Verlicchi (La Pigna): Proventi dell'antenna della rotonda della Pace vadano a Marina e Punta Marina

Veronica Verlicchi, capogruppo de La Pigna, in una nota chiede che i proventi annui della concessione del ripetitore di telefonia mobile installato all'interno della rotonda della Colonia tra viale Cristoforo Colombo e via della Pace, vengano assegnati a favore delle due località che lo ospitano: Marina di Ravenna e Punta Marina. "Tale concessione, di durata di anni 9, prevede - spiega Verlicchi - un canone annuo pari a 12.500 euro, aggiornato annualmente. Dalla sua risposta, la Dirigente del Comune di Ravenna da me interpellata, specifica che tale introito, non essendo inserito in un capitolo a specifica destinazione, finanzia indistintamente i capitoli di spesa comunale."

"Noi riteniamo, invece, che sia opportuno suddividere in modo equo i proventi erogando € 6.250 cad/annui a sostegno di iniziative ed eventi turistici delle località di Marina di Ravenna e di Punta Marina, organizzati dai Comitati cittadini e dalle Pro Loco locali. Eventi che, a nostro avviso, se di natura enogastronomica dovranno promuovere e valorizzare unicamente i prodotti tipici locali con il coinvolgimento fattivo degli operatori della ristorazione locali" conclude Verlicchi.

È stato così deciso da parte de La Pigna di depositare una specifica mozione con tale richiesta alla Giunta comunale. 

09/01/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
L'antenna per dimensioni e posizionamento è un autentico pugno in un occhio. Proprio uno squisitissimo biglietto da visita per chi entra a Marina. Complimenti per la pensata. Venduti per 12.500 € l'anno. Sarebbe da rimuovere altrochè.
09/01/2019 - alessandro
Brava Verlicchi ! Vadano alle localita' i proventi
09/01/2019 - alby
Confermo bruttissima struttura anzi EcoMostro un palo di dimensioni spropositate...BEL BIGLIETTO DA VISITA per le località balneri e turistiche...per non parlare di Via trieste asfaltata parzialmente (con i piedi) e ancora piena di buche e il lungomare per Marina che è in condizione pietose... si puo' dire che quest'Amministrazione ha davvero un occhio di riguardo per far morire le località del mare....
09/01/2019 - antonio c
Concordo con Alessandro..... è letteralmente un ECOMOSTRO che ha deturpato l'unico tratto di costa libero da palazzoni!!!
09/01/2019 - Alessandro
@Alessandro l’installazione ha avuto a suo tempo il benestare del consiglio territoriale competente nonché dai vari uffici comunali. Il contratto non si può rescindere quindi tanto vale mettere a frutto almeno i proventi.
09/01/2019 - La Pigna
Sicuramente le antenne dei ripetitori non sono gradevoli né all'occhio né (anche se non ancora provato scientificamente al di fuori di ogni dubbio ) alla salute... risultato nessuno le vuole a casa propria. Chissà perché però poi tutti vanno in escandescenze quando restano scollegati per mancanza di segnale. Botte piena e moglie ubriaca non si sono mai conciliati, dall'alba dei tempi...
09/01/2019 - Mickyari
In quella zona il segnale dei cellulari era molto debole, la linea cadeva sempre, poi sulla spiaggia antistante per 2 km era assente il segnale, se vogliamo le comodità e il progresso questo è il prezzo da pagare per la destinazione del canone sono d'accordo, le pro loco faticano per mantenersi e fare iniziative. 7
09/01/2019 - Nonno
Posso concordare con tutti voi circa la destinazione dei proventi, anche se venire a sapere che il consiglio territoriale abbia approvato un simile scempio mi lascia alquanto sbalordito. La struttura per diametro e altezza è assolutamente sproporzionato rispetto alla sede che la accoglie. Un tratto di strada così quieto ed immerso nel verde stuprato dalla mano del progresso dei selfie a tutti i costi. Sfido chiunque a non imprecare alla vista di quell'enorme palo grigio. Non posso credere che non esistesse una soluzione alternativa e meno impattante. Metterla sul tetto dell'ex colonia o all'interno del parcheggio scambiatore? E questi volevano essere capitale della cultura...DILETTANTI
09/01/2019 - alessandro
Questo è l'ennesimo scempio alla nostra bellissima località turistica , prima il mega deposito di gas a 200 metri dalle abitazioni che ha compromesso il loro valore " chi comprerebbe una casa vicino ad una bombola a gas di quelle dimensioni " ora quell' antenna che ti da il benvenuto se fate un giro x Marina vi rendere conto che è un paese abbandonato ci sono ancora tronchi di alberi sdraidicati dal vento di 2 anni fa la colpa di questa situazione e di un amministrazione che non vede oltre la sua poltrona ma la parte del leone la fa il consiglio del mare che ha potuto permettere tutto questo la cosa che potrebbero fare e dimettersi e lasciare il posto a persone che possano dare un nuovo volto alla ns località turistica
09/01/2019 - Marcantonio
Gentile Alessandro, il suo "tratto di strada stuprato" entrerà nella storia.
10/01/2019 - Giovanni lo scettico
Quel ripetitore è un obbrobrio posto in una parte di pineta meraviglioso. Vi erano altre possibilità come il parcheggio scambiatore o altre zone dove fosse meno visibile. Siamo riusciti a rovinare una parte di offerta turistica dove il verde, l'azzurro del cielo e del mare con i profumi del pino Marittimo e della salsedine...con le splendide dune la facevano un luogo incantevole... La porta verso il Lungomare di Punta Marina Terme è di Marina di Ravenna ... Se il Geometra Necci responsabile del Patrimonio in Comune fautore della rotonda nel lontano 1987 sapesse di questo obbrobrio non so cosa direbbe o farebbe... Sicuramente si arrabbierebbe molto. Il canone annuale non ripaga il deturpamento ambientale!!!!! Non capisco perché in altre città le rotonde sono dei giardini a Ravenna sono incolte e abbandonate. A mio parere tutta l'Amministrazione Comunale prima di autorizzare avrebbe dovuto verificare meglio la cosa.
10/01/2019 - Colombo
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.