LA POSTA DEI LETTORI / Anno nuovo...stessa vecchia abitudine di parcheggiare sui marciapiedi

LA POSTA DEI LETTORI / Anno nuovo...stessa vecchia abitudine di parcheggiare sui marciapiedi

Anche quest'anno, ad inizio anno, mi trovo a segnalare questa situazione in Via Giulio Alberoni, all'altezza del civico n. 18 - 20, situazione che si verifica quotidianamente. Auto sostano continuamente sul marciapiede, ostacolando il passaggio di pedoni, passeggini e, cosa ben più grave, di disabili su sedie a rotelle che si trovano costretti a dovere scendere sulla strada.

Mi rendo conto che in via Alberoni i posti auto non sono molti ma si può anche pensare di fare 100 metri a piedi e parcheggiare in Viale Pallavicini o stradine limitrofe, senza sconfinare continuamente nell'inciviltà e nella mancanza di rispetto.

 



Chiara, una residente parecchio stufa

08/01/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Gentile Chiara quando vede queste situazioni le segnali telefonicamente alla Polizia Municipale di Ravenna.
08/01/2019 - Zeus
Lì di fronte ci sono le autorità..si vedono anche dalla foto...forse zona franca?
08/01/2019 - sugarcult81
Chiamasi ignoranza!!!!!
08/01/2019 - Bc
a 50 mt c'è una caserma della finanza e una dei carabinieri.......perchè non segnalate questa situazione a loro così prendono provvedimenti immediati
08/01/2019 - SGA
storie di ordinaria maleducazione e menefreghismo
08/01/2019 - enki
viale pallavicini è a pagamento come tutte le vie del centro, e, se osservi bene quel marciapiede non è certo atto a far transitare portatori di handicap con tutte quelle sconnessioni. Poi sulla maleducazione sono d'accordo
08/01/2019 - alex
Condivido sulla incivilta' di alcuni....ma quanti stalli sono riservati ad auto PRIVATE di C.C. e G.d.F in zona?
08/01/2019 - Andrea F.
alex, sconnessioni o no, il marciapiede non deve essere usato come parcheggio! Non è questione di educazione ma di rispetto dei diritti altrui e, quindi, di civiltà.
08/01/2019 - alberto
Stesso problema in via Battuzzi fra via Cilla e via Zalamella già segnalato più volte sia qui sia alla municipale, ma il risultato non cambia.
08/01/2019 - Emanuele
Ma io nn ci credo che carabinieri o finanza nn hanno mai visto dei parcheggi del genere.mhaaa io nn ci credo!!!
08/01/2019 - Bc
@Zeus Certo! Chiamare la Polizia Municipale è stata la prima cosa che abbiamo fatto e sono intervenuti. Non sempre però c'è una pattuglia disponibile. @alex e @Andrea F. Non è questione di quanti posti sono riservati alle Forze dell'Ordine, non è questione dei parcheggi a paagamento e nemmeno delle marciapiede sconnesso. Un marciapiede non è un parcheggio e deve essere lasciato libero, indipendentemente da chi lo utilizza. Se i parcheggi vicini sono a pagamento, una persona o paga o parcheggerà, come faccio spesso anch'io, più lontano. Il mio è stato uno sfogo di una situazione che viviamo veramente ogni giorno. Sono piccole cose, magari banali, ma sono pur sempre norme di civiltà che andrebbero rispettate.
08/01/2019 - Chiara, la residente stufa
In Viale Europa transitano frequentemente mezzi pesanti: sono tutti autorizzati???
09/01/2019 - Zeus
Se i carabinieri,polizia e i finanzieri si mettono a fare pure i vigili per i divieti di sosta non lamentiamoci poi che la delinquenza dilaga ognuno il suo compito già sono sottorganico e fanno doppi turni.
09/01/2019 - Paolo
E' veramente una questione di educazione supportata dalla mancanza di procedimenti previsti. Venite a vedere in vi Maggiore all'altezza della cassa di risparmio. E' una tolleranza inaudita oltre che pericolosa.
09/01/2019 - gardini lilio
La colpa è, dell'ex sindaco che ha saputo SOLO creare posti A PAGAMENTO in zona e non solo e far ridurre quelli gratuiti non rispettando la legge, e di quello nuovo, che pare nessuno abbia votato, ma che è stato eletto comunque nonostante le malefatte del suo predecessore, che non provvede a rispettare la legge che prevede un pari numero di posti gratuiti a fianco di altrettanti a pagamento, ma non a 2 Km di distanza!!!
09/01/2019 - Ale
@ tutti: viviamo in una città a cui alla maggioranza sta bene così (qualsiasi regola è a piacimento), quindi c'è poco da fare ...
09/01/2019 - Emanuele
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.