LA POSTA DEI LETTORI / Caro Michele de Pascale ti scrivo...

LA POSTA DEI LETTORI / Caro Michele de Pascale ti scrivo...
Pietro Vandini

Ciao Michele,
fare il sindaco è parecchio impegnativo ma diciamolo, a Ravenna non va poi così male eh? Io volevo continuare a seguirvi ma devo dirti con sincerità che risulta essere impresa ardua. L'impressione è quella di trovarsi in un comune commissariato dove non c'è un vero e proprio indirizzo politico, ma semplicemente una gestione ordinaria delle attività. Sembra quasi che stiate aspettando di capire chi organizza la festa per decidere quale vestito mettervi.

Pensa Michele che invece a mio avviso questo sarebbe proprio il momento migliore per far emergere quelle impressioni di freschezza, ripartenza e libertà di cui avreste tanto bisogno. Perchè diciamocelo, il PD è qualcosa che non merita nemmeno più di essere criticato, attualmente non sono altro che due lettere messe li a caso. In questo momento tanti dicono che i vertici devono fare un passo indietro, in troppi lo dicono, spesso sono i vertici stessi che dicono che i vertici dovrebbero fare un passo indietro. Capirai che è ridicolo tutto questo. Io non ci credo che non abbiate ancora capito che, se volete salvare e riprendere il bacino elettorale che ormai non avete più, dovete definitivamente chiudere il libro e cominciare a scriverne uno nuovo. Se non lo fate poi la gente pensa male, pensa che i "famosi vertici" stiano solo attendendo di capire in che modo possano continuare a fare i politici, insomma, sembra che stiano cercando di capire come salvare loro stessi e non il bacino elettorale che ormai non esiste più.
Sai che spesso sono risultato antipatico ma, te lo devo dire, anche tu sei parte di quei "famosi vertici", al di là dell'età anagrafica tu ed altri al tuo fianco non è che siate proprio arrivati oggi.
Dico queste cose perchè a me dispiace vedere tanta gente che non sa più cosa fare, che vota per disperazione o solo perchè non vi sopporta più; questi stimoli hanno portato ad avere un imbarbarimento socioculturale pericoloso e certamente poco utile all'Italia.
Tu dirai da che pulpito arrivano queste parole, da chi ha abbandonato il carro quando è diventato una Ferrari. In effetti è così e se avessi fatto come "i famosi vertici" ora sarei a Roma e magari avrei anche qualche ruolo importante, ma sarebbe servito a me, a patto che fossi riuscito a guardarmi allo specchio. Sarebbe servito a me, e a chi altri?
Questa domanda è importante perchè dalla risposta emerge l'approccio che ognuno ha nei confronti della politica.
Come sai, ho preferito scendere dal carretto diventato Ferrari e ho preferito rimanere con la mia bella e comoda utilitaria. La Ferrari da utilizzare solo alla domenica per fare bella figura non faceva per me, tra l'altro usandola così non si impara nemmeno a guidarla e andare a sbattere con una Ferrari costa tanto ed è pericoloso.
A proposito di utilitarie, hai presente questa storia del blocco del traffico degli Euro 4?
Ecco, secondo me la regione non è stata coraggiosa come hai detto tu, ma è stata paracula. Senza ombra di dubbio il blocco creava dei problemi notevoli, conosco tanta gente in difficoltà perchè non ha i soldi per comprare una macchina più nuova, o che avrebbe dovuto spendere soldi per abbonamenti o biglietti dei mezzi pubblici andando a pesare sul bilancio famigliare già precario; ci sono persone che arrivano da fuori Ravenna che avrebbero dovuto spendere soldi per arrivare a Ravenna e altri soldi per i mezzi pubblici. Insomma, prima di fare determinate azioni è necessario lavorare affinchè ci siano tutte le alternative percorribili, viceversa si creano casini come avevate fatto voi. Questa è una cosa sulla quale è fondamentale ragionare, abbiamo letto tutti il rapporto dell'altro giorno del IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) e se davvero non si cambia seriamente l'approccio, poi saranno guai importanti per le generazioni future.
A proposito, avete mai pensato al car sharing con mezzi elettrici e/o ibridi?
Quella cosa che tante grandi città fanno già da tempo, simile al bike sharing introdotto a Ravenna alcuni mesi fa. E' una cosa che potrebbe essere molto utile. Mettiti nei panni di un genitore che porta i figli a scuola, va a lavoro, esce da lavoro, porta i figli a fare sport e intanto va a fare la spesa per poi tornare a prendere i figli. Ecco, capirai che è impossibile farlo in autobus o in bicicletta, vuoi mettere la possibilità di utilizzare macchine di quel tipo, che possono girare e parcheggiare ovunque?
Scusami se ho disturbato il sonno, se ti va pensa un pò alle cose che ho scritto.
Un saluto

