LA POSTA DEI LETTORI / Verde troppo breve al semaforo nell'incrocio tra via Cilla e via Sant'Alberto

Buongiorno, vorrei segnalare che da un po' di giorni il semaforo tra via Cilla e via S.Alberto (dal lato di via Cilla) resta verde per pochi istanti consentendo il passaggio solo di 4/5 veicoli e provocando file che arrivano ben oltre la scuola elementare (provocando ulteriore intasamento). Tanti veicoli passano con il rosso pieno, per evitare ulteriori attese.

Penso che il sensore di prossimità del semaforo non funzioni più, sarebbe bene controllare e risolvere il problema per evitare incidenti, far defluire il traffico e limitare l'inquinamento.

09/11/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Il sensore di prossimità funziona benissimo. E' la temporizzazione che è sbagliata....ma è voluta (da chi?). Infatti al mattino riescono a passare 4/5 auto, come dici tu, ma andando sempre più verso sera la temporizzazione cambia e riescono a passare molte più auto. Ormai via Cilla è impercorribile in entrambi i sensi di marcia....ma solo chi la fa tutti i giorni lo capisce....
09/11/2018 - Gianni
Posso confermare. L'altro giorno ci ho messo 20 minuti per oltrepassare il semaforo. Il verde di via Sant'Alberto durava 5 minuti contro 1 minuti scarso di via Cilla, col verde passavano 5 macchine contro 100 lato opposto
09/11/2018 - Denis
Stesso problema all'incrocio tra via Trieste e via Lanciani, il verde rimane 8 secondi. In certi momenti la fila arriva in via T. Gulli
09/11/2018 - Ely
Siccome lavoro in centro, lascio l'auto in Parcheggio Lanzoni. La mia uscita dal suddetto parcheggio corrisponde, ahimè, quasi ogni giorno all'uscita dei bambini da scuola. ed è un supplizio. Ogni volta per uscire servono almeno 15-20 minuti. Nn è solo il tempo perso, è la maleducazione dei genitori che se potessero parcheggerebbero in classe. L'uscita è ostruita sia dalle loro auto buttate in ogni dove e da altre che sembrano cementate sulla corsia di entrata. inoltre, proprio a causa del semaforo che nn è vero che verso sera allunga i tempi perchè alle 16.30 del pomeriggio nn lascia passere piu di 3 auto, la fila inizia allo spartitraffico. Quindi le auto in coda certo nn si curano di lasciare lo spazio necessario per lasciare svoltare le auto verso sinistra. Ho fatto presente il problema sia ai vigili urbani presenti, sia telefonando all'ufficio ma pare nn sia risolvibile. Nè per allungare i tempi del semaforo, nè per mettere un divieto di sosta sulla carreggiata: Mah!!!!!
09/11/2018 - laura
Speriamo che anche le persone anziane che escono dal Conad di via Cesare siano agili e scattanti! Il semaforo pedonale ha un verde di circa 3 secondi!!!
09/11/2018 - F.S.
Confermo, stesso identico problema. Percorro questa strada tutti i giorni per recarmi a lavoro (mattina e sera), fino a qualche mese fa funzionava correttamente ma ultimamente il verde resta per troppo poco tempo consentendo il passaggio di soli 4/5 veicoli...
09/11/2018 - Alex
Il problema del semaforo esiste, così come esposto nell'articolo. A me e' capitato anche di pomeriggio alle 17. Effettivamente esiste un problema nelle apparecchiature del semaforo, ci passo spesso non aveva mai funzionato cosi'.
09/11/2018 - DG
Verissimo ....! Con il verde,da via Cilla, 5 auto passano quando le condizioni sono ottimali.Vorrei capire chi programma la taratura dei semafori se svolge,almeno, le prove pratiche dei normali tempi che si impiegano per l'attraversamento.Analoga situazione per gli impianti che regolano i passaggi pedonali. Ad esempio: Il semaforo pedonale di via faentina di fronte alla coop,il verde per i pedoni ha una durata talmente limitata che per una persona anziana o con difficoltà di deambulazione non riesce a completare il percorso nei tempi prestabiliti,rischiando di rimanere a metà.Fortunatamente al centro della strada c'è il marciapiede, che permette di non correre il rischio di essere investiti.
09/11/2018 - pg
Poi se consideriamo che molti in attesa del verde pastrocchiano col telefonino e quando arriva non se ne accorgono subito.......
09/11/2018 - elio62
Sono passata martedì 6/11/2018 ore 08.45 il semaforo via Cilla è durato pochissimo passava una macchina e arrivava subito il rosso. Devo segnalare che dopo la chiusura via Zampeschi su via Cilla ci sono file ad entrambi i semafori via Rotta e via S.Alberto.
09/11/2018 - maria
La chiusura di via Zampeschi ha creato disagio per i residenti file al semaforo di via Rotta difficoltà ad accedere a via Vizzani per veicoli parcheggiati al lato della strada e cassonetti che restringono la carreggiata e non ha risolto nulla in quanto chi voleva evitare il semaforo lo fa passando a lato dei cassonetti e ha portato un notevole traffico piu' di prima. La strada non andava chiusa ma regolamentato il traffico con sensi unici
10/11/2018 - dg
In molte città ci sono i semafori intelligenti, da noi hanno installato quelli ignoranti
10/11/2018 - Emanuele
Sì concordo con Ely anche sul semaforo tra via Lanciani e via Trieste... pochissimi secondi, assurdo. Ma anche gli autisti degli autobus non potrebbero segnalare queste deficienze? Forse avrebbero più ascolto... mi sa tanto che ci affanniamo per nulla, ha ragione Emanuele.. ahahah
15/11/2018 - Filippo
In questo caso si può dire che la lamentela di popolo è servita: da alcuni giorni il semaforo è tornato a funzionare come deve. Come avevo ipotizzato nel primo post evidentemente era solo un guasto tecnico. Grazie
16/11/2018 - D
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.