LA POSTA DEI LETTORI / La scarsa competenza degli addetti al recupero di animali vaganti in città

LA POSTA DEI LETTORI / La scarsa competenza degli addetti al recupero di animali vaganti in città

Ieri sera verso le ore 20, ho segnalato alle autorità competenti, la presenza di un cane, pastore maremmano senza padrone e senza segni di riconoscimento in via D'alaggio, zona CandianO. Io e un altro ragazzo abbiamo cercato di tranquilizzarlo e intrattenerlo fino all'arrivo dei soccorritori, che sono sopraggiunti dopo circa dieci minuti dalla segnalazione.

È arrivato un furgoncino bianco che ha parcheggiato vicinissimo al cane spaventandolo e facendolo allontanare; la persona che era a bordo dopo essere scesa, alla mia richiesta di procedere alla cattura, si è rifiutata dicendomi che lui non era in sicurezza e che non riusciva a prendere il cane perché si era allontanato e gli abbaiava contro.

Conclusione: dopo alcuni minuti di titubanza e passati al telefono parlando non so con chi, mi ha detto che non poteva fare nulla e che sarebbe andato a cercare il proprietario che secondo lui doveva essere lì vicino e sperando che questi venisse a prendersi il suo cane - con nostra grande sorpresa e lamentele - è risalito in macchina e se n'è andato lasciando il cane in mezzo alla strada.

Ora mi chiedo: 1)ma cosa è venuto a fare da solo se non era in grado di intervenire?
2)Se questi sono i servizi che il comune adotta per le emergenze e il recupero dei cani vaganti, sarebbe meglio che controllasse e che verificasse le effettive capacità e disponibilità nell'affrontare questi casi con chi è incaricato a tali servizi.

Giovanni

13/06/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
ecco queste sono cose che il sindaco deve vigilare e intervenire,lasci stare i nastri e pensi alla città,se poi il sindaco leggesse questo commento,li proporrei di dare un occhiata alle isole ecologiche,le file per opere civiche non si DEBBONO FARE
13/06/2018 - batti
Direi che non è un evento isolato quello della professionalità così così..... Tempo fa un incaricato al recupero di un rotvailer ha passato il compito a chi ha avuto più coraggio di lui....e non fu un collega ma qualcuno che era sul posto.... Disse che aveva paura di essere morso.... Chi svolge questa attività deve conoscere i comportamenti da mettere in atto anche con i cani presumibilmente mordaci.... No comnent
13/06/2018 - Isa
E quindi adesso il cane dov'è?
13/06/2018 - Linda
Il cane e' conosciutissimo e abita nella zona. E' stato segnalato almeno 10 volte al proprietario chiedendo di mettere in sicurezza il cancello. Gli operatori, conoscendo molto bene il territorio, quando conoscono un proprietario lo attivano in modo che recuperi il proprio cane evitando un inutile viaggio al canile. Questa moda di sparare subito sul lavoro altrui senza conoscerlo e' aberrante. Ma in ambito animale pare vada di gran moda e viene spesso strumentalizzata alla nausea.roberta
13/06/2018 - Roberta
Anche io ho chiamato diverse volte per quel cane . gli operatori vengono ma sanno a chi appartiene perche' scappa spesso. E" ora che i proprietari se lo tengano in casa
13/06/2018 - Elena
E che fine avrà fatto quel cane???parole sante Giovanni,l'ultima di una lunga serie di castronerie ma gli animali non parlano, ma le persono possono e devono segnalare.bisogna vedere se a qualcuno in alto interessa.finora no poveri animali
13/06/2018 - Mary
Certo che il comportamento è stato pessimo , non da una persona adatta a fare quel lavoro
13/06/2018 - Ornella
Scusa che fine ha fatto il cane??? L'avete lasciato vagante o qualcuno poi lo ha recuperato?
14/06/2018 - ELISA
peccato che un servizio di tale delicatezza venga affidato a chi non ne ha né voglia né un'idea pallida! e mi pare che non sia neppure la prima volta che ci siano lagnanze di tale portata. altri soldi comunali sprecati per un servizio non erogato. e nessuno ne è mai responsabile
14/06/2018 - Luigi
Due anni fa, a Camerlona, è successa la stessa cosa a me e ad una mia vicina di casa. Ho dovuto interpellare la municipale poi la responsabile della protezione animali e subirmi le ingiurie dello stupido di turno al quale il comune aveva fornito il mio recapito telefonico per sentirmi dire che lui " non sarebbe venuto a prendere un animale poichè poteva essere aggressivo e non aveva nessuna intenzione di farsi mordere. Sarebbe venuto solo se noi lo catturavamo e immobilizzavamo" A quel punto ho fatto una segnalazione sulle capacità di incaricati e pagati dal comune per un servizio non fornito. Come sempre finita nel nulla
14/06/2018 - katia
Buongiorno. Sono la proprietaria del cane Dughino. Mi scuso per la breve fuga del mio cane, ringraziando chi ha informato ed avvisato le autorità competenti per il recupero. Sono stata immediatamente avvisata dal "furgoncino bianco" e tempestivamente sono intervenuta al fine di recuperare il mio Dughino. Ringrazio sentitamente e pubblicamente "i servizi che il comune adotta per le emergenze e il recupero dei cani vaganti" che ha permesso che nulla sia successo a persone e al mio affezionato cane. Cordiali saluti
14/06/2018 - Beatrice Mercatali
Visto che dughino e'molto conosciuto da diversi e si presume quindi che non sia ne la prima ne la seconda volta che scappa evidentemente il problema sta alla fonte e la proprietaria doveva già essere sanzionata per omessa custodia e obbligata a tenere il cane in sicurezza.chiamare e restituire non serve a niente se uno e' recidivo. La legge serve a tutelare l'animale e va applicata .troppe ce ne sono di situazioni così e non sempre a lieto fine purtroppo.
14/06/2018 - Mary
In 10 anni abbiamo recuperato circa 4000 cani in situazioni più disparate e complesse....5 ci sono scappati xche si sono divincolati o hanno morso...fa più rumore un albero che cade che la foresta che cresce. ďaltronde come diceva Umberto Eco sui social media è stata data la parola a chi a malapena si esprimeva al bar e ora si sente premo Nobel. Al contrario di quello che si raglia qui e su fb questo è stato un intervento impeccabile chiuso in circa 15' grazie alla conoscenza del territorio e senza stressare ľanimale e senza mettere in pericolo lui nè ľoperatore. il servizio è h24 per tutto ľanno.....si ricordino che tra le chiacchiere e i fatti ci sta molto in mezzo e stanotte da mezzanotte alle 4 col temporale a recuperare cani sotto ľacqua di grilli parlanti da tastiera nemmeno uno, erano al coperto.invito anche la redazione a verificare anche la versione di chi viene coperto di fango col ventilatore prima di pubblicare e verificare le fonti..come deontologia in fondo insegna.grazie
14/06/2018 - massimo
buongiorno dughino !!!! allora, sign.ra Mercatali, la inviterei a fare in modo che il suo cane non esca dal cortile, sarà anche carino e educato ma potrebbe involontariamente diventare fonte di pericolo......prevenire è meglio di curare. ricordi che la responsabilità è la sua......
14/06/2018 - mauro
Credo di essere ancora in un paese democratico, quindi se qualcuno vuole muovere una critica su un servizio pagato dal comune, possa farlo liberamente senza scomodare Umberto Eco e sentirsi perseguitati. Per fortuna c'è libertà di parola, basta essere educati nell'esprimersi
16/06/2018 - Sibo
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.