Cultura. La Pigna all'attacco sul direttore "intermedio" del Mar

"Il 17 dicembre 2018 è scaduto il termine per la presentazione delle candidature per l’assunzione a tempo determinato e pieno, di un istruttore direttivo, con incarico ad alta specializzazione per la “gestione Mar”. Nel bando viene affermato che la figura da selezionare svolgerà un ruolo di direzione “intermedia“ fra il direttore del Mar e l’intera struttura, al fine di supportare lo stesso Direttore nella gestione e nel coordinamento del Museo d’Arte della città di Ravenna. - si legge in una nota della lista La Pigna - Va da se che si tratti, di fatto, non di un direttore “intermedio“ bensi di un direttore a tutti gli effetti e pure aggiuntivo."

Secondo La Pigna "la necessità di cercare un direttore per il Mar si è resa necessaria per porre rimedio alle carenze direzionali e di competenze specifiche in materia di conduzioni museali dell’attuale direzione. La mancanza di competenze specifiche del direttore Tarantino è talmente evidente che nemmeno l’impropria definizione imposta dall’amministrazione de Pascale - “direttore intermedio” - basta per coprirla. I 2 anni di incarico del direttore Tarantino sono disseminati da eventi culturali di scarsa attrattività che denotano anche un’insufficiente conoscenza della storia dell’arte. D’altra parte abbiamo la crisi del Mar e la sua caduta libera in termini di notorietà al di fuori dei confini Ravennati a inequivocabile riprova che qualcosa non funziona nella gestione del Museo. Il risultato: la fama cala mentre i costi crescono. E a dismisura. Le “scommesse” e le iniziative “innovative” - termini spesso presenti sulla bocca dell’Assessore alla Cultura Signorino - si sono dimostrate, ahi noi, totalmente fallimentari."

La Pigna lamenta però che tra i membri della commissione che dovrà valutare i curricula dei candidati alla carica di direttore intermedio, "manca l’unica figura indispensabile per assicurare una corretta selezione del migliore candidato a ricoprire il suddetto ruolo, ovvero l’esperto in materia di storia dell’arte." Poi l'affondo finale: "Ora delle due l’una: se si vuole assumere un nuovo Direttore per il Mar occorre rivedere ruolo e retribuzione di quello attuale. Non è possibile, nonché inaccettabile, sprecare il denaro dei cittadini mantenendo 2 figure praticamente paritarie solo perché non si vuole ammettere di aver completamente sbagliato la selezione dell’attuale direttore, il Dottor Maurizio Tarantino."

08/01/2019


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.