LA POSTA DEI LETTORI / Bene più campane per la differenziata, ma dove sono quelle per le ramaglie?

LA POSTA DEI LETTORI / Bene più campane per la differenziata, ma dove sono quelle per le ramaglie?

Buongiorno, trovo la necessità di fare un appunto alle modifiche che Hera ha apportato ai cassonetti dei rifiuti, in particolare in Via Fiume Abbandonato. Innanzitutto tengo a precisare che la raccolta differenziata è sempre più un'esigenza e ammiro che la nostra azienda per lo smaltimento dei rifiuti stia diffondendo sempre più delle "campane" per differenziare i rifiuti, accostandole ai cassonetti grigi per la raccolta indifferenziata, in modo che i cittadini siano sempre più facilitati a smaltire in modo sostenibile.

In alcuni casi, senza arrecare alcun problema (a mio avviso) alla cittadinanza, c'è l'esigenza di spostare alcune postazioni, come è accaduto ai cassonetti che da Via Cadore sono stati spostati in Via fiume abbandonato (circa al civico 311): in questa operazione però, si è "perso per strada" il cassonetto delle ramaglie, del quale si sente la mancanza (sebben vi sia ampio spazio per ospitarlo a fianco degli altri) vista la vastità di verde dei giardini e parchi delle vicinanze capaci di produrre grandi quantità di rifiuti.

Sarebbe per caso possibile ripristinare il grande assente, che obbliga a stipare potature ed erba nell'indifferenziata?

Colgo inoltre l'occasione per fare una piccola critica ai cassonetti della plastica e della carta in particolare: peccato, che l'unica possibilità che si ha per gettare i rifiuti differenziati sia quella di fare passare il materiale per quelle "strette" feritoie orizzontali. Spesso si vedono persone, per evidenti ragioni di forza (come gli anziani per esempio) incapaci a rompere i cartoni o tagliare gli imballaggi: il risultato è che il materiale resta a fianco del cassonetto.

Peccato investire in nuovi e numerosi cassonetti per la differenziata, se poi è i rifiuti possono entrarci solo un poco per volta: questi problemi di funzionalità non fanno altro che disincentivare la separazione dei rifiuti anche dei più volenterosi. Purtroppo, i cassonetti dell'indifferenziata (casualmente) si aprono in modo generoso, e spesso sono una soluzione molto più pratica e comoda, soprattutto se non si vogliono lasciare scarti e sacchi a lato della strada.
Spero che questo punto di vista possa essere condiviso, e magari utile a migliorare il servizio.

Matteo T.

22/01/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
concordo pienamente, purtroppo la configurazione insensata dei cassonetti dedicati a plastica e carta scoraggia anche le più virtuose intenzioni del miglior cittadino costretto a gettare i rifiuti uno per uno rovistando nelle borse precedentemente preparate per agevolare il riciclaggio e/o a ripiegare più volte imballaggi di dimensioni anche non esagerate. Una richiesta all'HERA: non sarebbe molto più facile ed economico utilizzare i cassonetti standard o almeno consentire l'apertura completa di quelli già modificati
22/01/2019 - alessandro malkowski
Per le ramaglie e sfacci di potatura basta telefonare al numero verde ( quindi completamente gratuito)?di Hera che vengono a ritirarle a domicilio gratuitamente
22/01/2019 - stefano
Io nella vita ho imparato a chiedermi "PERCHÉ". Ora prova a farlo anche in questo caso: perché non c'è il cassonetto delle ramaglie? Forse perché i cittadini ci buttano di tutto? Io stesso ho notato cose al loro interno che neanche si possono immaginare e ho pensato ma possibile che noi esseri umani siamo così stupidi? Soluzione telefonare ad Hera per il ritiro a domicilio. Per quanto riguarda i contenitori di carta e plastica, il perché non abbiano un'apertura ampia è forse dovuta al fatto che si butterebbero nel primo gli scatoloni non ridotti che renderebbero subito pieno tale contenitore pur avendo all'interno pochi kg di materiale e nel secondo ci butterebbero anche la plastica non riciclabile come sedie e magari anche stampanti o televisori.
22/01/2019 - elio62
effettivamente le aperture dei cassonetti della differenziata fanno a cazzotti con le sporte (gialla, blu, verde) che hanno una apertura consistente ma che non entrano nel doro rettangolare dei cassonetti. concordo con l'altro lettore che chiedeva di utilizzare contenitori standard. nella mia strada ci sono i raccoglitori con le aperture piccole e dobbiamo conferire il materiale inserendo pezzo a pezzo. l'ottimale sarebbero stati i contenitori grigi che sono spariti, potevano essere utilizzati con apposti gli adesivi del colore delle buste in dotazione
22/01/2019 - alex
elio62 anche io chiedo sempre, Perché? E in questo caso chiedo: perché dobbiamo continuare a pagare ancora la TARI (che tra l' altro aumenta ogni anno), quando facciamo di tutto per fare in modo corretto la differenziata?
22/01/2019 - Ina
Mi raccomando Alex che non ti affatichi troppo ad inserire un pezzo alla volta. Bravissimo elio62 concordo pienamente con quanto hai espresso e cioè dove ci sono i cassonetti standard per la raccolta della carta-cartone, molta gente, che si crede furba, inserisce scatoloni di cartone senza ridurne il volume piegandoli così dopo 3-4 cartoni il cassonetto è già peno.
22/01/2019 - Clod75
Mi unisco anch'io al "perchè" Perchè HERA continua coi cassonetti puzzolenti, che non vengono mai cambiati, non vengono disinfettati, ecc.. e non passa alla differenziata porta a porta in tutta la città ma la si vede in posti "sperduti" dove questa esigenza forse è meno impellente? Sicuramente: perchè HERA non risponderà mai a queste domande ?
22/01/2019 - S.N.
Cassonetti per plastica e carta non efficienti. Sembra che Hera faccia apposta a far sì che la gente butti tutto nella indifferenziata
23/01/2019 - bici
Speriamo la Tariffa Corrispettivo Puntuale arrivi presto anche a Ravenna come a Ferrara,Budrio,ecc.. poi si che vedrete tutti differenzieranno, altrimenti MAZZATE in bolletta, altro che Tari.... Ale
23/01/2019 - Ale
Cosa si aspetta a tagliare gli alberi in via Gaetano Savini zona iperbarico se nevica o gelicidio ci scappa il ferito se non peggio di chi la competenza?
25/01/2019 - Luigi
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.