Oggi, 3 febbraio, prima domenica ecologica: chi può circolare e chi no

Oggi, 3 febbraio, prima domenica ecologica: chi può circolare e chi no
Immagine di repertorio

Quest'oggi, 3 febbraio, è in programma la domenica ecologica rientrante tra quelle istituite nell’ambito delle misure di regolazione della circolazione veicolare previste dal Piano aria integrato regionale (Pair 2020) contro l’inquinamento atmosferico (le prossime saranno il 17 febbraio, il 3 e 17 marzo). Il Comune di Ravenna informa che varranno quindi i medesimi provvedimenti in vigore dal lunedì al venerdì, eccetto festività, dalle 8.30 alle 18.30 (le limitazioni alla circolazione sono quindi sospese al sabato, nelle domeniche non ecologiche e nei festivi).

Le limitazioni: all’interno del centro abitato (area delimitata da apposita segnaletica) divieto di transito per i veicoli:
· a benzina precedenti l’Euro 2
· diesel precedenti l’Euro 4
· ciclomotori e motocicli precedenti l’Euro 1 (per verificare la corrispondenza del proprio veicolo con le definizioni di Euro http://bit.ly/2cK2yQv ).

Potranno invece circolare liberamente i veicoli:
· alimentati a gas metano o gpl;
· con almeno 3 persone a bordo (car pooling) se omologati a 4 o più posti e con 2 persone se omologati a 2 posti;
· elettrici e ibridi;
· ciclomotori e motocicli elettrici;
· per trasporti specifici e per uso speciale, attrezzati per lavorazioni particolari, così come definiti dall’articolo 54 del codice della strada.

Il Comune di Ravenna ricorda inoltre che, a seguito delle modifiche al Pair 2020 che hanno eliminato il divieto di circolazione per i diesel euro 4, è stata aggiornata l’ordinanza comunale in merito alle misure emergenziali, che scatteranno automaticamente qualora il bollettino emesso da Arpae nelle giornate di lunedì e giovedì dovesse evidenziare, per l’ambito territoriale dell’area di Ravenna, il superamento del valore limite giornaliero di Pm10 per i tre giorni precedenti e consecutivi.

Oltre alle misure di limitazione della circolazione già in vigore dal lunedì al venerdì, scatteranno quindi automaticamente:
· il divieto di transito anche ai veicoli diesel euro 4
· il divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli
· il potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti in base alle limitazioni della circolazione in vigore
· il divieto di uso (in presenza di impianto alternativo) di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle
· l’abbassamento del riscaldamento fino ad un massimo di 19°C (+ 2 di tolleranza) nelle case, negli uffici, nelle attività ricreative, di culto, commerciali e sportive e 17°C (+ 2 di tolleranza) nei luoghi che ospitano attività produttive e artigianali (sono esclusi ospedali ed edifici assimilabili, scuole e edifici assimilabili);
· il divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio ecc...);
· il divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.

 

03/02/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
I mezzi per ridurre l’inquinamento esistono ma sono inaccessibili per i costi le pratiche per il fotovoltaico poi siamo a ravenna. Uno stop inutile che senza pioggia non ottiene nulla se non a creare disagio a coloro che abitano in città o che vi vogliono arrivare. Inutile inutile inutile
03/02/2019 - Ma vasiv
Ora che ha piovuto e tirato vento, questa "domenica ecologica" è del tutto inutile.
03/02/2019 - Giovanni lo scettico
1)Ha piovuto. Tanto. 2)La gente, nei festivi, non va in centro dove troverebbe tutto chiuso, ma fuori città. 3) Non c'era un Vigile neanche a cercarlo.4) Non è servito a niente!!!
03/02/2019 - Lella
La sosta col motore acceso è vietata, dal codice della strada, sempre a quel che mi risulta, tra l'altro inutile e molto fastidiosa anche per il rumore costante emesso.
04/02/2019 - elio62
Io sono d'accordo a non usare l'auto quando non necessario,anche se la mia ha due anni e potrebbe girare,ma se posso vado comunque a piedi, però la mancanza di piste ciclabili,mi mette spesso in situazioni di pericolo,se si vogliono fare queste giornate devono esserci le infreastrutture adeguate,in quanto se vengo investito da una macchina con più dintre persone a bordo o una euro 5 ,a me non cambia nulla!! Inoltre,domenica, come tutti gli altri giorni, guardando la zona industriale,si vedevano continue colonne di fumo nero che si mescolavano alle nuvole...mi sa che l'ambiente non abbia guadagnato un granché da una domenica del genere!!!
04/02/2019 - Andrea
Purtroppo se non si iniziano a vedere vigili presso i passaggi a livello, almeno nelle ore di punta, nessuno spegne l'auto. Così come se non si inizia a multare chi guida al cellulare o senza cintura la gente continua a farlo. Poi se si fanno le multe tutti si lamentano e dicono che il comune deve fare cassa e che è più facile mettere altri autovelox....Provare nel nostro piccolo a rispettare le leggi potrebbe essere d'aiuto, poi magari cercare di migliorare le regole sarebbe più facile.
04/02/2019 - jack
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.