Una società per relazioni. A Ravenna l'incontro su molestie e ricatti: "A proposito di #MeToo"

Nell’ambito della Rassegna “Una Società per relazioni – Strade alternative alla violenza”, organizzata dal Comune di Ravenna, l’Associazione Femminile Maschile Plurale promuove lo spazio pubblico di approfondimento e di dialogo "A proposito di #MeToo. Molestie e ricatti. Dal silenzio alla parola". L'incontro è in programma sabato 10 novembre dalle 9.30 alle 12.30 alla Sala Buzzi di via Berlinguer 11 a Ravenna.

Interventi di:

- Anna Mori (Giudice) “Corteggiamento, molestia, violenza sessuale: le risposte del diritto”
- Giulia Sudano (Ass.ne Orlando – Bologna) “Quale femminismo per combattere una violenza strutturale?
- Sandro Bellassai (Storico) “La logica maschile liberale contro il femminismo”
- Antonella Raspadori (Sindacalista CGIL) “La Contrattazione sindacale per contrastare le molestie e la violenza nei luoghi di lavoro”

A seguire, confronto e dibattito aperto alla cittadinanza, associazioni, sindacati ed associazioni di categoria che vorranno condividere.

L’incontro ha come obiettivo quello di analizzare il fenomeno del movimento #MeToo, e la sua ricaduta culturale e politica nei femminismi, del passato e “nuovi”, senza dimenticare la tutela dei diritti delle donne nel mondo del lavoro.

#MeToo è un movimento di denuncia che si è diffuso dall’autunno del 2017, a partire dalle accuse di molestie contro il produttore cinematografico Harvey Weinstein.

L’incontro, programmato da mesi, si svolge in contemporanea con la mobilitazione nazionale di protesta contro il decreto Pillon, alla quale Femminile Maschile Plurale aderisce: "Saremo presenti alla mobilitazione ravennate, nel pomeriggio del 10 novembre, con tante altre associazioni, per dire, ancora una volta, NO".

Sito: www.femminilemaschileplurale - Fb: Associazione Femminile Maschile Plurale

 

09/11/2018


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.