Teatro. “Ritroviamoci al Rasi”, il teatro amatoriale della domenica pomeriggio in 15 appuntamenti

Teatro. “Ritroviamoci al Rasi”, il teatro amatoriale della domenica pomeriggio in 15 appuntamenti

“Ritroviamoci al Rasi”, fiore all’occhiello del teatro amatoriale, per la 37a volta torna ad allietare la domenica pomeriggio dei ravennati alle 15,30 al Teatro Rasi da ottobre a febbraio. Articolata in quindici appuntamenti, la rassegna organizzata dalla Capit di Ravenna in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna e il sostegno della BCC ravennate forlivese & imolese, contribuisce non solo a salvaguardare e diffondere il patrimonio culturale dialettale, ma è affiancato e arricchito da altre forme di espressione artistica frutto di una sperimentazione e di una creatività che spesso trascendono l’amatoriale. 

Alessandro Braga, creatore e regista di spettacoli e docente di arte teatrale, ha l’onore e l’onere di aprire e chiudere la rassegna con due spettacoli fuori abbonamento: quello musicale del 21 ottobre “Sarà un inferno” a cura del Laboratorio Teatrale Capit Ravenna e quello di giugno, ore 21,15, data da definire, prodotto dalla stessa Capit quale saggio finale del laboratorio teatrale SIVAINSCENA.

 

LE COMMEDIE DIALETTALI

Le commedie dialettali, piatto forte della rassegna, vedranno avvicendarsi al Rasi le compagnie de Bonumor di Granarolo Faentino (28 ottobre), Cvi de Funtanò di Faenza (4 novembre), Caveja Ravgnana di Ravenna (11 novembre), La Zercia di Forlì (18 novembre), Amici del Teatro di Cassanigo (25 novembre), Cvì de Magazen di S.Antonio (9 dicembre), La Broza di Cesena (16 dicembre), Città di Lugo (23 dicembre), Gruppo Teatrale di San Severo di Ponte Nuovo (13 gennaio), Compagnia CDT La Rumagnola di Bagnacavallo (20 gennaio) e la Compagnia del Piccolo Teatro Città di Ravenna (17 febbraio) in titoli di sicura attrazione fra cui spiccano alcuni classici come “E pu i dis i zuvan” (11 novembre) e “Una dona da Sunzàn” (17 febbraio) di Bruno Gondoni e una rielaborazione da “Zent scarvajeda” di Bruno Marescalchi (25 novembre).

Bruno Gondoni e Bruno Marescalchi sono pietre miliari della letteratura teatrale romagnola a cui si è aggiunto di recente Romano Comandini. I tre autori saranno oggetto di una interessante iniziativa sviluppata dalla Capit in collaborazione con l’Associazione Culturale Schurr volta ad aumentarne la conoscenza grazie a una presentazione precedente gli spettacoli, rispettivamente dell’ 11 e del 25 novembre e del 3 gennaio. Altri autori contemplati dalla rassegna sono Arturo Forti, Gildo Passini, Angelo Gallegati, Alfredo Pitteri, Loredana Cont, Corrado Contoli ed Enrico Lasi.

Non potevano mancare due appuntamenti storici: “La Rumagna in te tu cor” con cante e folcklore a cura del Gruppo Corale Pratella Martuzzi di Ravenna (fuori abbonamento) il 26 dicembre per festeggiare i ravennati allontanatasi dalla città per motivi lavorativi o familiari e i Mimi della Lirica di Ravenna in playback il 30 dicembre in “Pagliacci” di R. Leoncavallo e “Cavalleria Rusticana” di P. Mascagn, capolavori veristi. Fra le nuove espressioni teatrali, il 6 gennaio gli Accademici Italiani di Pesaro propongono “Il Barbiere di Siviglia ovvero…l’inutil precauzion”, pièce in vernacolo pesarese dove la storia di Gioachino Rossini si innerva delle sue splendide musiche con orchestra dal vivo a 150 anni dalla scomparsa. Segue il 27 gennaio “Magazzino ridens” con testi originali divertenti a cura della giovane Compagnia Magazzino FS di Cotignola. Il 3 febbraio va in scena, con la compagnia Il Passaggio di Ravenna, il classico del teatro dialettale napoletano “O scarfalietto” di Eduardo Scarpetta.

 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a Capit tel. 0544 591715.

I singoli biglietti si possono acquistare alla biglietteria del Teatro Rasi oppure on-line sul sito www.vivaticket.it con gli sconti previsti.

IL PROGRAMMA

11/10/2018


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.