Scuola: Il sindacalismo di base non ci sta e sciopera contro il contratto per insegnanti e personale

Scuola: Il sindacalismo di base non ci sta e sciopera contro il contratto per insegnanti e personale

Il Contratto sulla scuola appena firmato da Cgil, Cisl, e Uil non piace al sindacalismo di base, che per il 23 settembre indice uno sciopero nazionale per rivendicare le proprie posizioni.

Unicobas parla di "intreccio che stritola la Scuola. Gli insegnanti vengono resi meri esecutori di una valutazione di regime basata sui diktat degli speculatori della UE, con la vergogna didascalica dei quiz Invalsi imposta ad alunni e studenti, con l’aberrante didattica delle ‘competenze’ e la contestuale eliminazione delle conoscenze e dei saperi critici propedeutica ad un’alternanza scuola-lavoro che è mero apprendistato per l’introiezione di attitudini meramente esecutive. Al corpo docente ed agli ata (che esercitano comunque forme di coadiuzione educativa), viene negato ogni riconoscimento professionale, chiusi nella gabbia sotto-impiegatizia tracciata dal 1993 dalle norme imposte dal governo Amato alla contrattazione".

Unicobas definisce il contratto appena sottoscritto dai Confederali come "inaccettabile" e attacca i pochi fondi previsti per gli stipendi e per la riqualificazione del sistema scolastico, la "sterilizzazione" degli scatti di anzianità,  l'eliminazione delle elezioni per i Consigli Scolastici Provinciali e per il Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione, che definivano la rappresentanza sindacale di docenti ed ata.

E sulla rappresentanza sindacale, chiarisce il sindacato di base: "Diciamo ad ogni collega: Se non presenti la nostra lista non ci puoi votare. È in questo modo che restano i soliti noti, gli unici ad avere il monopolio delle assemblee nella tua scuola. Ti fanno credere che queste elezioni servano solo ad eleggere un ‘rappresentante’ (non importa di quale sindacato) per la trattativa di istituto, mentre invece è in gioco la rappresentanza sindacale nazionale per i prossimi 3 anni. Rovescia il tavolo, fai quel che i sindacati di partito non vogliono: non possono impedirti di candidarti e/o votare una lista dell’Unicobas. Basta con i mestieranti sindacali: eleggiti. Non fare il loro gioco: eleggi colleghe e colleghi fuori dai giochi!".

Lo sciopero è indetto per venerdì 23 febbraio, con manifestazioni a Roma a partire dal Ministero dell'Istruzione.

13/02/2018


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.