LA POSTA DEI LETTORI / Ravenna città dileggiata per Dante: quando il coniglio non può fare il leone

L’anniversario della morte di Dante Alighieri, sua commemorazione, è la prova provata del dileggio della politica nazionale nei confronti di Ravenna; è la prova provata che amministrazione regionale e territoriale lasciano fare quando non contribuiscono. Sono ormai passati 700 anni dalla sua morte e nulla è cambiato. La denuncia di Ivan Simonini, sulla presenza marginale di Ravenna, nel Comitato Dantesco, che sostengo, è solo l’ultimo esempio… ma usciamo dal fatto in sé e vediamone la concatenazione. 

Il leone stanco di fare il re della foresta, un giorno decise di abdicare. Visto che nessuno si decideva a sostituirlo, chiuse gli occhi e pescò il primo animale a tiro. La “fortuna” toccò al coniglio, che da quel giorno se ne andò in giro a raccontare di essere il nuovo re della foresta. Tutto bene, finché non incontrò la tigre, che, incurante, se lo mangiò in un sol boccone. Quando manca un potere adeguato, all’autorità non corrisponde autorevolezza, forza, il vuoto viene preso di volta in volta dalla tigre di turno.

L’Anno Domini MMXXI, è l’opportunità di fare un’olimpiade culturale, non fine a se stessa, ma volta a infrastrutturare il 2022, 2023… 2030. Se non si capisce questo, non SI VUOLE LA RESURREZIONE DI QUESTA CITTÀ. Vi mostro la concatenazione… solo negli ultimi tempi, la politica nazionale, regionale, territoriale, ha deciso:

1) che Dante Alighieri è morto contemporaneamente a Firenze, Verona… Ravenna e i finanziamenti arrivino a babbo morto;

2) che il nostro porto, deve scomparire dalla carta geografica nazionale del Piano Straordinario della Mobilità Turistica;

3) che di 53 Monumenti Unesco, Ravenna ne possiede otto, ma non va citata nella pagina corrispondente del Piano;

4) che la E55 non ce la meritiamo e passi altrove;

5) che si finanzino tutti i tunnel alpini, ma il Tarvisio, che interessa Ravenna, unico, resti al palo;

6) che il Corridoio Europeo Baltico Adriatico, Ten-T, che collega porti, fra Venezia e Ravenna, passi da Bologna (?);

7) che le MERCI PERICOLOSE, continuino a passare dalla Stazione passeggeri, anzi possano aumentare, col sottopasso Molinetto;

8) che dopo 2000 anni, il Piano delle Potenzialità Archeologiche, può ancora attendere.

È il caso di preoccuparsi? Luciano Benetton, presidente della Fondazione Cortina 2021, per 15 gg di campionati mondiali di sci, si è portato a casa qualche centinaio di milioni di euro (già in questa finanziaria, con anticipo di metà della somma), che ha destinato integralmente per fare gallerie e superstrade. Ha ottenuto la nomina del Presidente di Anas a Commissario Straordinario per la realizzazione urgente delle opere… gli eventi ha deciso di finanziarli con gli sponsor (visionario, accorto e intelligente). Che non sia il caso di un “aiutino”, per Ravenna, un Paolo Verri, un leone al posto di un coniglio?

Dimenticavo: basta missili intelligenti in Siria, servono a Ravenna, per abbattere una malattia altrimenti incurabile… la commiserevole autarchia.

 

Daniele Vistoli architetto

15/05/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
... mi è capitato di leggere una fonte autorevole che ha messo in luce la "pochezza" del progetto presentato da Ravenna per candidarsi a CAPITALE DELLA CULTURA; infatti ha perso contro i Sassi di Matera. La sfiga di DANTE è che è morto a Ravenna, ma se avesse avuto la fortuna di morire a Matera (anche nei dintorni), chissà quanti soldi gli sarebbero arrivati per le celebrazioni !
15/05/2018 - #nonnonino
Egregio Architetto, La ringrazio per la sua costante attenzione alla supremazia assoluta delle cose infime che infestano la nostra città. Oltre non c'è altro. Noi ravegnani siamo fatti così.Niente sostanza. Manca la Luce , e noi non possiamo che brancolare nel buio. Abbiamo persino paura di firmarci col nome e cognome! La prego di continuare a urlare nel deserto, almeno per dare un po' di conforto ai delusi come me.
15/05/2018 - Claudio Benini
Egregio Signore Vistoli vorrei sapere che roba prende. Mi sembra di ottima qualità ‘.
15/05/2018 - Andrea
Egregio architetto, la sua pungente penna colpisce come sempre nel segno, dalle sue analisi critiche trapela un sincero rammarico e l'amore per la sua città, una città che non sa apprezzarsi e non sa guardare al domani, nemmeno aiutandosi e fregiandosi del suo glorioso passato
17/05/2018 - duemme
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.