La mia mamma è bellissima. I parrucchieri di Ravenna in campo con Ior per le donne che soffrono

La mia mamma è bellissima. I parrucchieri di Ravenna in campo con Ior per le donne che soffrono

Nessuno deve affrontare il cancro da solo, tanto meno una mamma. È per tutte le donne che lottano che l’Istituto Oncologico Romagnolo ripropone anche per il 2018, in collaborazione con la piattaforma Idea Ginger, l’iniziativa di crowdfunding “La mia mamma è bellissima”: campagna di raccolta fondi a sostegno del Progetto Margherita e della fornitura di parrucche gratuite per quelle pazienti che affrontano l’effetto collaterale più temuto delle terapie, la caduta dei capelli.

La calvizie rappresenta una questione molto più che estetica. Sono tante le donne che temono più le terapie che potrebbero salvar loro la vita della malattia stessa, cosa che le rende meno collaborative nei confronti del percorso di cura, con effetti negativi su prognosi e qualità di vita. La caduta dei capelli rappresenta un momento difficile da accettare, che possiede ripercussioni sul benessere psico-emotivo: riflettersi allo specchio e vedersi calve significa guardare sé stesse e scorgere solo la malattia; identificare la propria persona con il cancro; perdere femminilità e identità.

Per questo è tanto importante il Progetto Margherita. Fornire gratuitamente alle pazienti una parrucca e la consulenza di un parrucchiere volontario significa comprendere le loro paure ed essere al loro fianco. Il Progetto Margherita è uno dei servizi più richiesti: solo nella prima parte del 2018 ne hanno usufruito ben 239 donne, più di una al giorno. «Secondo un articolo comparso di recente su L’Espresso – spiega il Direttore Generale IOR, Fabrizio Miserocchi – il costo di una parrucca oncologica varia dai 500 euro per un modello sintetico a ben 1.500 euro per un toupet organico con capelli veri: un vero e proprio lusso, in un momento in cui la famiglia è gravata dal costo di terapie salvavita costose. Per questo il Progetto Margherita è tanto importante e per questo dobbiamo cercare di espandere la sua portata il più possibile: una donna non può vedersi costretta a scegliere tra la propria bellezza e una cena, una gita, tutte quelle piccole cose che dovrebbero rappresentare la normalità».

Il lancio della campagna di crowdfunding, avvenuto lo scorso anno, era pensato proprio per far fronte alla crescente richiesta: l’obiettivo fissato, di 10.000 euro, serviva a fronteggiare i costi dell’apertura dell’iniziativa anche presso le sedi di Cesena e Imola, oltre a quelle di Forlì, Ravenna e Rimini. Il successo è stato tale che la somma ricevuta ha superato di gran lunga le attese: grazie alla generosità di ben 692 donatori, al termine della campagna sono stati quasi 27.000 gli euro ricevuti.

Un risultato ottenuto anche grazie all’iniziativa dei parrucchieri del territorio, veri promotori dell’iniziativa. «Sono stati proprio loro i primi a chiederci di riproporre “La mia mamma è bellissima” anche nel 2018 – continua Miserocchi – d’altronde, i parrucchieri sono i primi ad avvertire l’esigenza di un servizio come il Progetto Margherita. Molti ci hanno raccontato di come le pazienti si rivolgano ai loro saloni non solo per tagliare in maniera radicale una chioma già minata dalle terapie, ma anche per dare una sistemata alle parrucche, quando non riescono a vedersele indosso. Si tratta di momenti delicati, che necessitano di spazi adeguati a proteggere il bisogno di privacy: un bisogno che un esercizio commerciale non può logicamente garantire. Il rilancio della campagna di crowdfunding anche per il 2018 sarà utile non solo a mettere a disposizione il Progetto Margherita a quante più donne che lottano contro il cancro, ma anche a rendere ancora più accoglienti e ospitali gli ambienti in cui avvengono gli incontri».

Saranno venti i parrucchieri di Ravenna e dintorni che esporranno, fino al 5 febbraio 2019, il barattolo per le offerte a sostegno della campagna, o che sosterranno a vario titolo il crowdfunding:

Parrucchieri Uomo Donna, via Falconieri 11;
I Parrucchieri di Donati Denia, via Taro 3/5;
Coiffeur Linea Lei, piazza D’Armi 83;
Dacci un Taglio, via Sant’Alberto 60/A;
Parrucchiera Donella Placucci, via Marche 36;
Idea Donna, via dei Poggi 6;
Immagin Hair Parrucchieri, via Battuzzi 63;
Tonina Parrucchieri, via Redipuglia 62;
Arte & Tecnica Parrucchieri, via di Roma 161;
Emma Gatta Parrucchieri, via Boezio 22/A;
Anna Ronconi Parrucchieri, via Portorose 37;
Savorelli Marisa Parrucchieri, via Maggiore 69;
M & G Nuova Era, piazza Giovanni XXIII 26/28;
Cri Style, via Bacchetta 2, San Michele;
Gianna Parrucchieri, via Sant’Egidio 7, Camerlona;
Nives Parrucchieri, piazza della Resistenza 7, Alfonsine;
Salone Milù, via Emaldi 26, Lugo;
Karma Parrucchieri, via Romea Nord 277, Savio;
Anthony Papa Parrucchieri, via Mentana 6, Lugo;
Event Color, via Mazzini 39, Bagnacavallo.

Oltre alle offerte direttamente in salone, chiunque potrà contribuire con una donazione online all’indirizzo https://www.ideaginger.it/progetti/la-mia-mamma-e-bellissima-2018.html.

"Anche quest’anno - informa l'associazione - sono previsti dei premi per i donatori: le “ricompense”, che spettano a chi aiuterà lo IOR a portare a termine con successo l’obiettivo. Tra esse, è confermata anche per il 2018 quella del messaggio lasciato alle pazienti che affrontano la loro battaglia, da inserire all’interno delle parrucche donate: una possibilità messa a disposizione per donazioni dai 75 euro in su, che ha dimostrato di essere molto apprezzata. Perché nessuno deve affrontare il cancro da solo: tanto meno una mamma".

12/11/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Bellissima iniziativa.- contribuiro' sicuramente e spero lo facciano in tanti.-
12/11/2018 - bilancia
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.