CALCIO / Il Ravenna inciampa con il Gubbio e chiude male il 2018

CALCIO / Il Ravenna inciampa con il Gubbio e chiude male il 2018
Delusione di fine anno in casa giallorossa

Il Ravenna non riesce ad iniziare con il piede giusto il girone di ritorno del campionato ed incappa in una meritata sconfitta con un Gubbio apparso più in palla. Il 2018 si chiude comunque con un 4° posto (5° nel caso la Ternana vincesse il posticipo) che era al di là delle più rosee aspettative di inizio stagione. 

Il primo tempo vede le squadre intorpidite ed abbottonate, che regalano poche emozioni. La prima mezz’ora scivola via senza particolari sussulti dalla parte dei due portieri. Ci prova Galuppini a scappare verso Marchegiani al 32° ma viene steso prima di potersi rendere pericoloso. Un lampo del Gubbio due minuti dopo rischia di cambiare l’inerzia della partita. Il Gubbio batte velocemente una punizione e trova un gran tiro dalla distanza con Benedetti, la conclusione si stampa sulla traversa, sul pallone si avventa Casoli che prova a ribadire in rete, ma il suo tiro prima viene deviato leggermente da Pellizzari, poi neutralizzato dallo splendido riflesso di Venturi. È l’unica vera occasione di un primo tempo che ha davvero offerto poco.

Alla ripresa il Ravenna prova a spingere di più per regalare l’ultima gioia dell’anno ai propri tifosi, e viene fermato fallosamente per ben due volte nei primi 5 minuti al limite dell’area. All’ottavo bell’azione dei padroni di casa, con Selleri che crossa per Boccaccini che stacca a centro area, ma la sua incornata è alta sopra la traversa. Passano 4 minuti e cala ancora di più il gelo sul Benelli, Casoli trova da 35 metri una conclusione potente che si infila sul secondo palo dove neanche Venturi può arrivare e porta in vantaggio i rossoblu. Il Ravenna prova a spingersi in avanti alla ricerca del pareggio, ma gli ospiti difendono con ordine, anzi su un rimpallo in disimpegno rischiano di raddoppiare al 20° quando il portiere giallorosso non controlla perfettamente un retro passaggio.

Al minuto 33 l’occasione più nitida per il Ravenna, sul cross di Bresciani il neo entrato Raffini con una splendida torsione di testa riesce a girare il pallone nell’angolino, il riflesso di Marchegiani è prodigioso e gli permette di respingere in angolo a mano aperta. La reazione del Ravenna si spegne qui, c’è ancora tempo per il contropiede degli ospiti che al 39° trovano il raddoppio. Di nuovo Casoli riesce a scappare sull’esterno e trovare un cross basso sul quale il più lesto di tutti, Battista, interviene e insacca alle spalle di Venturi. Un epilogo amaro di questo 2018 giallorosso, che vede però gli applausi della curva, consci che quello visto oggi non è certamente il Ravenna che ha stupito tutti in campionato fino ad ora. Spazio adesso alla sosta, che vedrà gli uomini di Foschi ritrovarsi il 7 gennaio per riprendere la preparazione in vista della prima sfida dell’anno, quella del 19 gennaio a Bolzano contro il Sudtirol.

Luciano Foschi in sala stampa è giustamente amareggiato per l’esito della partita, ma non si nasconde dietro a nessun alibi: “Oggi non siamo riusciti a fare la partita che volevamo, siamo mancati nella prestazione e di questo mi prendo le responsabilità. I ragazzi hanno messo tutta la volontà di fare quello che avevamo preparato, ci sono mancate delle energie nervose e siamo andati in difficoltà. Obiettivamente la sconfitta è un risultato giusto. E’ giusto avere l’amarezza della sconfitta, ma non dobbiamo dimenticare che abbiamo 30 punti in classifica e di questo dobbiamo essere orgogliosi. Dobbiamo lavorare sui nostri errori, ma in questi 6 mesi di lavoro abbiamo mostrato tante cose positive da cui dobbiamo ripartire dopo la sosta.”

 

Ravenna Football Club 1913 - Gubbio: 0-2

Ravenna Football Club 1913: Venturi, Eleuteri (20' st Siani), Boccaccini, Pellizzari, Galuppini (33' st Magrassi), Nocciolini, Selleri (28' st Raffini), Bresciani (33' st Barzaghi), Trovade (1' st Martorelli), Jidayi, Papa. A disp.: Spurio, Sangiorgi, Ronchi, Scatozza, Sabba. All.: Luciano Foschi.

Gubbio: Marchegiani, Paolelli (42' st Tofanari), Malaccari, Benedetti (14' st Conti), Casiraghi (25' st Battista), De Silvestro, Espeche, Piccinni, Plescia, Pedrelli, Casoli. A disp.: Battaiola, Maini, Schiaroli, Ricci, Campagnacci, Morlandi . All.: Sandreani.

Marcatori: 12' st Casoli, 39' st Battista.

Note: Ammoniti: Benedetti, Plescia, Galuppini, Malaccari, Jidayi, Paolelli.

 

30/12/2018

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Qualche partita in piu' nel primo pomeriggio in questi periodi non dispiacerebbe...
30/12/2018 - Francesco Forte
Vabbe non si vuole alzare l'asticella e rimanere mediocri con "obiettivo salvezza"...ma così non lamentatevi dello stadio vuoto. Ravenna non può accontentarsi di salvarsi in serie C con Renate, Albino e Giana Erminio!
30/12/2018 - Alex
@alex; è solo una questione di soldi, ce li metti tu???
30/12/2018 - Riccardo
alex, siamo quindi in classifica e ce la stiamo giocando con le prime. lo stadio sarebbe vuoto comunque anche se fossimo primi con 20 punti di distacco dalla seconda. il ravennate sale sul carro solo quando c'è bel tempo, il biglietto gratis e si vince. gli orari purtroppo sono imbarazzanti e non li decide certo la società, quindi se veramente ci si tiene a questi colori, si va allo stadio in qualsiasi circostanza. non solo quando si vince o si è in serie B.
30/12/2018 - Tempo
Alex ha pienamente ragione, per rispondere a Riccardo non è una risposta la tua, risulta che ci fosse stata gente di un certo livello pronti a rilevare la società, ma l'amministrazione comunale e l'attuale dirigenza ha risposto picche per mantenere il loro giochino, sono pienamente convinto che se la società invece di fare i soliti proclami di salvezza alzasse l'asticella la gente sarebbe più numerosa.Quanto alla partita persa vergognosamente col Gubbio nutro seri dubbi per non dire altro e non solo quella partita.Per rispondere anche a Tempo che ha in parte ragione a mio avviso, purtroppo e parecchio tempo che non si fa' un campionato di vertici a certi livelli e dopo i fallimenti e' difficile fare tornare la gente allo stadio, poi quando vedi prestazioni quali Gubbio, Vecom Verona passa veramente la voglia anche a chi è abbonato.
31/12/2018 - Warrios
Veramente abbiamo una classifica da sogno, qualche prestazione sottotono ci sta. Se chi non viene cerca giustificazione negli orari o in qualche partita storta, mi spiace ma non ha ragione: con la Ternana, una superpartita, bellissima ed anche vinta, chi c'era? I soliti quattro!! La verità è che a Ravenna si vuole la prima posizione in classifica, la tribuna piena di belle donne e se poi viene il sole...tutti al mare!!
31/12/2018 - Piero
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.