sua genia) abbia mai governato qualcosa, da queste parti. O sbaglio? Se si trovava in una "isola felice" non era certo merito suo
13/02/2018 - Maurizio Ricci
eh no mio caro/cara ExtraTerrestre, Tony ha ben ragione: son tutti talmente disutili alla causa che tanto vale risparmiare soldi di futili elezioni e andar ad uno stato senza governo :) (tra l'altro in Spagna ha pure funzionato la cosa benché non espressamente voluta)
13/02/2018 - D.M.
@E.T. io credo che in politica - così come nella vita - dovrebbero vigere alcuni principi , tra cui la coerenza. Tutto si può dire della stragrande maggioranza dei politici tranne che siano coerenti. La mia non breve esperienza mi porta alla memoria promesse e programmi, anche interessanti, regolarmente dimenticati il giorno dopo le elezioni. Quindi tento di attenermi ai comportamenti di lorsignori e rimango sbalordito della estrema discrasia esistente tra i vari alleati, sia a destra che a sinistra. Questo è il periodo delle affabulazioni, poi ci sarà il tempo delle delusioni. Triste presente e pessimo futuro. Povera Italia...e poveri noi.....
13/02/2018 - Tony
Il 4 marzo si avvicina... Preparate le valigie... Si cambia... Aria nuova
13/02/2018 - C. R.
l'unica cosa esatta e' che la romagna e' un isola....senza strade, senza ferrovie ed altre vie di comunicazione degne di questo nome..isolata dal resto del mondo..70 anni di comunismo in questa regione cosa hanno costruito? cosa lasciano ai giovani?..nessuna infrastruttura utile..le vie di comunicazione..ancora quelle del tempo della monarchia....a rimini utilizzano ancora il ponte di tiberio..:-)))..
13/02/2018 - alberto
Tranquilli signori è arrivato il momento delle elezioni,se ne vedono di tutti i colori,vivi e sbiaditi.Quel che è certo che mi lascia molto perplesso è vedere che Giorgia Meloni seglie di essere rappresentata dalla signora Marta Farolfi se non sbaglio ex NCD,partito molto poco amato dal centro dx,ma che ha sostenuto i malgoverni di questi anni.Complimenti Giorgia per la coerenza.Questa è la politica di "smemoranda"
14/02/2018 - Luciano Fosci
Nel panorama politico attuale, e visto la condizione di degrado sociale a cui ci hanno portato gli ultimi anni di governi di sinistra, credo che il centrodestra sia oggettivamente la scelta migliore (o quanto meno la meno peggio!).
14/02/2018 - Rita
Vi ricordate che il 4 marzo si vota per le politiche e non per il sindaco di ravenna????
14/02/2018 - Paolo
Nel panorama politico attuale, e visto la condizione di degrado sociale a cui ci hanno portato gli ultimi governi di destra, fra bunga-bunga e spread, credo che il centrosinistra sia oggettivamente la scelta migliore (o quanto meno la meno peggio!).
14/02/2018 - Giovanni lo scettico
Giovanni lo scettico e' indubbio che il governo di centrodestra ha commesso degli errori (chi non ne fa?), ma dire che si sta meglio con l'Italia che ci ha regalato il centrosinistra ( il meno peggio), ci vuol un bel coraggio. Beato te...
14/02/2018 - angelo
Qui si fa l'Italia ... perdiana! parole altisonanti. Mi auguro che i giovani candidati sappiano il resto, che era: o si muore. Fa il paio con "stringiamoci a coorte siam pronti alla morte". Ma certo non vedo politici, di nessun partito, di nessuna razza, pronti a tanto, nemmeno alla centesima parte. C'è chi per l'Italia è morto, ce ne sono molti. Oggi la politica è una corsa al privilegio. Politici e aspiranti senatori e deputati, di qualsiasi colore, raggiungete un accordo per dimezzarvi l'indennità, fatelo, ma veramente, poi magari la gente riprende ad ascoltarvi, almeno un po'.
14/02/2018 - ktm
Fra il problema sicurezza, quello immigrati, l'economia che non brilla ed altro credo che peggio dell'attuale governo possano fare sono i 5 stelle. Roma docet...
14/02/2018 - Castruccio
Quando si legifera o si governa, un "errore" vuol dire fare una scelta che poi non paga: o le conseguenze non sono quelle previste, o ci sono aggiustamenti necessari su quanto fatto. Nel caso del periodo di governo berlusconiano più che errori ci sono state delle azioni compiute in malafede, il che è immensamente peggio. Un numero incalcolabile di giornate parlamentari sono state dedicate a problemi di UNA SOLA persona che venivano dipinte E TRATTATE come priorità nazionali. Abbiamo assistito alla ridicola farsa di una votazione per decidere se è ragionevole, per un Primo Ministro, voler credere che una 18enne marocchina sia nipote di un notabile egiziano; abbiamo legiferato che il falso in bilancio non sia più un reato ma uno scherzo....e mi fermo qui. Questo non è "governare": si chiama "farsi gli affari propri": peccato che alle elezioni si debba votare chi dovrà governare TUTTI gli italiani; e io non mi sento di mettere il futuro di mio figlio nelle mani di certa gente.
14/02/2018 - Maurizio Ricci
Gentile Angelo, le sta bene votare per un condannato per frode fiscale che ha fatto votare il parlamento decretando che Ruby era la nipotina di Mubarak?
14/02/2018 - Giovanni lo scettico
Gentile Giovanni lo scettico ho gia' detto altre volte che non ho mai tifato per il mandrillo. Ho gia' il mio uomo che ha le idee ben chiare sugli argomenti che mi interessano.Per quanto riguarda Rubi rubacuori, ho visto la sua carta d'identita' pubblicata da un giornale, ma se poi ha usato il suo cognome per fare la nipotina... Comunque al suo paese, (visto le usanze) ora sarebbe gia' bisnonna
15/02/2018 - angelo
@giovanni voi un evasore fiscale che portava i soldi in svizzera..quelle delle esibizioni non fatturate in occasione delle vostre note feste...lo avete fatto esibire qualke sera fa..in prima serata ed in eurovisione..!!:-)))
15/02/2018 - alberto
Gentile Alberto, se lo ricorda il Ministro della Difesa del primo governo Berlusconi? Fu Cesare Previti, condannato in via definitiva a soli 6 anni per il processo IMI-SIR e 1 anno e 6 mesi per il Lodo Mondadori, è stato anche condannato all'interdizione perpetua dai pubblici uffici. Poi si ricorda Marcello dell'Utri, fondatore di Forza Italia assieme a Berlusconi? E' stato solo condannato a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. In fondo sono bravi ragazzi.
15/02/2018 - Giovanni lo scettico
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.