Politica. Consiglio comunale: approvato odg su riduzione tempo viaggio della tratta Bologna-Ravenna

Nella seduta di ieri (per chi volesse rivederla http://bit.ly/archivio-sedute-cc) il consiglio comunale ha approvato l’ordine del giorno su “Riduzione del tempo di viaggio nella tratta ferroviaria Ravenna-Bologna-Ravenna” (documento allegato) presentato dai consiglieri Emanuele Panizza (Gruppo misto) e Cinzia Valbonesi (Pd), con la seguente votazione: 24 voti a favore (Pd, Sinistra per Ravenna, Ama Ravenna, Art.1-Mdp, Pri, CambieRà, Ravenna in comune, Gruppo misto, Lega Nord, La Pigna) e 3 astenuti (Alberto Ancarani di Forza Italia, Massimiliano Alberghini e Rosanna Biondi della Lega Nord). 

In particolare l'ODG votato impegna il Sindaco e la Giunta a vigilare affinché vengano rispettati gli impegni presi dalla Regione Emilia – Romagna e da RFI per addivenire alla riduzione sotto l’ora della tratta Ravenna/Bologna e viceversa.

Sono intervenuti nel dibattito. Alberto Anacarani (FI), Chiara Valbonesi (Pd), Massimo Manzoli (Ravenna in comune), Veronica Verlicchi (La Pigna), Daniele Perini (Ama Ravenna), Massimiliano Alberghini (Lega Nord), Samantha Tardi (CambieRà), Andrea Vasi (Pri), Fabio Sbaraglia (Pd).

 

L'ORDINE DEL GIORNO VOTATO

PREMESSO CHE il Consiglio comunale ha rilevato l'esigenza di ridurre i tempi di viaggio nella tratta ferroviaria Ravenna/Bologna/Ravenna

VALUTATO CHE ridurre il più possibile i tempi di viaggio è di enorme interesse sia dal punto di vista sociale che economico, considerato che Ravenna oltra ad essere una delle più apprezzate mete turistiche d’Italia sia per il patrimonio artistico che per la sua spiaggia balneare, ha anche uno dei più importanti porti commerciali e un terminal crocieristico in via di sviluppo

DATO ATTO CHE in data 14/03/2017 l’Amministrazione Comunale ha presentato alla Regione Emilia – Romagna le proprie osservazioni al “PRIT 2025- Documento Preliminare – Relazione Tecnica” con le quali ha chiesto un maggior impegno economico in termini di infrastrutture per abbattere i tempi di spostamento delle merci dal porto di Ravenna ed evitare il transito delle stesse dalla città e in ordine al trasporto passeggeri nella tratta Ravenna/Bologna e viceversa ha evidenziato l’esigenza di contenere i tempi di viaggio al di sotto di 60 minuti; nei confronti di RFI l’Amministrazione Comunale ha presentato le proprie osservazioni al Piano Commerciale – edizione 2018 ribadendo per il trasporto passeggeri la medesima osservazione già inviata alla regione e su riportata.

CONSIDERATO CHE è in essere l’Accordo tra Regione Emilia – Romagna, Rete Ferroviaria Italiana S.r.L., RFI S.p.A. per l’attuazione dell’art. 47 del D.L. 50 del 24/04/2017 come convertito dalla L. n. 96 del 21/06/2017, siglato in data 11/12/2017 che all’art. 5 prevede la velocizzazione della Linea Castel Bolognese – Ravenna sotto 60 minuti per l’anno 2019 con fabbisogni pari a 62 milioni di Euro; che il Comune e RFI hanno annunciato la riduzione dei tempi di percorrenza della tratta ferroviaria Ravenna/Bologna/Ravenna sotto l’ora di percorrenza e la sigla dei protocolli per lo sdoppiamento in destra e sinistra Candiano della stazione merci; che si ritiene importante implementare i collegamenti ferroviari di lunga percorrenza sia ai fini della promozione turistica che di miglioramento della mobilità dei cittadini verso grandi città, quali ad esempio Milano e Venezia

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA a vigilare affinché vengano rispettati gli impegni presi dalla Regione Emilia – Romagna e da RFI per addivenire alla riduzione sotto l’ora della tratta Ravenna/Bologna e viceversa, salvaguardando i principali collegamenti per i pendolari e per gli studenti dell'intero polo universitario di Bologna; di farsi portavoce presso la Regione Emilia - Romagna perché quest’ultima si attivi presso RFI al fine di valutare il raddoppio della linea nella tratta Russi/Castebolognese, con evidenza di eventuale impegno di spesa, anche in ragione dell’auspicato aumento nei prossimi anni del traffico merci connesso al porto di Ravenna; di farsi portavoce presso la Regione Emilia - Romagna perché quest’ultima si attivi presso RFI affinché le tratte di lunga percorrenza (es. Lecce/ Milano e Lecce/Venezia) vengano deviate sulla costa adriatica con passaggio dalla stazione di Ravenna. 

16/05/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Mi viene da ridere per non piangere! Sono decenni che di parla di velocizzare i collegamenti Ravenna-Bologna, cosa è stato fatto finora? Parole, parole, parole.... ma a fatti come siamo messi?
18/05/2018 - Tax19
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.