CALCIO / Gran gol di Papa e il Ravenna stende il Rimini

CALCIO / Gran gol di Papa e il Ravenna stende il Rimini
L'esultanza di Papa

Davanti ad un pubblico già in clima campionato, i giallorossi emergono alla distanza e conquistano i primi tre punti ufficiali della nuova stagione aggiudicandosi il derby di Coppa Italia

Livorno, Cervia e Rimini; cambia lo spessore e la categoria dell’avversario, cambia il contesto agonistico ma non cambia l’esito finale: il Ravenna vince.

Nella prima ufficiale da tre punti, il match d’esordio di Coppa Italia, in un Benelli che offre uno splendido colpo d’occhio per essere la prima domenica d’agosto (i quasi 1500 paganti sono la conferma di quanto entusiasmo e quanta passione circonda la squadra e di quanta fiducia accompagna un gruppo chiamato ad eguagliare, se non a fare meglio, l’annata trascorsa), il Ravenna subisce l’inizio aggressivo degli ospiti, è tenuto in piedi da Venturi, autore di due pregevoli interventi, poi cresce gradatamente alla distanza, finendo per imporre il proprio gioco e imporsi grazie ad un pregevole gol di Papa, che non poteva festeggiare in modo migliore la nascita, giusto una settimana fa, del figlio Giovanni.

La cronaca della partita. Pochi giri di lancette e prima Cecconi di testa e poi Guiebre, a conclusione di una bella iniziativa personale sulla sinistra, capiscono subito perché Venturi è tra i migliori portieri della categoria. La reazione del Ravenna è affidata a Galuppini che prima calcia a lato un diagonale e poi centra lo specchio ma trova Scotti pronto ad opporsi in due tempi. Un minuto dopo, al 34’, Papa mette in mezzo dalla destra, Bresciani da ottima posizione incorna alto di un soffio. Ancora Guiebre al tiro e ancora Venturi bravo ad opporsi in angolo. Al 44′ Eleuteri cross col contagiri di Eleuteri, Raffini prova l’incornata sottomisura, fallendo il bersaglio di poco. Nella ripresa, il Ravenna mantiene una certa supremazia ma non riesce a finalizzare, poi al 29’ la grande azione che decide il match: da Bresciani, tocco all’indietro per Siani, che vede l’inserimento centrale di Papa e sforna un assist al bacio per il gran colpo di testa del centrocampista che mette sotto l’incrocio. I giallorossi controllano bene la reazione del Rimini che si fa vedere al tiro solo al 47’ con Buscè, ma senza creare eccessivi problemi a Venturi. Finisce 1-0 per il Ravenna, che incamera, come l’anno scorso, la vittoria all’esordio, cogliendo in questo gli auspici di una soddisfacente stagione.

Il commento del mister. “Abbiamo fatto alcune cose bene e altre meno buone. Abbiamo fatto fatica ad imporre il nostro gioco - è l’analisi dell’allenatore del Ravenna, Luciano Foschi – perché all’inizio abbiamo subito l’aggressività del Rimini, e abbiamo sbagliato tanto nel palleggio, perdendo spesso le distanze ma alla lunga abbiamo fatto vedere anche cose egregie, come nell’azione del gol per esempio, e tolti i primi 10’ abbiamo concesso poco o nulla al Rimini. Abbiamo solo tre settimane di lavoro nelle gambe e chiaramente la squadra non può essere già pronta e brillante, però siamo in linea con i nostri programmi e, in attesa di capire come evolve la Coppa e quando comincerà il campionato, continueremo a lavorare per farci trovare pronti al via del campionato”.

 

 

Il tabellino della partita

RAVENNA-RIMINI 1-0

RAVENNA (4-3-3): Venturi; Eleuteri, Ronchi, Lelj, Bresciani; Papa, Jidayi, Maleh (14′ st Siani); Galuppini (37′ st Trovade), Raffini (14′ st Magrassi), Selleri (28′ st Sabba). A disp.: Spurio, Scatozza, Boccaccini, Pellizzari, Martorelli, Sangiorgi, Tunde, Barzaghi. All.: Foschi.
RIMINI (3-4-1-2): Scotti; Venturini, Brighi, Petti; Simoncelli (18′ st Buscè), Variola (45′ st Badjie), Alimi (18′ st Montanari), Guiebre; Arlotti; Cecconi (29′ st Battistini), Volpe. A disp.: De Angelis, Nava, Serafini, Viti, Marchetti, Serafino, Cavallari. All.: Righetti.
ARBITRO: Di Graci di Como.
RETE: 29′ st Papa.
NOTE: Ammoniti: Alimi, Bresciani, Selleri (dalla panchina), Arlotti, Galuppini. Spettatori 1.471 per un incasso di 4570 euro. Angoli 2-5. Recupero: 0’ e 3’.

06/08/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Complimenti. E complimenti anche a quei "tifosi" che hanno creato il dopo partita in cui sono dovute intervenire varie unità di polizia per sedare gli animi ed i vigili hanno dovuto chiudere al traffico la zona relativa allo stadio. Ringrazio anche, come contribuente, per il costo sostenuto dalla comunità per gli straordinari degli agenti intervenuti. E per potere, per l'ennesima volta aver potuto usufruire della libera circolazione nella zona. Come cittadino sono personalmente molto stanco di questa situazione e ritengo che i costi relativi a questo bellissimo sport debbano essere "interamente" a carico delle relative società.
06/08/2018 - Maurizio
Ma basta lamentarvi sempre ...non vi va bene niente! Se ce n'è non va bene, se non ce n'è non va bene lo stesso... Ravenna è una nicchia, uscite dal casello di Bagnacavallo per una volta e guardate come si vive altrove! Comunque FORZA VECCHIO CUORE GIALLOROSSO! STIAMO TORNANDO ...
06/08/2018 - Alex
Pensavo giocasse la nazionale italiana, considerate le molteplici forze dell’ordine !!!! Concordo: le spese deve sostenerle la società sportiva. È ridicolo che per pochi tifosi , in una serie .... , debbano essere impegnati tanti vigili e chiuse strade .....
07/08/2018 - Mario
sig. Maurizio, in occasioni di manifestazioni sportive e non, vietare il traffico attorno alla sede degli eventi è prassi comune. Lei è fortunato a abitare in quella zona, vicino al centro, servita da tutte le comodità, zona ospedale, zona cmp, zona esp........se una volta ogni 15 giorni deve " subire " questi disagi tenga duro. Le sono vicino
07/08/2018 - mauro
Pensi Maurizio che questa stagione avrà anche la fortuna di vedere le partite di cartello del Classe in serie D giocate al Benelli, contro Forlì e Cesena si prevedono giornatine tranquille...
08/08/2018 - Carlo
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.