Psicologia. Seminario su gioco e sviluppo, con Martine Pretorius dell'Anna Freud Centre di Londra

Psicologia. Seminario su gioco e sviluppo, con Martine Pretorius dell'Anna Freud Centre di Londra

 Sabato 15 settembre l’Istituto “Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica” ha organizzato un seminario tenuto dalla Dottoressa Inge Martine Pretorius, direttrice del progetto Parent/Toddlers presso Anna Freud Centre di Londra, che la impegna come conduttrice di gruppi terapeutici e di prevenzione del disagio psico-emotivo composti da bimbi da 1 a 3/4 anni ed i loro genitori.

Il seminario si terrà presso la Sala Nullo Baldini in via Guaccimanni,10 a Ravenna, dalle 10 alle 17.30.

La sessione mattutina, aperta a titolo gratuito a genitori, insegnanti, educatori, allievi dell’Istituto ed operatori del settore, è dedicata alla relazione della dott.ssa Inge Pretorius sul tema: “L’importanza del gioco nell'età della prima infanzia per favorire lo sviluppo psico-emotivo e le relazioni".

“La capacità di giocare e di usare la fantasia è al servizio dell’adattamento intrapsichico del bambino”, afferma la dott.ssa Pretorius sottolineando che “(…) il gioco è un atto mentale espressione di desideri o fantasie inconsci e consci. L’immaginazione o fantasia è un’azione di prova nella mente, la sperimentazione attraverso i pensieri, l’anticipazione di nuove soluzioni e l’elaborazione di possibilità diverse”. Elemento importante e costitutivo del gioco è il fatto che “(…) è anche un atto fisico, che trasforma l’atto mentale in un comportamento osservabile, dove l’atto mentale e l’atto fisico si fondono. L’atto fisico è una esplorazione, un tentativo di risolvere un problema, di “provare” una soluzione attraverso l’azione”.

La sottolineatura della dott.ssa Pretorius che “(…) il gioco comporta la consapevolezza che la messa in atto non è reale” è molto importante e richiede che anche da parte del genitore che gioca col figlio ci sia una sospensione dell’esame di realtà. Sigmund Freud ha scritto: “(…) il contrario del gioco non è ciò che è serio, ma ciò che è reale. Il gioco è irrealtà, e questo lo distingue da tutte le altre attività”. In che modo il gioco promuove lo sviluppo e le relazioni? La dott.ssa Pretorius illustrerà come avviene che “(…) il gioco promuove la connessione fra mente e corpo (…) aiuta il bambino a stabilire i confini del sé, sostiene e favorisce l’attaccamento (…) promuove il contatto sociale (…) e che attraverso il gioco il bambino impara a gestire l’ansia (…)”.

La riflessione sull’interrelazione del gioco con i compiti evolutivi dello sviluppo e soprattutto lo sguardo sulla realtà psichica interna del bambino, sulla costituzione del sentimento di sé e degli altri come persone diverse vuole suscitare l’interesse per la parte che ognuno può avere nel creare ambienti emotivo-relazionali che prevengano il disagio psico-emotivo del bambino fin dai primi anni di vita.

La dott.ssa Nedda Papi presenterà brevemente l’esperienza della “Casa dei Piccoli” che, fondata nell’ambito dell’Associazione per lo Sviluppo della Psicoterapia Psicoanalitica, è attiva a Ravenna dal 2012 con finalità di prevenzione del disagio psico-emotivo a partire dalla prima infanzia.

La sessione pomeridiana è riservata ai soli iscritti (esperti del settore e allievi dell’Istituto) e prevede una seconda presentazione da parte della dottoressa Pretorius dal titolo: “La psicoterapia psicoanalitica di un bimbo in età preedipica". La presentazione verterà su materiale clinico relativo alla diagnosi ed alle varie fasi di un trattamento psicoterapeutico psicoanalitico secondo l’impostazione teorico-clinica iniziata da Anna Freud e sviluppata presso l'Anna Freud Centre di Londra.

Il seminario sia per la sessione mattutina che per la sessione pomeridiana è giornata di Open Day per i laureati in psicologia e in medicina interessati all’Istituto “Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica”, che organizza corsi quadriennali di formazione per il conseguimento del titolo legale di Psicoterapeuta.

Per iscrizioni: info@scuolapsicoterapiaravenna.net, 0544215963.

12/09/2018

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.