LA POSTA DEI LETTORI / Sul fantomatico Comitato Cittadino di Roncalceci

Gentile redazione, sento personalmente la necessità di scrivervi in quanto vedo che pubblicate note provenienti del “Comitato Cittadino di Roncalceci”. Sono Samuele Bosi, ex Presidente del Consiglio Territoriale di Roncalceci, e per mia fortuna con il comitato cittadino attuale di Cinzia Pasi ho avuto poco a che fare. Devo fare una breve premessa. Come in tutti i paesi, anche a Roncalceci circa tre anni fa ci sono state le elezioni del locale comitato cittadino che hanno visto elette una decina di persone tra le quali Cinzia Pasi. 

Dopo circa un anno di insediamento, per gravi e insanabili conflitti interni, prima 8 poi 9 persone si sono dimesse! Praticamente tutti tranne Cinzia Pasi! Il paese era pronto a nuove elezioni per ripartire, ma colpo di scena, l’unica persona rimasta ha creato un comitato cittadino unipersonale. Roba da non credere!

La signorina Pasi Cinzia, come lei ama definirsi, ha modificato in totale autonomia lo statuto del comitato, abolendo le elezioni e trasformando un comitato di diritto pubblico praticamente in una sua associazione privata! In paese nessuno sa più niente. Ho chiesto, come tanti altri pubblicamente su Facebook, chi sono questi componenti del comitato, dove si riuniscono, quando, cosa viene verbalizzato, come sono suddivisi i ruoli all’interno del comitato tra presidente, segretario, tesoriere. Mai una risposta! Ovviamente chi non conosce la storia e non conosce la signorina Pasi non sospetta lontanamente una situazione così grave e secondo me illegittima.

Nella pagina Facebook vengono condivisi eventi e informazioni ma sotto c’è solo un comitato illegittimo di cui nessuno sa i nomi dei componenti, nessuno ha mai visto pubblicare un verbale, e sicuramente non rappresenta il paese. La signorina Pasi Cinzia era anche candidata senatrice con i 5 Stelle e ha usato il comitato per farsi pubblicità. Io non ho nulla di personale contro la signorina Pasi Cinzia, mi comporterei allo stesso modo contro chiunque mettesse in scena una truffa verso l’opinione pubblica. Ringrazio fin da ora per lo spazio che mi dedicherete, mi assumo come sempre la responsabilità di tutto quello che dico e rimango a disposizione per un confronto.

Cordialmente

Samuele Bosi  

11/06/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Egregio Bosi, Lei è un quadro direttivo pubblico, esattamente del Comune di Ravenna, per cui (mi permetto benevolmente) non dovrebbe non sapere, se ha fatto un concorso, che i Comitati cittadini non sono “di diritto pubblico”, bensì di diritto privato, disciplinati esclusivamente dal codice civile (artt. 39 e ss). Poi capisco (essendo Lei esponente del PD, così come Cinzia Pasi Ella scrive essere dei 5 Stelle) che la sua parte politica se ne voglia appropriare. L'ha sempre fatto, finché ha potuto. È successo dall’agosto scorso anche col Comitato cittadino di Lido di Dante e c’è voluto molto perché se ne facessero una ragione. Per cui, senza dare ragione a nessuno nel merito, qualora un Comitato violi il suo Statuto (unica “legge” a dettargli regole), chi ne ha il diritto deve ricorrere al giudice, non a Ravenna Notizie. (Altra cosa sono gli eventuali non obbligatori rapporti tra un Comitato cittadino e il Comune, ma non si confonda). Cordialità..
11/06/2018 - Alvaro Ancisi
Gentile dottore Ancisi, in effetti lei ha ragione. Ho sbagliato nello scrivere diritto pubblico. Intendevo dire che prima della dittatura Pasi i lavori del comitato erano pubblici cioè pubblicizzati tramite volantini e internet. Ora nessuno sa più niente di quello che gestisce anche economicamente a nome dei cittadini di Roncalceci Cinzia Pasi. Venga in paese ad informarsi. Ripeto che non ho nulla di personale contro la Pasi. Saluti.
11/06/2018 - Samuele
Egregio Samuele, spostata sul piano politico, non del diritto pubblico, non ho nulla di cui informarmi. Questione che va affrontata e risolta sul piano locale e con la popolazione locale. Si lasci fuori il Comune. Se necessario l'arbitro è il Giudice. Cordialità.
12/06/2018 - Alvaro Ancisi
Caro Sam da testimone oculare di quello che tu descrivi come un "colpo di stato" e da ex presidente del Comitato Cittadino tii confermo per l'ennesima volta che stai prendendo una cantonata bestiale. La realtà delle cose non è proprio quella che tu presenti. Questo tuo personale accanimento verso il Comitato Cittadino di Roncalceci e soprattutto verso la persona che attualmente ricopre la carica di Presidente rasenta lo stalkeraggio. Questo non lo sto pensando solo io ma molti in paese vedono negativamente il tuo atteggiamento e sono seriamente preoccupati per la tua salute.
13/06/2018 - Enrico Carazzolo
Caro Enrico, non ho bisogno di consigli da te, senza offesa, se senti il bisogno di difendere l'attuale comitato unipersonale di Cinzia Pasi che ha ABOLITO le elezioni, sei al suo livello. informati in paese. io aspetto una assemblea pubblica che non si vede da ANNI! pensa alla tua salute per favore
13/06/2018 - samuele
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.