Parchi e turismo. A Mirabilandia nasce Ducati World, un investimento da 25 milioni. Aprirà nel 2019

Parchi e turismo. A Mirabilandia nasce Ducati World, un investimento da 25 milioni. Aprirà nel 2019

"È il più grande investimento realizzato qui a Mirabilandia dopo l'apertura del parco" ha detto il Ceo di Parques Reunidos Jesùs Fernàndez Moràn

A Mirabilandia, nel cuore della Romagna che ha nel sangue la passione del motore, nasce Ducati World. Un parco nel parco: 35 mila mq di area su 80 mila complessivi di Mirabilandia dall'aprile del 2019 saranno interamente dedicati ai motori grazie alla partnership fra Mirabilandia e Ducati, brand globale di grande prestigio. È un investimento di oltre 25 milioni di euro. "È il più grande investimento realizzato qui a Mirabilandia dopo l'apertura del parco" ha detto il Ceo di Parques Reunidos Jesùs Fernàndez Moràn.

Alla posa della prima pietra oggi c'erano i due piloti Ducati Andrea Dovizioso (Moto GP) e Marco Melandri (SuperBike), il Ceo di Ducati Claudio Domenicali, l'Assessore al Turismo della Regione Andrea Corsini, quello allo Sport di Ravenna Roberto Fagnani, oltre a tutto lo staff di Mirabilandia con il Ceo e il Direttore Generale Riccando Marcante

 

HANNO DETTO

RICCARDO MARCANTE: "Ieri abbiamo celebrato il 26° compleanno di Mirabilandia e oggi posiamo la prima pietra del più importante investimento mai realizzato a Mirabilandia nel corso della sua storia. Con Ducati World faremo una vera e propria rivoluzione. Ci aspettiamo grossissimi numeri. Parques Reunidos è presente in 4 continenti, con 60 parchi nel mondo: non siamo presenti solo in Africa. Siamo un player assolutamente globale. E Mirabilandia è il gioiello della nostra corona. Anno scorso abbiamo fatto registrare circa 1,5 milioni di presenze e nel 2018 saranno di più, con le nuove attrazioni che abbiamo inaugurato. La collaborazione con Ducati per Ducati World è al massimo livello possibile. La nuova grande area tematica di 35 mila mq dedicata ai motori cambierà totalmente l'area nord del parco. Avremo una palazzina d'avanguardia dedicata all'alta tecnologia, al divertimento e alla divulgazione, e quattro attrazioni dedicate sia ai bambini sia agli adulti. In particolare per gli adulti ci sarà il Roller Coaster per la Superbike Race con due piste da 550 metri ciascuna, con la possibilità di avere in pista contemporaneamente 12 mezzi e 24 persone. Ognuna di loro potrà vivere l'esperienza entusiasmante di una vera e propria gara motociclistica. Con Ducati World Mirabilandia farà un altro salto di livello, diventerà un parco europeo di fascia A."

ANDREA DOVIZIOSO: "Non vedo l'ora di provare la nuova attrazione. Sarà sicuramente un'esperienza piena di adrenalina, come quasi tutte le cose che fa Ducati."

JESÚS FERNÁNDEZ MORÁN: "Mirabilandia è il secondo più grande parco in Italia e il secondo fra i sessanta parchi nel mondo di Parques Reunidos. Con Ducati World faremo un grande salto di qualità e ci aspettiamo tanti visitatori dall'Italia e dal mondo. Sarà un parco dedicato alla passione per le moto, ma non solo divertimento: ci saranno anche la tecnologia, la storia, la conoscenza di questa disciplina affascinante."

CLAUDIO DOMENICALI: "Ducati è un brand globale in crescita e vincente. Anno scorso abbiamo vinto sei gare, quest'anno già tre. Nel 2017 abbiamo venduto nel mondo 56 mila moto. Ma non siamo solo costruttori di moto. Coltiviamo passioni e inseguiamo emozioni. E in questo quadro si colloca anche la partnership con Mirabilandia, in questa terra straordinaria che è l'Emilia-Romagna."

ANDREA CORSINI: "Questa è una giornata speciale, per una regione straordinaria, l'Emilia-Romagna, come ha detto Domenicali. La nostra regione - grazie alle sue eccellenze - anno scorso ha fatto registrare 57 milioni di presenze turistiche e quest'anno, dopo 5 mesi, siamo ancora in crescita. È grazie a queste collaborazioni al massimo livello fra aziende ed esperienze eccellenti come Mirabilandia e Ducati che possiamo rendere ancora più attrattiva la nostra regione, la nostra offerta turistica, la Destinazione Romagna."

 

A cura di P. G. C. 

05/07/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Ieri Classi e oggi questa bella, importante e utile notizia per il turismo e il territorio ravennate e romagnolo. Coniugare divertimento e passione sportiva nel cuore del bacino turistico apre nuovi e interessanti scenari di appetibilità e gravitazione che dovremo tutti usare al meglio . Una bella sinergia tra aziende e marchi di rilievo internazionale ( MIrabilandia, Ducati e bacino turistico e culturale ) danno ulteriore prestigio e valore al prodotto e alla destinazione romagna . IN bocca al lupo e rombo ai motori. Roberto Lucchi da Confesercenti ravenna
05/07/2018 - roberto lucchi
Un grande in bocca al lupo!! Ma, purtroppo, una nuova ondata di auto si riversera' su quella misera Statale e i problemi saranno sempre gli stessi..caos totale da e per il mare e mirabilandia!!! (ma sia chiaro, non è colpa loro, anzi, sono bravissimi a creare questi super eventi !!!)
05/07/2018 - bilancia
Ottima notizia, ma certa gente non si faccia bella, perché la decisione delle due aziende è del tutto indipendente da ciò che fa Regione ed enti locali. Del tutto indipendente!
05/07/2018 - Emanuele
L’altra settimana l’azienda cinese, oggi questa notizia.....per fortuna che da questa città tutte le aziende stanno scappando!! Perché tanti commentatatori di questo sito continuano a negare l’evidenza?? Rimbocchiamoci tutte le maniche per il bene comune piuttosto che criticare sempre a prescindere ....
05/07/2018 - Pablo
esatto Emanuele, ma perché la decisione bilaterale è indipendente? Tra spagnoli e tedeschi -> quindi che a livello continentale 'qualcuno' NON conta NIENTE (e nell'immediato futuro sempre meno anche a livello nazionale e suolo locale) 3:)
05/07/2018 - D.M.
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.