“Basta abbandoni e accattonaggio dei carrelli a Lido Adriano". Ecco le soluzioni della Pigna

“Basta abbandoni e accattonaggio dei carrelli a Lido Adriano". Ecco le soluzioni della Pigna
Foto La Pigna

Per la lista civica La Pigna il fenomeno dell’abbandono dei carrelli della spesa a Lido Adriano "ha raggiunto livelli non più tollerabili". E tale fenomeno non rappresenta solo "un affronto al decoro della località turistica ma anche un pericolo per la viabilità e l’incolumità di auto, bici e pedoni". Da mesi La Pigna chiede all’amministrazione comunale di intervenire ma lamenta di non avere ricevuto risposte. 

Per questo motivo avanza due proposte parallele. La prima: "stimolare i supermercati di Lido Adriano affinché si dotino di carrelli della spesa “intelligenti”, ovvero equipaggiati di un meccanismo automatico che scatta quando gli stessi carrelli vengono portati al di fuori del parcheggio del supermercato." È un meccanismo che attiva una ganascia di bloccaggio delle ruote. Contestualmente, per La Pigna è "opportuno che la Polizia Municipale effettui controlli periodici per identificare e sanzionare i responsabili dell’abbandono dei carrelli."

La seconda proposta è questa: "chiediamo che nel “regolamento di Polizia urbana” del nostro Comune, venga inserito il divieto del mestiere abusivo di girovago, cosiddetto “accompagnatore del carrello della spesa” e, conseguentemente, si preveda anche la relativa sanzione amministrativa."

11/01/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
In Italia uno può fare tutto ciò che vuole....Sarebbe ora di finirla
11/01/2019 - bici
Ma scusate, La Pigna non vi sembra di chiedere troppo alla Municipale???effettuare controlli per chi lascia carrelli in giro??? contro la maleducazione e l'incivilta' delle persone si puo' fare ben poco,. Molto di puo' varrebbe la ribellione dei cittadini quando vedono queste situazioni, giustamente , indecorose !!!
11/01/2019 - bilancia
Questa " sanzione amministrativa" è una comica. Ve li immaginate gli accattoni del carrello che corrono a perdifiato in Posta a pagare la multa?
11/01/2019 - Giovanni lo scettico
Basterebbe che per sbloccare il carrello i supermercati dessero in anticipo un gettone prepagato diciamo 10 euro? forse, la quasi totalità dei clienti, li rimetterebbero a posto.
11/01/2019 - roberta
Hee.. sarebbe troppo bello
11/01/2019 - Ravèna
@ “Giovanni lo scettico” allora smettiamo di sanzionare tutto visto che, per ogni tipo di sanzione, c’é una percentuale di insoluti. @bilancia ci sono comuni che impiegano la PM anche per questo, come la impiegano per sanzionare chi abbandona i rifiuti ingombranti. D’altra parte tra i loro compiti principali c’é il pattugliamento del territorio non certo smacchiare i giaguari (cit.)
11/01/2019 - La Pigna
Eh, certo che sono problemoni...! Immaginate se utilizzando uno di questi pericolosissimi "carrelli armati" un malvivente sfondasse la vetrata di una banca per rapinarla....!
11/01/2019 - Maurizio Ricci
Gentile signora Pigna, sanzionare sapendo già che le multe non saranno mai pagate è solo una costosa perdita di tempo. Bisogna che il partito Spugnole e il partito Asparagini si diano da fare per far diventare l'accattonaggio e le attività correlate reati penali. Solo in questo modo si potranno contrastare quelli che danneggiano la pineta. Tutto il resto è aria fritta.
12/01/2019 - Giovanni lo scettico
Frequento da 15 anni la zona nord del lido Adriano. Penso che la situazione sia nettamente migliorata , ci sono meno africani ciondolanti in tutto il paese, meno inciviltà , e in più niente vucumprà durante la ultima estate. C è ancora molto da fare , ma la realtà parla chiaro : più abusivi e clandestini = più inciviltà. A me il lido piace tantissimo e farò di tutto per renderlo migliore
15/01/2019 - Gianfranco
Io abito vicino al supermercato Eurospin di Lido Adriano spesso sotto casa trovo carrelli della spesa..Ho provato diverse volte a portarli nel loro posto ma la gente che mi incontrava mi insultava pensavano che li abbandono così per strada...Bisogna fare qualcosa io tirerei per le orecchie tutti quelli che usano i carrelli e non li mettono al loro posto
19/01/2019 - Sara
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.