Polvere nera su cofano dell'auto. L'assessore Baroncini risponde al QT: "Per Arpae nessuna anomalia"

Polvere nera su cofano dell'auto. L'assessore Baroncini risponde al QT: "Per Arpae nessuna anomalia"
L'auto ricoperta di polvere nera segnalata dal lettore

Dalle rilevazioni effettuate non risultano livelli di inquinamento superiori a quelli del resto della città, nè eventi specifici di inquinamento ambientale che possano destare preoccupazione. Questa in sintesi la risposta fornita dall'assessore all'ambiente Gianandrea Baroncini al question time proposto dal consigliere di Sinistra per Ravenna, Michele Distaso, che prendeva il via da una segnalazione lanciata al nostro giornale da un lettore che si era ritrovato il cofano dell'auto parcheggiata in zona Bassette ricoperto di polvere nera.

Le rilevazioni di cui parla Baroncini sono quelle effettuate dalle centraline Arpae, collocate in numerosi punti della città, quelli ritenuti più a rischio inquinamento. Ed in riferimento al fatto segnalato, provengono dalla centralina posta nei pressi dell'azienda Marani, "che dista in linea d’aria circa 1000 metri dalla zona artigianale", come precisa lo stesso assessore.

"Negli ultimi anni - prosegue Baroncini nella risposta a Distaso - con questa stazione si misurano NO2, PM10, SO2 e da ottobre 2018, grazie a lavori di miglioramento dell’impianto, anche i PM2.5 e i BTX. Sono state misurate concentrazioni in linea con quelle della rete urbana, mentre risultano rispettati i limiti di legge sia per gli SO2 che gli NO2; nella media annuale i PM10, con diversi sforamenti di quest’ultima particella".

"Nella stazione Marani nel 2017 - aggiunge - si sono riscontati 38 sforamenti, come anche nelle altre centraline. Dal 2014, come nelle altre due stazioni industriali, vengono monitorate una serie di microinquinanti sul particolato PM10 e PM2,5, diossine furani pcb.Le concentrazioni medie rilevate sono estremamente basse e molto simili alle altre postazioni".

Nelle Bassette, che sono una zona artigianale, il livello di inquinamento è dato soprattutto "dall'impatto del traffico veicolare anche pesante, perché molti camion per raggiungere le aziende presenti in quel tratto passano dalla nostra zona, e dalle ricadute locali e industriali", precisa Baroncini, che continua dicendo che "l’impatto delle fonti industriali non sembra, rispetto agli inquinanti minoritari, più evidente rispetto che altrove".

Infine, un invito ai cittadini da parte dell'assessore a segnalare direttamente alle autorità preposte eventuali casi non chiari che meritano di essere approfonditi, perchè il Comune e, in questo caso Arpae, sono interessati a seguire questo tipo di segnalazioni.

"Dalla foto a disposizione - dice Baroncini - sembra trattarsi di polvere nera carboniosa. Nelle Bassette è vero che esistono due aziende che trattano materiale di questo tipo, ma in data 28 e 30 novembre Arpae era in zona per i controlli programmati relativi all'autorizzazione ambientale di un’azienda dell’area e non ha riscontrato situazioni particolari. Se inoltre l’imbrattamento, come suggerito dal segnalante, è avvenuto nella mattinata del 27 novembre attorno alle 7.30, ora in cui si presume abbia recuperato la macchina e trovato il deposito di polvere, c’è un altro fattore che smentisce l’ipotesi che sia coinvolta una delle due aziende che trattano questo tipo di materiale, perché quella notte il vento proveniva da ovest nord/ovest e quindi non è conciliabile con questo deposito".

"Per quello che riguarda la situazione - conclude -, ovviamente gli organi preposti si sono attivati con il monitoraggio ordinario e nell’ambito dell'attività abbiamo cercato di dare più seguito possibile, nei limiti che la segnalazione aveva, anche nella ricerca eventuale di cause
rispetto all’evento specifico".

07/12/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
in pratica....respiriamo della robaccia nera, ci sono sforamenti degli agenti inquinanti, ma state tranquilli, tanto dovete morire tutti!!!!
07/12/2018 - Hypersthene
Tutto questo perché uno ha segnalato che aveva la macchina sporca .
07/12/2018 - Andrea
Gentile Andrea, la invito a fare un giro in via delle Industrie in una notte di nebbia, e di respirare a pieni polmoni. Poi con calma ne riparliamo.
07/12/2018 - Giovanni lo scettico
Ho lavorato 3 anni in zona Bassette e la polvere sulla foto l'ho trovata molto spesso in quel periodo anche sulla mia auto. Ricordo che si faceva fatica a toglierla anche quando la si lavava ma non ho mai capito da cosa fosse composta
07/12/2018 - Lorenzo
Sono fortemente preoccupato x il livello raggiunto dall inquinamento chimico nella nostra zona, ma ancora di piu’ dalle risposte cosi tranquillizzanti degli enti ed istituzioni preposte. Una polvere che si trova depositata nella primissima mattinata deve essersi formata nella notte,. Che la maggiore fonte d inquinamento siano i mezzi pesanti rispetto a tutte le attivita’ chimiche di via selle industrie? Mah??!!Al lettore propongo di raccogliere un campione di quanto potesse trovare nuovamnte depositato sull auto ad un laboratorio apposito, poi sentiamo Arpa che ne pensa.
09/12/2018 - Energy
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.