Politica. CambieRà propone un ufficio per monitorare bandi e concorsi con cui finanziare Ravenna

Politica. CambieRà propone un ufficio per monitorare bandi e concorsi con cui finanziare Ravenna
Samantha Tardi

Istituire un "ufficio dedicato all'osservatorio ed al monitoraggio di bandi, concorsi e contest italiani ed europei, che promuova la diffusione della loro pubblicazione, che supporti gli assessorati ed i diversi settori della Pubblica Amministrazione nella redazione dei progetti, nelle risposte agli stessi bandi, nella rendicontazione e nella ricerca anche di partner nazionali ed internazionali con cui collaborare per l'ottenimento delle risorse in palio". È la proposta che la lista civica CambieRà ha avanzato al consiglio comunale con un ordine del giorno dedicato.

L'idea nasce da quella che Samantha Tardi, capogruppo in consiglio per la lista e Matteo Brighi, consigliere territoriale del movimento nel quartiere Darsena, hanno individuato come un'"occasione persa": il bando del FAI (Fondo Ambientale Italiano) per il concorso "I luoghi del cuore", che permetteva di candidare siti urbani da riqualificare. Ai più votati venivano assegnati premi in denaro che andavano da 5mila euro fino ai 50mila del primo classificato.

Tra i candidati, anche la ravennate Rocca Brancaleone, che senza la necessaria promozione, stagnava, secondo quanto riportato in una nota dagli esponenti di CambieRà, al 13.325° posto, con soli 7 voti collezionati. A poche ore dal termine fissato per le votazioni, i consiglieri del movimento hanno tentato il tutto per tutto, promuovendo la votazione attraverso i loro canali social, facendo raggiungere alla Rocca, con 119 votazioni, l'810° posto.

"Alla luce di questo sorprendente risultato - dicono da CambieRà -, siamo quindi arrivati alla conclusione che una più attenta osservazione delle proposte di finanziamento ed una più strutturata promozione e pubblicizzazione delle stesse, potrebbe permettere sia alle casse comunali di ricevere entrate finanziarie straordinarie, sia un aumento di visibilità e promozione delle bellezze del territorio sfruttando canali gratuiti, come nel caso del contest FAI, il quale vanta milioni di click, nonché una divertente partecipazione cittadina che è risultata ben contenta di poter contribuire alla “gara” del nostro sito candidato".

L'istituzione di questo ufficio, dedicato ai bandi nazionali e internazionali, darebbe l'opportunità a Ravenna di rintracciare contest e concorsi che mettono a disposizione fondi per riqualificare aree specifiche della città e del forese, considerato che "le risorse economiche non bastano mai" e che "La nostra Amministrazione ogni anno redige un piano lavori pubblici ed investimenti, non sempre rispettato, sia a causa di straordinarietà che vanno affrontate in emergenza ed immediatamente sostenute da risorse, sia a causa di mancanti introiti da parte di altri enti che, originariamente, si credeva di poter ricevere e che invece non arrivano", spiegano da CambieRà.

05/12/2018

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.