Pietro Vandini 

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Domanda: perchè non tornate con la d.ssa Guerra a riformare una squadra competente (come quella proposta) e con un programma serio (come quello proposto) lasciando fuori persone che vi hanno buttato discredito (compreso anche "padron Grillo"). In sostanza una bella lista civica staccata dalla politica ma con persone serie e volonterose per il "bene della città" che magari questa è la volta buona sul serio? In bocca al lupo!
12/10/2018 - Angelo
purtroppo a Ravenna il carretto non è mai diventato Ferrari .. proprio grazie a Vandini & C. ...
12/10/2018 - Munez
Munez, la Ferrari ti rovina, le mĕi druvea la cariola.
12/10/2018 - Spread
A Ravenna la Ferrari a sbattuto e si è distrutta, peccato sicuramente oggi sareste voi a dirigere la città, vi esorto a fare una lista civica unica mettetevi insieme tanti giovani di buona volontà senza guerre fraticide, sono sicuro del successo ma lo dovete fare ora, date il tempo agli elettori di conoscervi, fate dei programmi fattibili, non prendete con voi chi a mandato in malora tutto, lei la signora Guerra siete il nuovo fatevi avanti.
12/10/2018 - Nonno
Parpiase'.........nuovo.........Ferrari........ cariola va bene x farli lavorare, non tutti conoscono questo termine.
12/10/2018 - elio62
No no, lasciamo che continuino in questo modo così alla prossima tornata elettorale nessuno avrà più dubbi su chi NON votare.
12/10/2018 - Mary
Nonno batti, la Ferrari di Ravenna (ma non solo) proviene sempre dalla solita scuderia e alla città non serve una Ferrari che ha cambiato solo il nome e la carrozzeria ma che non vuole cambiare pista.
12/10/2018 - Spread
Ravenna e' una citta con ottimo Potenziale, La politica non ha mai risolto molto, il sindaco attualmente in carica ha il suo programma e se lo meritano tutti i cittadini che lo hanno votato e appoggiato, Ravenna non e' piu la Rocaforte Rossa come lo e' stata in Passato. Servono interventi coraggiosi, per la viabilita' e inquinamento abientale io sono contro i Diesel se sono in commercio e inquinano e; soprattutto perche il nostro governo ha un interesse a tenerlo al prezzo attuale alla pompa. mi ricorda quello che succede in Russia con la Vodka , costa meno di una bottiglia di Acqua minerale la fa molto male ma il governo continua ad appoggiare le lobby dei produttori di Vodka che hanno oligarchi come sostenitori. La gente muore di cirrosi ma e' colpa loro perche bevono la vodka. In Italia muoriamo di particolati con il cancro ai polmoni a tuttoggi il diesel costa meno della benzina non vi sembra che la politica stia avvelenando la nostra aria con la loro inadempienza???
13/10/2018 - Angelo2
Facile criticare sui social, sparare su tutto e tutti, eravate consiglieri e avete abbandonato... "per il bene della città". La Politica con la P maiuscola è una cosa seria, basta buttare fango sull'avversario politico. Avete un programma, idee per il bene di tutti ?? In Romagna si tirano su le maniche e si lavora, per il bene di tutti !!! Buon lavoro a tutti !!!
13/10/2018 - SpiderMan
vedi vandini,,a ravenna te e depascale siete uguali,avete un partito frantumato con dirigenti che uno che uno la pensi alla stessa maniera
13/10/2018 - batti
Angelo2, una zona non diventa inquinata per colpa del diesel ma per la concentrazione degli scarichi inquinanti e per una pianificazione edilizia legata ad interessi privati e non al bene comune.
13/10/2018 - Camionista
scusa spread,vedi solo le ombre o senti anche le voci,,,io sono batti nonno è un altro
13/10/2018 - batti
Camionista, Il Diesel e' stato riconosciuto dall organizzazione mondiale della sanita' come sicuramente cancerogeno. lo scandalo delle emissioni diesel negli stati uniti e' solo la punta dell iceberg. negli stati uniti le autovetture Diesel sono il 3% delle vendite totali in Italia sono oltre il 50% delle autovetture vendute. I particolati del diesel provocano il Cancro e la nostra gente Muore. non diamo la colpa all edilizia delle emissioni Cancerogene, piuttosto se comprate una vettura assicuratevi che non sia diesel. per il bene dei Nostri figli.
14/10/2018 - Angelo2
Il tempo delle mele e finito..l arroganza. Egocentrismo..non.fa vedere..che invece..di i8ncolpare questo o quello..dovreste fare i conti ..col vostro ..non operato degli ultimi 20 enni..la gente e stanca dei favoritisti..a senso unico..a chi non li merita..dovreste rimboccarvi le maniche..e impegnarvi..per gli italiani.
14/10/2018 - Maria
Angelo2, la concentrazione delle auto in una zona ė proporzionata alla concentrazione della popolazione o no? Visto che sei molto esperto di statistiche, se tra i due Stati, il rapporto del diesel è di 3 a 50 ci dovrebbe essere la stessa differenza nei decessi per cancro.. Per favore concludi la statistica in merito.
14/10/2018 - Camionista
Gentile Angelo2 come mai a Ravenna la media dei tumori è più alta di quella nazionale? Abbiamo più diesel o c'è qualche altro problema che lei non conosce?
14/10/2018 - Giovanni lo scettico
Camionista Sulla concentrazione delle auto hai ragione e' maggiore dove c'e piu popolazione, il nocciolo e' che 1)le polveri sottili o anche chiamate particolati sono cancerogeni questo gia da uno studio pubblicato sul Lancet nel 2013. 2) I motori diesel producono una quantita' di particolati 1000 volte superiore ad un motore a benzina. Viviamo in una democrazia se ti senti a tuo agio con un diesel e sei in pace con la tua coscienza puoi acquistarlo. io giro a metano e possibilmente con le mie possibilita economiche(non navigo nell oro) passero al piu presto all elettrico . Volevo anche dirti che ho la patente CE e ho guidato camion per 10 anni, siamo colleghi .
15/10/2018 - Angelo2
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.