LA POSTA DEI LETTORI / A Borgo Montone servono parcheggi, non una mega piattaforma per i bus

LA POSTA DEI LETTORI / A Borgo Montone servono parcheggi, non una mega piattaforma per i bus

In via Lago di Lugano, a Borgo Montone, da tempo è stato richiesto un incremento degli stalli di sosta (parcheggi) soprattutto per il fatto che negli anni sono stati istituiti, in alcune strade adiacenti, divieti di sosta su uno o su entrambi i lati.

Per ora l'unico intervento fatto, proprio in questi ultimi giorni, è stato quello di eliminarne 3 per creare una mega piattaforma d'asfalto riservata alla fermata dell'autobus.
Senza mancare di rispetto a nessuno, soprattutto all'ideatore dell'opera, credo che neanche a New York ne esista una di queste dimensioni.
C'è qualcosa che non quadra oppure sono io che non capisco (possibilissimo)?

Sergio

05/11/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
La seconda
05/11/2018 - Andrea
Allora Andrea spiegamelo tu.
05/11/2018 - Sergio
Non basta fare la battuta Andrea. Se si conosce l'argomento bisogna spiegarlo agli altri.
05/11/2018 - Cittadino interessato
vedo dalla foto che FINALMENTE è stata fatta una "piattaforma" per chi usa l'autobus...ragazzi, e persone anziane sono al sicuro.- Magari potessero farle in altre zone.- Dico solo che a Borgo Montone siete stati fortunati.-
05/11/2018 - bilancia
Giusto dare priorità ed incentivare il trasporto pubblico mettendo in sicurezza le persone. Le dimensioni sono congrue (mi sa che a NY non ci sei mai stato eh) tenendo conto che in futuro potrebbero essere installate sedute per gli anziani. Se Sergio vuole più posti auto? ok ci può stare come richiesta ma criticare le dimensioni di una piazzola bus in favore dei posti auto mi sembra solo un buon modo per perdere tempo e credibilità.
06/11/2018 - Michele
Bilancia, ben venga la sicurezza ma il problema sono i parcheggi promessi e non fatti e che quei 9 posti auto ora sono diventati 6.
06/11/2018 - Sergio
Sergio i parcheggi e gli stalli che ci sono li tolgono... L' unico modo per avere un parcheggio è sperare che facciano una Coop..
06/11/2018 - Ravèna
Michele, chiaramente quella su New York era una battuta. La problematica riguarda la mancanza di posti auto in virtù del fatto che ne erano stati previsti dei nuovi e non sono stati realizzati e ora stanno diminuendo quelli già esistenti, Capisco che, come al solito e spesso su questa testata giornalistica quando qualcuno si lamenta di qualcosa, se non si è coinvolti in prima persona i problemi degli altri sembrano sciocchezze. Faccio inoltre presente che si tratta di una fermata bus utile ma scarsamente frequentata. Da qui il dubbio per l'entità dell'opera.
06/11/2018 - Sergio
L'articolo fa notare che erano previsti più posti auto nella zona interessata dall'attuale lavoro alla fermata. C'era stato anche uno stanziamento di fondi per la loro realizzazione ma ad oggi nulla. Conosco bene quella zona e mi sembra un lavoro esagerato. In foto comunque non rende, dal vivo sembra ancora più grande.
06/11/2018 - Borgomontoniano
La fermata che dovrà essere ultimata con la pensilina è stata costruita secondo gli standard dettati dalle norme vigenti europee per dare riparo alle persone.Le sue dimensioni sono dovute per poterne permettere l uso anche alle persone diversamente abili che vivono nella nostra comunità, e questa area è favorevole e accessibile da tutte le vie. Sono stati fatti sopralluoghi dai tecnici del comune per valutare la frequenza delle persone e siccome è stata realizzata evidentemente la frequenza di uso è alta. Personalmente che sia 1 che siano 10 non si lascia nessuno sotto alle intemperie, è stata realizzata in quella zona per motivi tecnici ed era l unica area fattibile, in quanto il suo uso serve anche a sgravare i ragazzi che abitano in questa parte del paese che era sprovvisto di fermata dal peso degli zaini.
06/11/2018 - Massimiliano
Massimiliano, ottimo commento anche se non tutto quello che hai scritto corrisponde alla realtà. Rimane comunque il problema cruciale dei posti auto promessi dal Comune e mai realizzati e dei 3 in meno che quella parte del paese ha ora a disposizione (leggi lettera inviata dal presidente del Comitato Cittadino al Comune nel sito www.borgomontone.it). Passo e chiudo.
06/11/2018 - Sergio
Non capisco cosa non corrisponda al vero di quanto ho scritto le opere vengono eseguite a norma di legge, probabilmente era un sito già predisposto ed era un onere meno gravoso. La scelta sarà stata valutata con accuratezza. Sono a conoscenza delle lettere del comitato cittadino, mi è sembrato pero' inopportuno dare un titolo di megapiattaforma a questa opera di assoluta necessità. In questo modo abbiamo tre fermate dislocate ai lati e centro del paese ad uso della collettività. L' interesse personale non deve prevalere sull' interesse comune.Ciò non toglie che si possa spingere per ottenere altri posti auto, ma senza contestare e commentare quanto di buono e utile é stato fatto.Personalmente sono molto contento della realizzazione di questa opera e spero che questo sentimento sia condiviso da molti altri cittadini di Borgo Montone.
06/11/2018 - Massimiliano
Non esistono "standard dettati dalle norme vigenti europee" che prevedano una gettata di asfalto su 3 stalli auto per la loro completa eliminazione. Se così fosse vuole dire che le misure erano già precise. Ho utilizzato la fermata per un certo periodo in cui ero senza macchina e non ho visto tutto questo movimento.
07/11/2018 - Lugano
Questa è una fermata ancora sconosciuta a molti,in quanto di recente messa in opera e non ancora terminata. Prego di voler misurare un autobus nuovo, e noterà che la sua lunghezza corrisponde quasi a tre autovetture, poi vogliamo lasciare un po' di spazio per manovrare?.Le normative si chiamano barriere architettoniche, sono nate per superare ostacoli.Tre posti macchina sono più importanti di tre ragazzini sotto l'acqua?non credo.Sergio ha ragione,e cerchiamo di ottenere altri posti, ma non critichiamo una pensilina fortemente richiesta da almeno 5 anni dal comitato cittadino,in altri posti non era possibile farla ,punto, presto ci sarà la riunione del comitato ,ne possiamo parlare in quella sede se lo desidera ,per capire come sono andate le cose,Al mattino passano autobus per le scuole medie e superiori compreso l'otto di linea, e molti ragazzi l'anno prossimo escono dalle elementari per andare alle medie,vanno contatti anche loro.
07/11/2018 - Massimiliano
io credo che dover leggere queste lamentele su una testata on line sia risibile. esiste un comitato cittadino, peraltro da quanto ne so chi ha scritto e altri ne fanno parte, credo che queste discussioni dovrebbero avvenire all'interno del comitato e non fatte su una testata on line.
08/11/2018 - Pando
Magari, con queste nuove piattaforme, finalmente gli autisti accosteranno alle fermate invece di restare in mezzo alla carreggiata per far salire e scendere gli utenti. ;0)
09/11/2018 - Anna M
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.