Teatro. Al Rasi di Ravenna una soggettiva su Chiara Guidi di Societas dedicata al Teatro infantile

Teatro. Al Rasi di Ravenna una soggettiva su Chiara Guidi di Societas dedicata al Teatro infantile
Una scena da La terra dei lombrichi

La fondatrice della cesenate Societas, Chiara Guidi (regista, drammaturga, attrice, didatta) sarà presente nella Stagione di Ravenna Teatro con una vera e propria personale, a partire dall’incontro Teatro infantile, passando per gli spettacoli La terra dei lombrichi, Il regno profondo e Fiabe di Fedro. Esercizio del Metodo errante, fino ad arrivare all’anticipazione del libro Teatro infantile.

L’arte scenica davanti agli occhi di un bambino: dal 2011, Guidi cura a Cesena il “Festival Puerilia - Giornate di puericultura teatrale”, un’esperienza di lavoro con l’infanzia che viene da lontano, fin dai tempi della “Scuola Sperimentale di Teatro Infantile”, tenuta con la Societas Raffaello Sanzio negli anni ’90. «Il Teatro infantile – dice Chiara Guidi – ha bisogno di quell’analfabetismo proprio dell’infanzia, di quella tensione innata al gioco, capace di mettere in prova un altro mondo, di vedere la presenza che sta dietro le immagini e di restituire alla parola il suo suono».

Il primo appuntamento è per giovedì 13 dicembre alle 15.30 alla sala Mandiaye N’Diaye del Teatro Rasi, appunto con Teatro infantile, un incontro con Chiara Guidi, che ha messo a punto un metodo di lavoro che mette in relazione attori, bambini e insegnanti. Tale esperienza, definita “errante” per la sua volontà di contemplare la mobilità e l’errore, concepisce spettacoli la cui forma teatrale aperta ha bisogno, per comporsi e per compiersi, dei bambini. L’appuntamento fa parte del ciclo di incontri Siamo Asini o Maestri? L'ingresso è gratuito e i posti limitati. Su prenotazione.

Seguirà, venerdì 14 dicembre alle 21, sempre al Teatro Rasi, lo spettacolo Il regno profondo. Perché sei qui? di Claudia Castellucci / Chiara Guidi. Si tratta di una lettura drammatica, testo scritto da Claudia Castellucci, per la regia vocale di Chiara Guidi, che vedrà in scena le stesse Castellucci e Guidi, su musiche di Scott Gibbons e Giuseppe Ielasi, per la produzione di Societas.

“Perché sei qui?” è la prima di molte domande che due “luogotenenti” arroccate su un podio, si scambiano. Sono domande elementari, di discorsi ancora più poveri, che entrano all’improvviso nel turbine di un dubbio radicale. La logica stringente – cui le due figure si sottopongono – è captata da un’ironia che pretende onestà. Il carattere scettico e vedovile del dialogo rifluisce in un mare comico che lascia perplessi.

Ingresso con biglietto. Lo spettacolo è candidato a due Premi Ubu 2018, per “Miglior regia” e “Migliore nuovo testo italiano o scrittura drammaturgica”.

Il secondo spettacolo, "La terra dei lombrichi", tratto da Alcesti di Euripide, di Chiara Guidi e Societas, un'opera di teatro d'attore e di drammaturgia, cosigliato dai 7 anni, che prevede il coivolgimento dei bambini e un dialogo con gli insegnanti sul "metodo errante", è programmato per martedì 12 febbraio alle 9.20 - 11.20 - 17.30, mercoledì 13 febbraio alle 9.20 - 11.20 - 17.30 e giovedì 14 febbraio alle 9.20 - 11.20 - 15, sempre al Teatro Rasi.

I lombrichi ciechi e sordi, dalle profondità del suolo sollevano il terreno e seppelliscono, custodendoli, molti oggetti antichi, permettendogli prima o poi di ritornare alla luce. Per incontrare i lombrichi occorre “entrare nella terra”, un’impresa impossibile da compiere restando vivi! Occorre, allora, fare come Alcesti, che accettando di morire al posto del marito scende nelle viscere della terra e poi risale in superficie. Andare sotto e poi risalire sopra, in un movimento inestinguibile che, promettendo il lieto fine, illumina di speranza anche la tragedia.
Ingresso con biglietto, posti limitati su prenotazione.

Mercoledì 13 febbraio alle 15.30 alla sala Mandiaye N’Diaye del Teatro Rasi, la rassegna Teatro infantile. L’arte scenica davanti agli occhi di un bambino prosegue con Anticipazione del libro di Chiara Guidi e Lucia Amara a cura di Cristina Ventrucci (Sossella editore).

Il libro – in preparazione per Sossella editore – testimonia l’opera di una delle formazioni teatrali più radicali della scena contemporanea, la Socìetas Raffaello Sanzio (oggi Societas), da quando ha invocato lo sguardo dei bambini sulla propria arte, dando vita a opere visionarie e originando un esercizio infante che ancora oggi prosegue nell’esperienza di Chiara Guidi, tra i fondatori della compagnia. Si narra di un’origine in cui la fiaba ha preso letteralmente corpo, e di una vocazione iniziatica che presto ha coinvolto i bambini nel gioco scenico.
L’appuntamento fa parte del ciclo di incontri Siamo Asini o Maestri?
Ingresso gratuito, posti limitati, a prenotazione.

Lunedì 18 marzo alle 17.30 alla sala Mandiaye N’Diaye del Teatro Rasi si continua con Fiabe di Fedro. Esercizio del “Metodo errante”, spettacolo di Chiara Guidi e Societas, consigliato per bambini dai 7 ai 9 anni,
con gli attori del Corso di Alta Formazione Il ritmo drammatico, dell’Istituto di Ricerca di Arte Applicata Societas.

Nella favola gli uomini e gli animali si guardano negli occhi, e i versi disarticolati che le bestie pronunciano diventano parole e le parole degli uomini suoni astratti. Tutte le voci della terra si confondono in un unico, grande suono che nasconde un fuoco e in quel fuoco vi è un principio di verità che riguarda il nostro destino. Ingresso ad offerta libera fino ad esaurimento posti.

INFORMAZIONI • ISCRIZIONI • PRENOTAZIONI
Ravenna Teatro, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00, tel. 0544 36239. La biglietteria Teatro Rasi via di Roma 39, tel. 0544 30227 è aperta il giorno stesso un'ora prima di ogni attività.

BIGLIETTI

Il regno profondo. perché sei qui? settore unico, ingresso intero 15€, ridotto* 12€, under 30 8€, under 20€.
La terra dei lombrichi ingresso unico 6€, promozione famiglia (2 adulti + 2 bambini) 20€. *carnettisti, cral e gruppi organizzati, insegnanti, oltre i 65 anni, iscritti all’Università per gli Adulti Bosi Maramotti, Soci Coop Alleanza 3.0, EspClub Card, Soci BCC, tessera TCI.
Carnet compleanno e gruppi organizzati, 10 ingressi 50€, 16 ingressi 72€, 20 ingressi 80€.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.